FOX  

Deep State: che cos'è lo Stato Profondo che mina la Presidenza Trump

di -

La serie Deep State riaccende l'attenzione sul fenomeno dello Stato Profondo. Scopri il significato della teoria che ha dominato i primi mesi della Presidenza Trump.

15 condivisioni 1 commento

Condividi

L’attesa per Deep State continua a crescere. La serie con protagonista Mark Strong arriverà sugli schermi di FOX nel 2018, ma l’interesse è già molto alto. Il mix tra spionaggio e politica, l’ambientazione in Medio Oriente e la storia dell’ex-spia catapultata nella sua vecchia vita per salvare il figlio sono gli ingredienti che hanno già stuzzicato l’attenzione degli amanti delle spy serie come Homeland.

A tenere viva la curiosità è anche il titolo della serie, quel Deep State che l’Amministrazione Trump cita spessissimo. Deep State significa letteralmente Stato Profondo e fa riferimento a alcuni membri dell’esercito, dei servizi segreti e degli uffici governativi che operano per minare l’agenda presidenziale. Si tratta cioè di una sorta di organizzazione parastatale, nata con l’intento di sabotare l’operato del governo.

Che cos'è il Deep State

Questo concetto ha preso forma durante i primi 100 giorni di Presidenza, avallato da esponenti dell’amministrazione come Steve Bannon, ex presidente esecutivo del sito di estrema destra Breitbart News ed ex capo stratega di Trump.

Steve Bannon, ex capo stratega Casa BiancaHDSteve Bannon

L’incarico di Bannon è stato oggetto di grandi critiche per via del suo orientamento xenofobo, incentrato sull’ideologia della supremazia bianca. In effetti è stato rimosso dal suo incarico presidenziale dopo pochi mesi. Agli articoli pubblicati su Breitbart News si deve la diffusione crescente del termine Deep State, utilizzato originariamente per indicare le dinamiche di potere in paesi stranieri come l’Unione Sovietica o in paesi dove compagini dittatoriali tentano di minare le democrazie molto fragili.

Nell’aprile 2017 ABC News e Washington Post hanno promosso un sondaggio per capire cosa ne pensassero gli americani. Ebbene, il 48% crede che esista un Deep State, mentre il 35% ha bollato lo Stato Profondo come una semplice teoria complottista. La percentuale di americani che crede a questa sorta di stato nello stato è equamente divisa tra democratici e repubblicani. Ci credono cioè il 45% dei democratici e il 46% dei repubblicani. C’è però una grossa differenza di età tra quanti credono al Deep State. Sono cioè soprattuto gli under 30 a essere convinti dell’esistenza di questo apparato, di cui non si ha al momento alcuna prova.

Uno scatto del discorso in cui Donald Trump parlò di fazioni cospirative (Quartier Generale della CIA)

Come il Deep State entrerà nelle vicende della serie TV Deep State? Se siete curiosi di scoprirlo, l’appuntamento è nel 2018 su FOX.

Condividi

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.