FOX

Guardiani della Galassia Vol. 2 e Thor: Ragnarok si candidano agli Oscar

di -

Disney intende candidare il sequel del film con Chris Pratt e il terzo capitolo di Thor agli Oscar 2018.

Chris Hemsworth assieme al cast di Guardiani della Galassia Vol. 2

79 condivisioni 16 commenti 5 stelle

Share

Supereroi in cerca di una statuetta. Il 2018 potrebbe essere l'anno di svolta nel mondo del cinema, quello che consentirà (forse) a 4 cinecomic di sognare un riconoscimento durante la lunga notte degli Oscar dopo anni di ostracismo da parte dell'Academy.

20th Century Fox ha giocato d'anticipo, inserendo un titolo acclamato quale Logan - The Wolverine nella campagna For Your Consideration (tradotto: le copie del film sono state inviate all'Academy); dopo è toccato a Warner Bros. caldeggiare Wonder Woman nella corsa che condurrà agli Oscar 2017. Ora è la volta di Disney: la major intende puntare sui cinecomic Marvel Guardiani della Galassia Vol. 2 e Thor: Ragnarok.

Colorato è bello

Non è un mistero che la pellicola diretta da Taika Waititi abbia riscosso un successo per certi versi inaspettato di critica e pubblico: il secondo capitolo della saga del Dio del Tuono - The Dark World - aveva fatto storcere il naso ai più, raffreddando così l'hype per un nuovo atto. Ci ha pensato Waititi a stravolgere tutto, inserendo una nota di colore nell'ombrosa Famiglia Reale asgardiana e avvalendosi della partecipazione straordinaria di Hulk. Il risultato? Un film pirotecnico, dal gusto estetico che rimanda senza dubbio ai due apprezzabili Guardiani della Galassia di James Gunn.

Non stupisce quindi che Thor: Ragnarok sia - come afferma Screen Rant - il film Marvel col miglior giudizio di tutti i tempi grazie al 93% di recensioni positive raccolte dall'aggregatore Rotten Tomatoes. Sul piano economico, poi, il successo è altresì palese: oltre 100 milioni di dollari incassati in tutto il mondo solo nello scorso weekend e un'apertura negli USA di 121 milioni di dollari. Cifre che, sommate agli 863 milioni di dollari del box-office complessivo di Guardiani della Galassia Vol. 2, rendono l'idea della dimensione della colossale macchina d'intrattenimento Disney.

La major, d'altro canto, ha pensato bene di inserire i due cinecomic nella pagina ufficiale For Your Consideration con cui ha dato il via alla campagna Oscar 2017.

Assieme a Thor: Ragnarok e Guardiani della Galassia Vol. 2, Disney ha inserito nella corsa agli Oscar anche il live-action de La Bella e La Bestia e gli animati Coco, Lou e Cars 3, terzo capitolo della saga dedicata al re delle quattro ruote Saetta McQueen.

Sorprende anche la richiesta della major per i due titoli Marvel: non solo candidature per riconoscimenti cosiddetti "tecnici" (effetti speciali e così via), ma anche le categorie come "Miglior Film" e "Miglior Regia" sono state prese in considerazione, per non parlare delle performance attoriali: da Chris Hemsworth a Zoe Saldana, da Chris Pratt a Cate Blanchett, tutti candidati per le categorie Miglior attore o attrice protagonista (e non).

Chi la nomination potrebbe però aggiudicarsela sul serio è Michael Rooker, Yondu di Guardiani della Galassia Vol. 2. La sua performance insolitamente toccante - specie se si pensa al cinismo del personaggio - potrebbe spingere l'Academy ad una clamorosa candidatura.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.