FOX

Margot Robbie pattinatrice controversa nel teaser di I, Tonya

di -

Nervosa, inquieta e oscura, la pattinatrice Tonya Harding si è resa protagonista di un caso di cronaca indimenticabile. Ecco il teaser del biopic con Margot Robbie.

0 condivisioni 0 commenti

Condividi

NEON ha rilasciato il primo teaser del controverso I, Tonya, biopic sulla storia della pattinatrice statunitense Tonya Harding.

Tonya sarà interpretata sul grande schermo da Margot Robbie, attrice istrionica ed eterea che ha intrapreso un percorso di trasformazione e imbruttimento fisico per assomigliare alla spigolosa e robusta sportiva.

In più l'attrice australiana ha assimilato anche l'accento dell'Oregon proprio della Harding.

Il teaser: pattini, odio e bugie

Dal teaser scopriamo qualche frammento interpretativo della Robbie.

L'attrice di Suicide Squad ha il difficile compito di calarsi nella complessa psicologia della pattinatrice (celebre, più che per i suoi successi, per le vicende di cronaca) inserita in un contesto del tutto americano con un pubblico che "vuole qualcuno da amare e qualcuno da odiare".

Ecco, quella da odiare era stata proprio Tonya Harding, incitata da chi la contestava a "dire la verità".
Ma esiste sempre e solo una verità?

Nel teaser scopriamo anche frange voluminose, outfit colorati e make up anni '90, pronti a suscitare nostalgia per il decennio passato.

Fumatrice, tesa, nervosa e impenetrabile, Tonya Harding verrà raccontata come una personalità complicata e inquieta ma anche come una donna sotto i riflettori per un caso mediatico che ha attirato hater e curiosi.

Una commedia nera tra lastre di ghiaccio e assalti 

I, Tonya è un biopic di genere commedia nera. Dal teaser, infatti, scopriamo che la storia ha più di uno spunto umoristico e la figura ambivalente Tonya Harding si presta anche a momenti ironici.

Il film sarà diretto da Craig Gillespie e uscirà nel 2018 nelle sale americane e italiane.

Una scena di I, TonyaHDNEON
Margot Robbie in I, Tonya

Il racconto ovviamente si soffermerà sulla porzione di vita della Harding relativa (ovviamente) all'aggressione contro la rivale Nancy Kerrigan da parte di un uomo - si è scoperto poi - pagato dal marito della Harding (e suo complice).

Il caso Kerrigan

Il caso Kerrigan risale all'Epifania del 1994.

Tonya Harding negli anni '90

La pattinatrice Nancy Kerrigan, al termine dei soliti allenamenti, venne aggredita da un individuo misterioso che le colpì il ginocchio con una sbarra di ferro.

La Kerrigan fu attaccata da un uomo chiamato Shane Stant, che risultò pagato da Jeff Gillooly (marito di Tonya) per mettere fuori gioco l'atleta in vista dei Giochi Olimpici Invernali.

Il caso Kerrigan aprì una vicenda giudiziaria mai del tutto chiarita: la Harding, fortemente osteggiata dall'opinione pubblica, ammise di "essere al corrente" del piano dell'aggressione ma non di averla co-organizzata.

Nancy Kerrigan, rivale di Tonya Harding

In primavera la sportiva pagò un'altissima multa per evitare il processo. Intanto venne squalificata da ogni gara e "bandita a vita" dalla federazione sportiva americana.
Il biopic sulla vicenda si preannuncia dunque particolarmente graffiante.

Che ne pensate? Siete curiosi di scoprire un'inedita Margot Robbie sui pattini?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.