I videogiochi sono sport: arriva la storica apertura del Comitato Olimpico

di -

Il CIO ha sostenuto per la prima volta che gli eSport possono essere considerati una vera e propria attività sportiva. Non si esclude un possibile futuro olimpico.

Una finale eSport

890 condivisioni 124 commenti

Condividi

Gli eSport possono essere considerati a tutti gli effetti sport reale. 

Così si è pronunciato il Comitato Olimpico nel corso del recente summit tenutosi a Losanna, segnando una data storica per tutti gli appassionti di gaming e per l'industria in generale. Un summit che, tra le altre cose, è stato chiamato a discutere proprio di "The development of eGames/eSports", mettendo sul piatto una prima apertura sul tema e coinvolgendo tutti gli stakeholder del settore di riferimento. 

Il Comitato Olimpico concorda sul riconoscimento del titolo di sport a tutti gli effetti ai videogiochi competitivi, così come nel riconoscere come atleti tradizionali tutti i giocatori partecipanti. Questa la dichiarazione ufficiale:

L'eSport competitivo andrebbe consoderato come un'attività sportiva, e i giocatori coinvolti si preparano e allenano alla stregua degli atelti dediti agli sport tradizionali.

È però importante sottolineare come il CIO abbia ben presente quanto la strada da compiere sia ancora lunga affinché avvenga una completa equiparazione tra videogiochi competitivi e sport tradizionali. Il movimento eSport, relativamnete giovane, è infatti sprovvisto di un ombrello giuridico-legale che sia chiaro e definito, così come assente è ogni tipo di normativa legata a scommesse e doping.

Per essere pienamente riconosciuti, gli eSport dovranno dunque rispettare i valori olimpici e dotarsi di strutture per i controlli antidoping e la repressione di fenomeni come le scommesse.

Siamo quindi agli inizi di un percorso che già si preannuncia impegnativo e tortuoso.

Sta di fatto che la sentenza del Comitato Olimpico è una di quelle destinate a fare la storiaNon solo dei videogiochi, ma per l'intera cultura popolare. 

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.