FOX

Il nuovo film di Tarantino non sarà su Charles Manson

di -

Il nuovo film di Quentin Tarantino? Non sarà su Charles Manson. Il regista ha rivelato che la sua prossima pellicola racconterà un periodo storico, ovvero il 1969.

Quentin Tarantino a un evento ufficiale

77 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Quentin Tarantino cambia le carte in tavola. Intervistato da IndieWire a una proiezione speciale de L'Inganno (alla quale ha preso parte per sostenere la ex fidanzata, Sofia Coppola), il regista ha rivelato che il suo nuovo film racconterà una storia diversa da quella che i fan e i media (forse) si aspettavano:

Non sarà su Charles Manson, ma sul 1969.

D'altra parte, a inizio di novembre 2017, il giornalista Mike Fleming Jr. aveva già "seminato" su Deadline un indizio che lasciava supporre che non si sarebbe trattato di una biografia sul messianico leader di The Family o di una sorta di documentario:

Un sacco di stampa ha scritto che la pellicola sarebbe stata incentrata su Charles Manson e i suoi omicidi. Ma mi è stato detto che è come definire Bastardi Senza Gloria un film su Hitler, quando il dittatore nazista compare solo in un paio di scene.

Alla luce di ciò, proprio come nella pellicola sulla II Guerra Mondiale, è probabile che il regista mescoli realtà e fantasia e che il mandante dell'efferato omicidio di Sharon Tate diventi una figura sullo sfondo e il filo rosso... sangue tra i fatti accaduti nel 1969.

E in quell'anno, di cose ne sono successe. Come ricorda CinemaBlend, tra gli avvenimenti da ricordare ci sono il giuramento del 37esimo Presidente USA, Richard Nixon (ovvero l'unico che si è dimesso, a causa dello scandalo Watergate), l'allunaggio di Neil Armstrong, i Moti di Stonewall a New York (riconosciuti come il momento della nascita del movimento di liberazione gay moderno), Woodstock e il debutto in TV di due cult come Scooby-Doo e Sesame Street.

Una serie di fatti che si presta perfettamente alla narrazione multipla di Tarantino e che colloca il nuovo film in quello che può essere definito come una sorta di sotto-ciclo storico all'interno dell'opera del regista, composto da Bastardi Senza Gloria (ambientato nel 1945), Django Unchained (ambientato nel 1858) e The Hateful Eight (ambientato qualche anno dopo la Guerra Civile Americana, che si è conclusa nel 1865).

Tutte le informazioni sul nuovo film di Quentin Tarantino

Per il momento, la trama del nuovo film di Quentino Tarantino è avvolta nel mistero. E considerato che dopo il leak dello script di The Hateful Eight il regista è diventato letteralmente ossessionato dalla segretezza, è probabile che resti tale a lungo.

Tuttavia, in rete hanno iniziato a circolare i nomi dei possibili interpreti della pellicola.

In base ai rumor che stanno "scaldando" il web e i fan, Tarantino vorrebbe con sé nel progetto Leonardo DiCaprio e Brad Pitt. L'autore de Le Iene ha già lavorato con entrambi, rispettivamente in Django Unchained e Bastardi Senza Gloria, e questo rende le voci quantomeno plausibili.

Invece, per i personaggi femminili vengono fatti con insistenza i nomi di Margot Robbie e Jennifer Lawrence, con la prima che ha ricevuto l'endorsement di Debra Tate per interpretare la sorella Sharon. 

Nel film dovrebbe esserci anche Samuel L. Jackson, vero e proprio attore feticcio di Tarantino, Jared Leto ha dichiarato durante il talk show Conan di essere stato contattato per interpretare Charles Manson (dal minuto 0:37 nel video seguente). Tuttavia, non è chiaro se gli sia stato offerto il ruolo del messia di The Family nella pellicola del regista di Pulp Fiction o in un altro progetto e neppure se abbia accettato:

C'è stata una settimana in cui ho ricevuto offerte per interpretare 4 dei più famigerati criminali che possiate immaginare. C'erano Charles Manson, il tizio di Waco [David Koresh, n.d.r.]... insomma, i peggiori malvagi della storia...

Oltre che con i casting, Quentin Tarantino è impegnato anche (soprattutto) nella ricerca di una nuova società di produzione

Il regista ha realizzato i suoi precedenti film con i fratelli Weinstein, da cui ha preso le distanze dopo l'esplosione dello scandalo che ha travolto Harvey.

Stando alle indiscrezioni che circolano in rete, l'autore di Kill Bill avrebbe già avuto degli incontri con diversi studi (fatta eccezione per Disney e Touchstone Pictures, che non producono pellicole con rating R), ma al momento il suo nuovo film non avrebbe ancora trovato casa.

Per sapere come si evolverà la situazione, restate sintonizzati.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.