FOX

Game of Thrones, identificato l'hacker di HBO

di -

La polizia di New York ha individuato il responsabile dell'attacco hacker dello scorso mese di luglio, ai danni del network HBO.

Cast di Game of Thrones

127 condivisioni 0 commenti 0 stelle

Share

Lo scorso mese di luglio, il network statunitense HBO è stato vittima di un importante attacco hacker con il quale i pirati informatici hanno rubato informazioni sulla programmazione e i copioni di diversi episodi di alcune importanti serie TV. La preoccupazione maggiore ha riguardato la possibile diffusione dei copioni di episodi inediti di Game of Thrones (Il Trono di Spade), la serie TV che si ispira ai best seller di George R. R. Martin.

Come ci informa DeadLine, però, nelle scorse ore l'ufficio del procuratore di New York ha incriminato per l'attacco hacker un cittadino iraniano, accusato di frode informatica, frode telematica, estorsione e furto di identità.

L'uomo in questione risponde al nome di Behzad Mesri ed è stato accusato di aver hackerato i server di HBO rubando diversi dati, tra cui importanti informazioni sugli episodi inediti di Game of Thrones, minacciando di divulgare i contenuti degli episodi a meno che non gli fosse pagata una somma di denaro pari a 6 milioni di dollari.

Un portavoce dell'ufficio del procuratore degli Stati Uniti ha però specificato che Mesri non è stato arrestato, ma solo individuato e quindi è ancora un uomo libero. L'hacker, che ha utilizzato lo pseudonimo Skote Vahshat, ha lavorato a nome dell'esercito del suo paese per "condurre attacchi a reti informatiche" che hanno preso di mira sistemi militari, sistemi di software nucleari e infrastrutture israeliane. 

Mesri ha anche svelato di aver aiutato un gruppo di hacker iraniani, il Turk Black Hat Security Team, ad hackerare centinaia di altri siti web sia negli USA che in altri Paesi.

La notizia dell'individuazione di Mesri è stata resa nota ai cittadini su Twitter, con il presunto colpevole che risulta ora nelle lista delle persone più ricercate dall'FBI:

Mesri è accusato di aver hackerato il sito di HBO da maggio ad agosto 2017 e di aver rubato episodi inediti delle serie TV Ballers, Curb Your Enthusiasm e The Deuce. I pubblici ministeri ritengono che il pirata informatico sia riuscito ad ottenere le credenziali dai dipendenti di HBO, utilizzandoli per rubare i dati dai server della società.

L'ufficio del procuratore distrettuale di New York ha anche diffuso, via Twitter, delle immagini inviate dall'hacker al personale di HBO come parte di tentativo di estorsione, scrivendo (e parafrasando proprio lo slogan pubblicitario della settima stagione di Game of Thrones):

Per Behzad Mesri, presunto hacker di HBO, l'inverno è arrivato.

Durante una conferenza stampa a Manhattan, l'avvocato Joon H. Kim ha precisato che HBO non ha mai pagato alcuna somma di denaro in cambio della non divulgazione dei propri dati, nonostante le pressanti ed esose richieste economiche dell'hacker.

In merito all'individuazione del criminale informatico, HBO ha rilasciato la seguente dichiarazione:

HBO ha confermato in passato di aver lavorato con le forze dell'ordine sin dalle prime fasi del cyber incidente. Per quanto riguarda l'aspetto criminale del caso, preferiamo lasciare i commenti all'Ufficio del Procuratore degli Stati Uniti.

La stagione 7 de Il Trono di Spade ha messo sicuramente a dura prova HBO. 

Agli inizi del mese di agosto 2017, infatti, pur senza alcuna correlazione con l'attacco hacker del mese di luglio, il quarto episodio di Game of Thrones 7 è stato condiviso su Reddit tramite un link su Google Drive successivamente rimosso. La fuga ha avuto inizio dal distributore indiano della serie TV, Star India. In seguito quattro persone sono state arrestate per diversi reati informatici connessi alla diffusione online dell'episodio. Tutti e quatto gli incriminati avevano lavorato o lavoravano per Prime Focus Technologies, un fornitore di gestione dati utilizzato da Star India.

Ad agosto, poi, HBO Spain ha accidentalmente rilasciato l'episodio 6 della settima stagione di Game of Thrones prima della messa in onda ufficiale. Sebbene l'episodio sia stato disponibile solo per un'ora, alcuni spettatori sono riusciti a catturarlo e condividerlo online.

Nonostante ciò, però, occorre dire che le fughe di notizie o il rilascio anticipato e non voluto di alcuni episodi, non ha di certo avuto effetti negativi sul pubblico. Basta pensare, ad esempio, che negli USA l' episodio 4 ha attirato circa 10,2 milioni di telespettatori, diventando per breve tempo l'episodio più seguito della serie TV fino all'episodio 5, "Forte Orientale", visto da ben 10,7 milioni di spettatori. 

Il finale di stagione, "Il drago e il Lupo", ha conquistato un pubblico di 12,1 milioni di spettatori solo nella sua messa in onda iniziale, confermando come la serie TV continui ad appassionare milioni di persone in tutto il mondo, al di là di ogni possibile tentativo di boicottaggio.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.