Si traveste da Pikachu e prova ad entrare alla Casa Bianca: arrestato YouTuber!

di -

Storia di un insuccesso annunciato.

Un Pikachu perplesso in GIF

71 condivisioni 2 commenti 0 stelle

Share

Di storie insolite legate al mondo del gaming ne abbiamo sentite e lette tantissime. 

Ci sono quelle da ammirare, come il record di una videogiocatrice norvegese profondamente innamorata della saga di The Legend of Zelda. Quelle che vanno assolutamente condannate - ricordate il tizio che ha rubato e provato a rivendere su eBay svariate copie di Call of Duty: WWII? -, o ancora altre che sono del tutto costruite sulla mancanza di giudizio dei loro protagonisti.

È il caso di Curtis Combs, uno YouTuber 36enne del Kentucky che ha ben pensato di realizzare un filmato molto particolare per risollevare le visite del suo canale sulla celebre piattaforma di sharing video di Google. L'uomo, travestito da Pikachu, ha provato a entrare alla Casa Bianca saltando dal cancello d'ingresso e urlando "Gotta Catch 'Em All".

Naturalmente le cose non sono andate esattamente come Combs sperava: lo YouTuber è stato immediatamente bloccato dalla polizia, segnando un cocente fallimento per la sua folle impresa. Combs è stato quindi arrestato e tutto il materiale registrato è stato sottoposto a sequestro.

Come riportato dal sito della CNN, il processo a suo carico inizierà il prossimo 9 novembre, ma l'uomo ha già ammesso davanti alla Corte in sede di incontro preliminare che le sue azioni sono state guidate dalla sua voglia di raggiungere successo su YouTube. Un ''movente'' che non sembra aver convinto particolarmente i giudici.

Un simile tentativo era già stato effettuato da una persona diversa alla fine del 2014, ma anche in quel caso si concluse tutto con un arresto immediato.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.