Death Stranding, Hideo Kojima e Norman Reedus ''giocano'' con i buchi neri

di -

Hideo Kojima torna a stuzzicare via social le fantasie dei fan, affamati di nuovi dettagli per Death Stranding. Nel videogame, Norman Reedus sarà in grado di viaggiare da una dimensione all'altra?

Il profilo di Norman Reedus in Death Stranding

26 condivisioni 7 commenti 0 stelle

Share

Ora che Hideo Kojima ha abbandonato Konami, gli occhi di tutti gli appassionati di videogiochi sono comunque puntati sul creatore di Metal Gear

Il game designer giapponese è infatti al lavoro - con il suo nuovo studio indipendente Kojima Productions - sul promettente Death Stranding, che ha già affascinato stampa e pubblico con due trailer dal retrogusto criptico ed esistenzialista

In pieno stile Kojima, anche Death Stranding si presenta come un progetto misterioso e dalle ambizioni importanti, mettendo in campo le star Norman Reedus - il Daryl Dixon di The Walking Dead - e Mads Mikkelsen, e una trama ancora avvolta nella nebbia più fitta.

Un'affascinante teoria per il concept di Death Stranding

Ed è proprio la narrazione di Death Stranding ad essere al centro delle ultime, interessanti teorie dei fan.

Come di consueto, Hideo Kojima dimostra di possedere un talento nello stuzzicare le nostre fantasie via social. Dopo l'immagine di copertina su Twitter, il maestro dagli occhi a mandorla ha quindi ''cinguettato'' un'immagine che pubblicizza la riproduzione del ciondolo indossato da Norman Reedus nel primo trailer del gioco per PlayStation 4. 

Sul ciondolo è possibile distinguere l'incisione della formula del raggio di Schwarzschild, un termine utilizzato in fisica e astronomia per designare la distanza dal centro della distribuzione di massa a simmetria sferica che dà origine alla metrica di Schwarzschild, alla quale si trova, secondo la relatività generale, l'orizzonte degli eventi.

Una formula che, in parole povere, giustifica l'esistenza dei buchi neri e del cosiddetto orizzonte degli eventi, definito come la superficie ideale che divide lo spazio-tempo in due regioni non connesse causalmente e che funziona come una membrana unidirezionale.

Di conseguenza, gli appassionati sono ora convinti che il personaggio interpretato dal buon Reedus in Death Stranding avrà la capacità di creare buchi neri per viaggiare tra una dimensione e l'altra

Secondo voi sarà davvero così? Molto probabilmente scopriremo tutta la verità in occasione della prossima PlayStation Experience, fissata per il 9 e 10 dicembre di quest'anno.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.