FOX

IT - Prima Parte, da oggi al cinema: 5 cose da sapere sul film

di -

Il grande giorno è arrivato. IT, adattamento cinematografico del best seller di Stephen King è finalmente disponibile nei cinema italiani. Siete pronti a lasciarvi travolgere dal terrore?

2k condivisioni 70 commenti

Condividi

Lo abbiamo atteso, invocato, desiderato per giorni interi. E, finalmente, il momento è arrivato. Oggi, 19 ottobre 2017, esce nei cinema italiani IT, adattamento cinematografico diretto da Andy Muschietti, del best seller che Stephen King ha regalato al mondo nel 1986.

Il film è uscito negli USA e in altre decine di Paesi nel mondo già da alcune settimane, con un successo tale da farlo decretare il film horror più redditizio di sempre, con incassi superiori ai 500 milioni di dollari

IT racconta la storia di sette adolescenti di Derry, Maine, autodefinitisi Club dei Perdenti. Ognuno di loro ha diversi problemi legati alla scuola, all'età e a un branco di bulli del luogo che li perseguitano. I ragazzi del Club dei Perdenti hanno però qualcosa in comune: hanno visto prendere vita le proprie paure sotto forma di un mostro mutaforma conosciuto come IT.

Il mostro emerge dalle fogne della cittadina ogni 27 anni per cibarsi del terrore che è capace di suscitare nei bambini di Derry. Nel tentativo di trovare una spiegazione logica alla sparizione di diversi bambini dalla cittadina, il Club dei Perdenti si scontrerà con IT, che assume le sembianze del clown ballerino Pennywise...

Nell'attesa di correre al cinema per incontrare il terrore più puro, scopriamo 5 curiosità sul film.

1. Perché il Club dei Perdenti è l'anima di IT

A guardarli, i membri del Club dei Perdenti non riuscirebbero nemmeno a scontrarsi con un bullo, figuriamoci ad affrontare un demone come IT! Eppure, insieme, gli adolescenti protagonisti della pellicola di Muschietti hanno un coraggio a dir poco speciale, che deriva dalla loro amicizia e dalla necessità di guardarsi l'un l'altro le spalle contro la minaccia che da secoli incombe sulla città.

Andy Muschietti ha affermato:

I Perdenti trovano la forza restando uniti, ed è interessante osservare come le dinamiche del gruppo cambino nel corso del film alternando ruoli di comando e posizioni di forza. Ognuno di loro ha il suo momento. È una storia bellissima e, specialmente nei momenti di avversità, si intuiscono umanità, fiducia e amore che risalgono in superficie.

Stephen King ha invece spiegato perché sono proprio gli adolescenti gli eroi dei suoi libri:

Esiste un confine, una zona, dove i ragazzini sono troppo grandi per credere a Babbo Natale e al Coniglio Pasquale, ma hanno ancora paura che possa esserci qualcosa sotto il letto una volta spente le luci. Volevo mettere questi ragazzini nella situazione in cui sono gli unici a vedere questa creatura perché credono ancora nei mostri. E, al contempo, sono più grandi dei bambini che sono totalmente inermi, mentre loro riescono a reagire in qualche modo.

2. La ricorrenza del numero 27

Bill Skarsgård, interprete del nuovo Pennywise

IT è uscito esattamente a 27 anni di distanza dalla versione TV con protagonista Tim Curry. Non dimentichiamo, inoltre, che:
  • nel romanzo IT appare a Derry ogni 27 anni
  • Jonathan Brandis, l'attore che ha interpretato il giovane Bill nella miniserie TV, è morto a soli 27 anni
  • IT - Prima Parte è uscito nelle sale americane a pochi giorni di distanza dal compleanno di Bill Skarsgård, nato nel 1990
  • se andiamo a sommare le cifre inerenti l'uscita di IT nelle sale americane, ovvero 08-09-2017, si ottiene proprio il numero 27
Che ne pensate?

3. La ricostruzione di Derry

La cittadina di Derry, descritta da Stephen King nel suo capolavoro, è basata sulla città di Bangor, dove l'autore dimora nel Maine. La produzione del film si è resa subito conto che lì, per questioni logistiche, non era possibile effettuare le riprese della pellicola. La piccola Derry è stata così ricostruita nel villaggio di Port Hope, nell'Ontario, Canada. Alcuni dei luoghi caratteristici del romanzo sono stati scoperti o ricostruiti in altre parti dell’Ontario, come la casa proibita situata al noto indirizzo 29 Neibolt Street.

Lo scenografo Claude Paré ha ricordato:

Con il permesso del proprietario di casa, abbiamo potuto creare tutto quanto necessario, quindi abbiamo riportato la casa al suo stato originale, portando alla luce alcuni bellissimi dettagli Vittoriani che abbiamo provveduto a enfatizzare. Poi abbiamo arredato la casa, con stucchi pendenti dalle mura, foglie morte che si infiltravano dalle crepe nelle finestre e polvere ovunque. Abbiamo coperto il resto delle finestre con giornali di epoca Vittoriana che abbiamo realizzato di fronte, con la luce che illuminava la parte esterna delle stampe. Per costruire la facciata esteriore abbiamo invecchiato il legno nuovo, lo abbiamo bruciato e lavato a pressione per farlo sembrare grigio argenteo e usato in maniera credibile. Poi lo abbiamo verniciato di grigio argento con macchie scure a ricordare la presenza di persiane che esistevano anni prima.

Diversi, inoltre, sono stati i teatri di posa che hanno ospitato il labirinto delle fogne di Derry dove i piccoli membri del Club dei Perdenti si sono addentrati.

La scena del tombino da cui si affaccia Pennywise per la prima volta è stata girata in due location: una esterna, quando Georgie indossa il suo iconico impermeabile giallo mentre insegue la sua barchetta di carta che naviga sui rivoli d’acqua delle strade di Derry, e una interna, in un teatro di posa, usando una piattaforma sollevata dalla quale Pennywise scruta Georgie prima dell'epilogo che molti di noi conoscono...

4. Bill Skarsgård, la pazzia e la teatralità di Pennywise

Pennywise interpretato da Bill Skarsgard

Bill Skarsgård è l'attore scelto per interpretare l'impegnativo ruolo di Pennywise. Barbara Muschietti, produttrice della pellicola, ha dichiarato:
Ciò che abbiamo trovato in Bill è stato che i suoi istinti erano perfettamente allineati a quelli immaginati da Andy per Pennywise.
Il regista ha confermato:
Inizialmente sono rimasto affascinato dalla performance [di Bill] nel provino e da quel momento è stato come scoprire un nuovo regalo giorno dopo giorno. Non solo ha aggiunto mistero e qualità intriganti al personaggio, ma ha anche avuto il coraggio di esplorare la folle teatralità di Pennywise. C'era pazzia nel suo aspetto, e il suo linguaggio del corpo era totalmente inquietante. Alcune esigenze fisiche di questo ruolo sono risultate faticose, ma devo ammettere che l’energia di Bill era sempre al massimo.

5. Una differenza fondamentale del film rispetto al libro

Uno dei cambiamenti più importanti su cui i produttori sono stati concordi sulla sceneggiatura riguarda l'ambientazione temporale del film. Nonostante King avesse ambientato la prima parte del suo romanzo negli anni '50, la storia nel film è stata posposta agli anni '80. Barbara Muschietti ha spiegato:

Gli anni '50 sono stati gli anni della formazione di Stephen King, quindi quella era la sua generazione, e il libro riflette le paure durante gli anni della sua crescita. Stephen dice sempre, 'Scrivete ciò di cui sapete'. Quindi volevamo fare il film su quello che sapevamo noi - cresciuti negli anni '80 - ed evocare il tipo di cose di cui avevamo paura all’epoca. 

Andy Muschietti ha, invece, dichiarato:

Negli anni '50 i bambini erano spaventati da cose diverse, come ad esempio dai mostri che vedevano nei film classici di quel periodo e, nella storia originale, Pennywise prende la forma di alcuni di quei mostri. Le paure rivisitate in questo film sono diverse e profonde, e anche i fan del libro rimarranno sorpresi dai risvolti che vedranno nel film.

Lo scrittore Stephen King ha invece notato:

I produttori hanno scelto una direzione leggermente diversa dal romanzo, ma la cosa importante è che hanno mantenuto l’idea centrale e cioè che Pennywise si avvicina a questi ragazzini scoprendo cos’è che li spaventa e diventando quella cosa. Andy lo ha compreso in modo assoluto, rendendoci molto fieri del suo lavoro.

Ora non ci resta che correre al cinema!
Nel cast di IT - Prima Parte troviamo Bill Skarsgård nei panni di Pennywise, mentre i giovani attori che interpretano o il Club dei Perdenti sono: Jaeden Lieberher, Jeremy Ray Taylor, Sophia Lillis, Finn Wolfhard, Wyatt Oleff, Chosen Jacobs, Jack Dylan Grazer, Nicholas Hamilton e Jackson Robert Scott.

Condividi

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.