FOX

Corpi sonori: l'amore controcorrente secondo Julie Maroh

di -

Dopo il successo de Il Blu è un Colore Caldo, Julie Maroh torna con un fumetto sulle relazioni e i corpi.

La cover della nuova graphic novel di Julie Maroh

20 condivisioni 0 commenti 0 stelle

Share

Se c'è una graphic novel da leggere e poi, una volta finita, rileggere è Corpi sonori (Panini 9L) di Julie Maroh, autrice di Il Blu è un Colore Caldo, fumetto vincitore del Premio del Pubblico al Festival di Angoulême, da cui è stato tratto il film Palma d’Oro a Cannes La vita di Adele.

Una tavola di Julie Maroh per Corpi sonori

Il libro (che l'autrice ha cominciato a scrivere nel 2009) è dedicato ai diversi tipi di relazioni amorose, quelle tra coppie etero, gay e lesbiche, tra amanti del poliamore o del sex-friends, quelle di avventurieri e di trans. Sono storie che in pochi raccontano, corpi non rappresentati a cui la fumettista francese ha voluto rendere omaggio.

La danza quotidiana delle norme e degli stereotipi ci ricorda fino a che punto il nostro corpo è oggetto politico. Così come lo sono i nostri istinti amorosi. Nell’inconscio collettivo, la coppia eterosessuale, monogama, bianca, dall’eterno sorriso da dentifricio rimane il riferimento sovrano dello stato amoroso. Ma dove sono le altre realtà? Dov’è la mia?

21 sono le storie che compongono il mosaico narrativo di Corpi sonori, rapporti colti in uno specifico momento della vita amorosa di una coppia - il corteggiamento, la passione, le delusioni, la rottura –, tutte fasi che ognuno di noi ha vissuto almeno una volta e di cui l’autrice sa cogliere le sfumature.

Corpi sonori ci permette di sfogliare una pluralità di esistenze: quella di due ragazzi che ricreano il loro primo incontro in una discoteca, quella di una donna anziana che ricorda l’amore vissuto con il suo ex marito ormai morto, quello di una ragazza che scopre di frequentare un transessuale, e ancora quella del ragazzo muto che aspetta il ritorno del suo compagno. Sono storie reali in corpi che vibrano e risuonano delle persone che li attraversano.

La cover del nuovo fumetto di Julie Maroh

Questa raccolta è solo un campione dell’infinita tavolozza del possibile. E se la mia matita non arriverà a rendere il sapore delle lacrime, né il pesante silenzio di un cuore che sussulta, né la pelle d’oca di un momento d’estasi, allora che questo libro sia almeno un omaggio a tutti gli esseri innamorati che vanno controcorrente e che talvolta lo fanno a rischio della loro vita.

La città di Montreal - scelta dall’autrice perché una città multipla, capace di accogliere numerosi labirinti amorosi - fa da sfondo alle storie del fumetto, alle vite dei personaggi che percorrono la rete urbana.

Lo stile di Julie Maroh è molto vivace e la linea nera, molto forte, pronunciata, accompagna il lettore nella conoscenza delle tante alternative, alle realtà che non è più tempo di nascondere.

Corpi sonori (304 pagine, brossurato) è disponibile sullo shop Panini Comics e in libreria al prezzo di 24 euro.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.