FOX  

The Gifted, il ruolo dei mutanti e il futuro degli X-Men nella serie Marvel

di -

Lo showrunner Matt Nix scioglie finalmente il grande interrogativo della serie: che fine hanno fatto gli X-Men? The Gifted, su FOX dal 18 ottobre.

La nuova serie sui mutanti

1k condivisioni 51 commenti 5 stelle

Share

La nuova serie sui mutanti realizzata da FOX e Marvel, The Gifted, debutta oggi in America. In Italia, c'è da tenere a freno la curiosità ancora per qualche giorno, precisamente fino al 18 ottobre

Il tema dei mutanti, in The Gifted, è affrontato da un punto di vista del tutto nuovo: protagonisti della serie saranno infatti Reed e Caitlin Strucker - interpretati rispettivamente da Stephen Moyer e Amy Acker - costretti a fuggire insieme alla famiglia dopo aver scoperto che i loro figli hanno dei poteri. Per la prima volta  la storia non si incentrerà sulle avventure dei supereroi guidati da Ciclope, ma avrà invece un piglio più sociale e introspettivo: braccati dal governo, ai mutanti non resta che scappare e cercare un rifugio sicuro e la famiglia Strucker subirà in prima persona i danni di questa caccia alle streghe.

Due domande sorgono spontanee: quali saranno i mutanti coinvolti? Che fine hanno fatto gli X-Men?

Pronto a sciogliere ogni dubbio, direttamente Matt Nix, showrunner della serie.

Il ruolo dei mutanti: Polaris  

Emma Dumont interpreta Polaris
Polaris difenderà la famiglia Strucker

Il personaggio di Lorna Dane, la figlia di Magneto meglio nota come Polaris, avrà un ruolo centrale. La Signora del Magnetismo si troverà, insieme ad altri compagni, a difendere gli Strucker da chi li perseguita, ma la sua condizione è tutt'altro che semplice.

La nostra versione di Lorna riavvolge le lancette a quando lei non sapeva ancora nulla. Vive in una condizione instabile. Tutto quello che si verrà a scoprire su di lei durante la serie sarà il frutto di una lenta e graduale esplorazione del suo passato, che, come sapete dai fumetti, è piuttosto oscuro. Non è come se stesse a casa con Magneto a mangiare cereali. 

Il personaggio di Polaris dovrà superare due sfide molto dure: oltre a scoprire di essere figlia di un noto terrorista mutante, dovrà anche affrontare la sua malattia mentale.

Del resto, essere la figlia di Magneto crea una certa consapevolezza. I poteri di Polaris sono certamente simili a quelli del padre. Affronteremo questo aspetto, ma verso la fine della stagione, quando le sue idee e i suoi sospetti verranno a galla. Lei ha la necessità di confrontarsi con domande del tipo " e se fosse così, cosa significa?". Vogliamo porla di fronte a sfide, che possano rivelarsi delle opportunità. In qualche modo potrebbero allontanarla dai suoi amici. O invece riuscirà ad accettare il fardello che porta il suo nome? Il suo compito è quello di essere il nuovo Magneto?

Per chiudere il capitolo Polaris un ultima specifica da parte di Matt Nix, in particolare sull'assenza di Havok nella serie, il fratello di Ciclope di cui lei è innamorata nei fumetti Marvel. Il personaggio è già stato sfruttato in diversi film, tra cui in X-Men Apocalisse in cui muore.

Havok non sarà nella serie. Se verrà incluso, sarà nel futuro o nel passato, perchè non possiamo fare troppi stravolgimenti. Comunque è un'opzione che abbiamo considerato, per soddisfare i fan dei fumetti. 

Polaris e il suo amante Havok
Havok non farà parte della serie. Almeno per ora.

Il destino degli X-Men

Matt Nix non si è rifiutato di toccare il tema più importante e discusso: che fine hanno fatto gli X-Men?

Gli X-Men non ci sono. La Confraternita si è sciolta. Molti dei classici e potenti mutanti non sono più in circolazione e le persone comuni non sanno dove sono. Questo è uno dei misteri che verrà affrontato gradualmente nella serie. Si scoprirà che la causa degli sconvolgimenti sociali e dell'odio diffuso verso i mutanti, è un evento drammatico dalle proporzioni di un cataclisma, paragonabile all'11 settembre. In qualche modo è legato alla scomparsa degli X-Men e della Fratellanza.

Di fronte a una follia sociale incontrollabile, i mutanti devono decidere come affrontare questo problema.

Questo gruppo di mutanti sta cercando di aiutare gli altri ricercati. Non è illegale essere mutanti, ma è illegale usare i poteri in una zona pubblica dove chiunque potrebbe restarne coinvolto. Quindi, i mutanti di The Gifted sono portati a interrogarsi su molte delle domande che vengono poste anche nei fumetti e nei film, ma sotto una prospettiva totalmente differente.

Loro non hanno una dimora, nè un jet. Vivono in una banca diroccata nei sobborghi di Atlanta che sta per crollare. Non hanno niente, nemmeno un soldo. Devono arrangiarsi per rimediare del cibo. Rispetto al fumetto è un punto di vista davvero diverso, ma alcuni degli interrogativi sono gli stessi. Qualcuno vuole combattere e qualcuno vuole trovare un modo per coesistere.

Tra i tanti dubbi, una chiara certezza: il nuovo lavoro di Matt Nix sembra di quelli destinati a lasciare il segno. 

Legion: qual è il tuo Mutante preferito dell'Universo di X-Men?

Vota

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.