FoxCrime

L'Inganno, torna in libreria il romanzo che ha ispirato Sofia Coppola

di -

In concomitanza con l'uscita nelle sale dell'adattamento di Sofia Coppola, Dea Planeta riporta in libreria L'Inganno, il romanzo di Thomas Cullinan. Ristampa imperdibile o ritorno trascurabile?

Nicole Kidman in L'Inganno di Sofia Coppola

5 condivisioni 0 commenti 3 stelle

Share

Correva l'anno 1966 quando lo scrittore e drammaturgo statunitense Thomas Cullinan dava alle stampe la sua opera oggi più celebre, un lungo e intenso thriller psicologico intitolato The Beguiled. Quattro anni dopo l'ottimo responso critico ottenuto, ci pensò il grande regista Don Siegel a cementarne la fama, con un adattamento cinematografico di memorabile, avente per protagonisti l'incredibile duo formato da Clint Eastwood e Geraldine Page.

Geraldine Page e Clint Eastwood in una scena La notte brava del soldato JonathanHDParamount
La notte brava del soldato Jonathan è ancor oggi un memorabile adattamento del romanzo di Cullinan.

Nel 2017 è stata Sofia Coppola a rispolverare questa storia, scegliendo Colin Farrell e Nicole Kidman come protagonisti e apportando decisive modifiche alla trama delle fonti originarie. Questa scelta le è valsa il premio per la miglior regia a Cannes: nessuna donna prima di lei era mai riuscita a vincerlo. Largo alle donne dunque e addio ai scrittore e regista di sesso maschile? Non proprio, come vi avevo già accennato nella recensione dedicata al film. 

Anche Dea Planeta la pensa così, tanto da riproporre in una lussuosa edizione a copertina rigida e movie tie-in il romanzo originale, una delle migliori uscite letterarie di settembre 2017. Varrà la pena leggerlo?

L'Inganno: il lupo tra gli agnelli

Certo il film di Don Siegel è molto più vicino ai contenuti e alla forma del romanzo di Cullinan, mantenendo quasi invariato il cast di protagoniste principali. L'intrigo denso di segreti e tradimenti si snoda in un luogo apparentemente lontano dalla guerra civile che imperversa negli Stati Uniti.

Tra le ultime cinque allieve rimaste del Collegio per signorine di Miss Martha Farnsworth ("ci metti di più a pronunciarlo che a fare l'appello") le due sorelle che lo gestiscono e la domestica Mattie si è ormai stabilito un equilibrio immutabile di vizi taciuti e segreti noti a tutti, immutabile nonostante l'imperversare della guerra in Virginia. 

La copertina della ristampa Dea Planeta di L'ingannoDea Planeta
Dea Planeta riporta in libreria

Tutto cambia quando tra questo gruppo di signore e signorine del Sud ospitale e compassionevole irrompe un soldato nemico ferito, il caporale John McBurney. Inizialmente dipendente anche fisicamente all'aiuto delle donne per riprendersi e non venire arrestato, McBurney comincia a giocare con gli equilibri tra le donne della casa, seguendo un suo preciso piano. La sua presenza però serve solo a palesare conflitti da tempo latenti tra le abitanti del collegio, a rendere espliciti i loro desideri:

Strano come non ti fermi mai a pensare al male che, giorno dopo giorno, si accumula nel tuo cuore. A come i cattivi pensieri si ammucchiano uno sull'altro, finché ti ritrovi con il petto che scoppia di malvagità.

Sospeso tra le passioni infantili del gruppo di spensierate "piccole donne" allieve della scuola e quelle ben più vivide e sensuali degli adulti di casa, L'Inganno si diverte a ribaltare i ruoli di lupo e angello più volte prima del gran finale. Per questa incertezza - morale e non solo, con la guerra sempre più vicina al collegio - monta la tensione per il lettore, continuamente destabilizzato dagli eventi nel dare il suo giudizio sui protagonisti. 

Le protagoniste di L'inganno di Sofia Coppola pregano e chiacchierano HDUniversal Pictures
Il gruppo di "agnelli" nel remake 2017 di L'inganno.

Se in qualche passaggio l'età del romanzo è chiaramente percepibile al lettore, L'Inganno rimane un ottimo intreccio di psicologie maschile e femminili a confronto, capace di evidenziare le meschinità comuni ai due sessi e ai due fronti della Guerra civile statunitense. Quello di Don Siegel è un ottimo adattamento, che forse rende superflua la lettura del libro; altrettanto non si può dire per il più radicale, ma meno incisivo, recente remake di Sofia Coppola. 

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.