FoxAnimation

Coco, il racconto dei 30 minuti di film mostrati al Lucca Comics & Games 2017

di -

Disney ha fatto un ghiotto regalo ai fan presenti al Lucca Comics & Games 2017: sono stati mostrati in anteprima assoluta i primi 30 minuti di Coco, il film d'animazione di questo Natale.

Coco e la sua famiglia entrano nel mondo dei morti

5 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Non solo coslayer, stand e esperienze incredibili ai stand dedicati: Lucca Comics & Games si sta imponendo sempre più come un appuntamento imperdibile per gli appassionati di cinema, con importanti ed esclusive anteprime. Tra le più ghiotte di questa edizione c'è di certo il grande regalo che Disney e QMI hanno fanno ai fan dell'animazione Pixar: sono stati mostrati in anteprima assoluta i primi 30 minuti del film animato di questo Natale, un lungometraggio intitolato Coco e ambientato in Messico. 

Gli antenati e Miguel affrontano il controllo all'ingresso del regno dei mortiHDDisney
Miguel finirà da vivo nel mondo dei morti, causando parecchio scompiglio

Noi eravamo presenti e vi raccontiamo, nel dettaglio, tutto quel che c'è da sapere. 

Coco: nel Messico della musica e delle tradizioni 

Ambientato in un Messico variopinto e rutilante, Coco racconta la storia di Miguel, un ragazzino amante della musica ma costretto a tenere questa sua passione nascosta. Nel passato della sua famiglia infatti un avvenimento legato a canzoni e musicisti ha segnato per sempre la vita dell'antenata del protagonista, che ha proibito qualsiasi forma di musica o di strumento musicale negli anni a seguire.

La tradizione è stata passata di madre in figlia fino al presente, perciò il ragazzino deve nascondere le sue ambizioni di cantante e musicista. Vorrebbe emulare il celebre cantante e attore, il compatriota Ernesto de la Cruz, ma la sua famiglia ha in mente un futuro diverso per lui, all'intero dell'azienda calzaturiera di famiglia. Il titolo Coco fa riferimento invece alla nonna del protagonista, un'anziana signora con qualche problema di memoria a cui il nipotino racconta le sue ambizioni. 

Mentre fervono i preparativi per il giorno dei morti, Miguel decide di ignorare i divieti familiari e tentare di partecipare a un concorso canoro della plaza dei marachi. Per farlo però serve uno strumento musicale che lui non possiede. Disperato, si spinge nel cimitero locale, per prendere in prestito la chitarra esposta nel memoriale di Ernesto de la Cruz. Qui però succede qualcosa di misterioso e di magico e Miguel si ritroverà a vedere gli spiriti! Gli scheletri animati dei deceduti stanno tornando a casa attraverso un ponte di petali colorati che congiunge il mondo dei vivi a quello dei morti, proprio in occasione del Dia de los Muertos (il Giorno dei Morti, che si festeggia proprio il 2 novembre in Messico). 

Solo quanti hanno un parente o un amico che espone la loro foto sull'altare casalingo dell'ofrenda possono fare ritorno: gli altri sono bloccati nel mondo dei morti. Dopo aver incontrato la sua famiglia nel mondo dei morti, Miguel dà il via a una fuga rocambolesca in compagnia di Hector, uno spirito che non può fare ritorno sulla terra perché nessuno espone la sua foto. In compagnia del cane randagio Dante, i due andranno alla ricerca proprio di Ernesto de la Cruz.

Hector e Miguel per le vide della città dei morti HDDisney
Hector aiuterà Miguel a incontrare Ernesto de la Cruz?

Sarà una corsa contro il tempo: se Miguel non farà ritorno al mondo dei vivi entro la fine della festa dei morti, diventerà anche lui uno scheletro! 

Coco: le prime impressioni sul film da Lucca

Immerso nel folklore messicano e affascinato dalla tradizione nazionale, Coco ha un ottimo inizio, anche se forse un po' troppo didascalico. È evidente come l'attenzione sia soprattutto rivolta a far sentire lo spettatore a casa negli scenari messicani del mondo dei vivi e in quello dei morti. La regia appare impeccabile, impreziosita da un paio di scene spettacolari come la veduta del ponte di petali arancioni che mentre si consuma la notte dei morti si disfa a poco a poco e la città stessa dove risiedono i defunti. Sicuramente non mancheranno i colpi di scena e le rivelazioni su Miguel e sulla sua famiglia anche nella seconda parte del film. 

La prima impressione è dunque ottima e pare proprio che i creatori di Alla ricerca di Nemo e Inside Out siano pronti a regalarci un altro gioiello del cinema d'animazione. Per scoprirlo bisognerà attendere il 28 dicembre 2017, quando il film uscirà nelle sale italiane.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.