FOX

La Torre Nera: la serie TV sarà un reboot del libro di Stephen King

di -

A pochi mesi dall'uscita dell'omonimo film, Stephen King torna a parlare de La Torre Nera. L'autore ha confermato che è in cantiere una serie TV basata sul romanzo e che quest'ultima prenderà una direzione completamente differente rispetto al film.

Matthew McConaughey e Idris Elba in un'immagine del film La Torre Nera

68 condivisioni 1 commento

Condividi

Sono passati solo pochi mesi da quando la trasposizione de La Torre Nera è uscita nelle sale cinematografiche mondiali. Il film è basato su una delle più popolari e apprezzate serie di romanzi fantasy di Stephen King, ma non ha conquistato il pubblico mondiale. La pellicola che vede come protagonisti Idris Elba e Matthew McConaughey non ha ottenuto il favore della critica, che ha completamente stroncato il progetto e che, come se non bastasse, ha fatto flop anche al botteghino, arrivando ad incassare solo 111 milioni di dollari in tutto il mondo.

Nonostante la grande delusione però, Stephen King ci riprova, stavolta con una serie TV reboot basata sulla medesima serie di romanzi che hanno ispirato il recente progetto cinematografico. Secondo alcune dichiarazioni dello stesso autore, pochi giorni prima dall'uscita del film, Glen Mazzara, showrunner di The Walking Dead, era già stato assoldato per lo sviluppo di una serie TV.

L'idea originale del regista del film, Nikolaj Arcel, era fare in modo che la serie TV continuasse sulla stessa linea della trasposizione cinematografica, creando una sorta di sequel. Ma, in seguito alle critiche sul film, l'idea è stata scartata, dando al progetto televisivo una direzione completamente diversa e indipendente dalla pellicola, coinvolgendo seppur in maniera marginale lo stesso regista nella realizzazione della serie TV. 

Scena del film La Torre NeraHDCopyright: Warner Bros
Matthew Mcconaughey e Idris Elba in una scena del film

Sul progetto televisivo che darà un'altra chance a La Torre Nera, per ora si sa ben poco. Lo stesso autore dei romanzi, Stephen King, in una recente intervista a Vulture non solo si è espresso sul nuovo progetto in cantiere, ma anche sul film uscito nelle sale quest'estate, specificando i motivi per cui, secondo il suo punto di vista, il film non è stato apprezzato dalla critica e dal pubblico:

La grande sfida è stata quella di fare un film basato su una serie di libri che sono davvero lunghi, circa 3mila pagine. L’altra parte è stata la decisione di fare un adattamento PG-13 di libri che sono estremamente violenti e si occupano di comportamenti violenti in modo abbastanza palese. Questo era qualcosa che doveva essere superato anche se devo dire che pensavo che [lo sceneggiatore] Akiva Goldsman avesse fatto un lavoro straordinario nel prendere la parte centrale del libro e trasformarlo in quello che pensavo fosse un bel film. La serie televisiva che stanno sviluppando ora… vedremo cosa succede con quello. Sarebbe come un riavvio completo, quindi dovremo solo stare a guardare.

Nonostante questo piccolo incidente di percorso, il 2017 è sicuramente l'anno di Stephen King. Oltre al successo mondiale di It sul grande schermo, sono degne di nota anche alcune mini serie prodotte da Netflix come Il Gioco di Gerald, 1922 e Mr. Mercedes, recentemente rinnovata per una seconda stagione. Avendo gettato solide basi nell'ultimo anno, è scontato che il nome dell'autore sarà una garanzia anche nel 2018? Come dice lo stesso King, dovremo solo stare a guardare

Che ne pensate di questo nuovo progetto di Stephen King? Avete letto il romanzo La Torre nera? Fatecelo sapere in un commento!  

Condividi

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.