Call of Duty: WWII, un uomo è stato arrestato per aver venduto copie rubate del gioco

di -

Ruba e rivende alcune copie del nuovo capitolo Call of Duty, in uscita il prossimo 3 novembre. Arrestato un uomo in Indiana, negli Stati Uniti.

Un'immagine promozionale di Call of Duty: WWII

32 condivisioni 0 commenti

Condividi

Gli appassionati di sparatutto in prima persona dovranno aspettare fino al 3 novembre per poter mettere le mani sul prossimo capitolo di Call of Duty.

Il nuovo videogame di Activision e Sledgehammer GamesCall of Duty: WWII, ci porterà sui campi di battaglia della Seconda Guerra Mondiale, animando le nostre console di ultima generazione - vale a dire Xbox One e PlayStation 4 - e i nostri PC. 

C'è però chi non riesce proprio più a gestire l'attesa, impaziente di imbracciare le armi e lanciarsi negli eventi storici più rilevanti del biennio 1944/1945 al fianco degli uomini della Prima Divisione di Fanteria, persone comuni trascinate sul campo di battaglia dall'urgenza della lotta alla tirannia tedesca.

È quello che è successo a un uomo residente nell'Indiana. Come segnalato dal portale Kotaku, l'uomo è stato arrestato per aver rubato e rivenduto alcune copie di Call of Duty: WWII. Il furto sarebbe avvenuto in un magazzino di proprietà di Sony, ma al momento non è del tutto chiaro come il ladro si sia introdotto all'interno dell'edificio, cosiderando che le telecamere di sorveglianza non hanno rivelato intrusioni sospette.

Il furbetto ha quindi messo in vendita la refurtiva su eBay al prezzo di 45 dollari per ogni copia del videogioco, ma già dopo aver concluso le prime transazioni è stato tratto in arresto. La polizia dell'Indiana lo ha accusato di furto aggravato e violazione della proprietà intelletuale, ed ora rischia almeno 8 anni al fresco nelle patrie galere.

Call of Duty: WWII in uscita il 3 novembre
Vi ricordiamo che Call of Duty: WWII debutterà il 3 novembre su PlayStation 4, Xbox One e PC.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.