FOX

Stephen King sugli adattamenti dei suoi libri: dal flop de La Torre Nera al successo di IT

di -

Intervistato da Vulture, Stephen King ha parlato degli adattamenti delle sue opere, analizzando il successo di IT, il mezzo flop de La Torre Nera e l'imminente uscita de Il Gioco di Gerald.

Lo scrittore Stephen King

36 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Come molti sapranno, uno dei più prolifici scrittori viventi, Stephen King, ha compiuto 70 anni pochi giorni fa. E di certo, in questo 2017 che si avvia piano piano alla sua conclusione, King ha molto da festeggiare, al di là delle candeline che ha spento. In primis basta pensare al successo che il film IT, tratto dal suo omonimo romanzo del 1986, ha riscosso e sta continuando a riscuotere in tutto mondo, arrivando a diventare l'horror che ha totalizzato i maggiori incassi di sempre al botteghino negli Stati Uniti.  

Pennywise nel film IT

Non possiamo, inoltre, dimenticare la recente uscita de La Torre Nera al cinema e il rilascio della serie TV di Mr. Mercedes e quella in arrivo di Castle Rock.
Ma non finisce di certo qui l'anno d'oro del Re.

Oltre al suo ultimo libro, Sleeping Beauties, scritto con suo figlio Owen, Stephen vedrà presto arrivare su Netflix gli adattamenti cinematografici di altri due famosi romanzi: Il Gioco di Gerald (basato sul suo omonimo romanzo del 1992 e in arrivo sulla piattaforma il 29 settembre, con l'attrice Carla Gugino chiamata ad interpretare una donna ammanettata ad un letto da suo marito Gerald (Bruce Greenwood) in un gioco di ruolo andato a finire male) e 1922 , adattato da un breve racconto di King (disponibile sulla piattaforma dal 20 ottobre), con Thomas Jane nei panni di un contadino che vivrà un'escalation di follia dopo aver ucciso sua moglie.

Il magazine statunitense Vulture, tramite Kyle Buchanan, ha recentemente intervistato Stephen King, chiedendo al maestro dell'horror che ha venduto oltre 500 milioni di copie dei suoi libri in tutto il mondo, come mai ci sia stato un vero e proprio boom di adattamenti delle sue opere in questo 2017.

King ha tentato di fornire una sua spiegazione in merito: 

Non lo so! È una sorta di tempesta perfetta, vero? Molte di queste cose sono arrivate tutte allo stesso tempo e non credo che ci fosse un motivo particolare perché ciò accadesse. È come un contadino che ha un anno veramente buono. In 1922 , quando Wilfred dice: 'Abbiamo avuto un anno veramente buono per il mais', beh, io ho avuto un anno veramente buono per il grano quest'anno. Ci sono altri fattori: alcuni degli adattamenti recenti hanno avuto successo, come le miniserie ispirata a 11/22/63, e penso che quando ciò succede, le persone dicono a se stesse: 'Se X riesce, forse lo farà anche Y'.

Al di là dei grandi successi ottenuti e di quelli in fieri per gli adattamenti futuri, Stephen King ha anche cercato di capire come mai l'adattamento de La Torre Nera, che vantava nel cast due stelle del calibro di Idris Elba e Matthew McConaughey, si sia rivelato sostanzialmente un flop:

La sfida principale era quella di fare un film basato su una lunga serie di romanzi, visto in tutto sono circa 3.000 pagine. In più è stata presa la decisione di fare un film che rientrasse nel rating PG-13 da una serie di libri molto violenti. Devo dire che lo sceneggiatore Akiva Goldsman ha fatto un lavoro incredibile prendendo una parte centrale del libro e trasformandola in quello che a me è sembrato un buon film. La serie TV che stanno sviluppando.... vedremo che cosa accadrà. Dovrebbe essere un reboot completo, staremo a vedere.

King ha manifestato anche una certa comprensione nella scelta, da parte di registi e sceneggiatori, di spostare verso il presente alcuni riferimenti temporali delle sue opere una volta trasposti per il piccolo e grande schermo, come accaduto per IT e Il Gioco di Gerald.

Con IT, ha avuto senso realizzare semplicemente l'idea del libro - che presenta questo divario di 20 anni tra i bambini e gli adulti - e spostarlo in avanti in modo da poter mettere gli adulti nel prossimo film praticamente nel nostro presente, al giorno d'oggi.Non proprio in questo momento, ma abbastanza vicino ad esso.E per quanto mi riguarda, la storia de Il Gioco di Gerald rimane piuttosto attuale, anche se pubblicata nei primi anni '90. I temi del libro - i ricordi repressi, il modo in cui le donne sono trattate e abusate - sono importanti oggi e riguardano ancora molte questioni che hanno a che fare con il modo in cui la società che tratta le donne.

Per gli appassionati (e non) dei brividi che solo uno scrittore come King è in grado di provocare, ricordiamo che in IT, diretto da Andy Muschietti, in Italia arriverà soltanto il 19 ottobre 2017, sulla scia di un consenso unanime a livello mondiale. Il conto alla rovescia è cominciato!  

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.