FOX

La vera Maria Callas nella graphic novel Sempre Libera di Lorenza Natarella

di -

Sono passati 40 anni dalla morte della Divina Maria Callas e il suo ricordo si accende con il nuovo libro Sempre Libera, della giovane artista abruzzese Lorenza Natarella.

La cover di Sempre Libera nei disegni di Lorenza Natarella

76 condivisioni 0 commenti 4 stelle

Share

Tutti conoscono Maria Callas e la sua grandezza, venerata soprano della musica lirica e icona del ventesimo secolo. Pochi sanno che la sua vita potrebbe essere cantata come una delle tragedie che l’hanno resa famosa. In Sempre Libera – edito da BAO PublishingLorenza Natarella racconta la vita inedita del soprano, il suo reale dietro le quinte.

Le pagine di Sempre Libera narrano l’infanzia di Maria Callas, bambina prodigio sotto le grinfie di una mamma cattiva e opportunista che sfrutta il suo talento per denaro; tracciano i suoi viaggi alla ricerca del successo trovato sui palchi italiani e americani, fra tripudi per la sua voce e fischi per il suo caratteraccio; intrecciano le tragedie interpretate sulla scena con quelle personali, dal difficile rapporto con la stampa (che la perseguita, è vero, ma ne fa comunque una delle prime dive pop) all’amore passionale e travagliato per il miliardario armatore greco Aristotele Onassis.

Maria Callas e il licenziamento dal Met

Maria Callas nasce a New York nel 1923 da una coppia di immigrati greci. La mamma, che sfiora la psicosi, si accorge subito del talento della piccola e già a 5 anni la iscrive a diversi concorsi di canto, sfruttando (per soldi) quell'incredibile voce. Nel 1937 tornano ad Atene, Maria frequenta il conservatorio e studia a fianco della grande insegnante di canto Elvira De Hidalgo. Compiuti 18 anni Maria decide di tornare a New York dove l’impresario Zenatello la raccomanda al celebre direttore d’orchestra Tullio Serafin: segue un viaggio in Italia e le scene dei primi palchi dell’opera.

Dopo il matrimonio con l’industriale Meneghini, Maria comincia la sua scalata verso il successo. L’incontro con il regista Luchino Visconti (che ne vuole fare una grande attrice) la convince a cambiare il suo aspetto fisico. Per 30 anni Maria aveva vissuto in un corpo bruttino e grasso, ma la sua caparbietà le aveva fatto perdere ben 35 chili in due anni. La nuova Callas era nata, consacrata subito a Divina!
La stampa impazzisce per lei, segue i suoi capricci, gli eccessi, gli scontri aperti con la nemica soprano Renata Tebaldi, immortala il nuovo stile che la grande Biki (sua sarta/stilista personale) crea per lei.

Maria Callas stizzita allo specchio

Nel 1956 debutta al Metropolitan di New York, il successo la innalza all’Olimpo dell’arte cui adesso è ufficialmente membro. Al trionfo fa da contraltare il celebre caratteraccio della Divina, topico l'episodio assurdo accaduto durante l'esecuzione della Norma al Teatro dell'Opera di Roma, in cui la Callas abbandona la scena alla fine del primo atto, lasciando sbigottiti il Presidente della Repubblica, i VIP nostrani e il numeroso pubblico. Dopo solo un anno il suo contratto col Met viene stracciato e la Callas decide di pensare alla sua vita privata accettando l’invito di un viaggio in  crociera con Onassis. Con quest'ultimo vivrà un amore bello e difficile che la allontanerà dall'arte. La sua rinascita sarà segnata dall'incontro con l'intellettuale Pier Paolo Pasolini che distenderà il suo cuore girando con lei in Turchia il capolavoro Medea.

Lorenza Natarella riesce in un progetto difficile, grazie al tono tragicomico che caratterizza la storia e ci racconta la Callas meno conosciuta con ironia. I disegni pieni di dettagli e di linee cinetiche sono ben equilibrati dalla bicromia rosa e nero nella colorazione, e il fantastico lettering fatto a mano è un segno distintivo dell’autrice.

Natarella si è molto documentata per la stesura del suo lavoro, ha attinto alla biografia sulla Callas di Camilla Cederna e ha mixato tutti gli avvenimenti con il suo sguardo personale e graffiante. L'idea per il libro nasce nell'autrice come una sfida con sé stessa, dopo anni di lavoro come illustratrice e grafica e una sua biografia a fumetti - La Cìtilia, edito da Topipittori - Natarella decide infatti di immergersi nel mondo di Maria Callas per donare ai lettori una diversa declinazione della sua straordinaria vita.

Sempre Libera (192 pagine, cartonato, bicromia) è disponibile sullo shop online di BAO Publishing e in libreria al prezzo di 19 euro.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.