FoxCrime

John Lennon, ritrovati 100 oggetti personali del musicista: diari, occhiali e molto altro

di -

Diversi oggetti appartenuti a John Lennon sono stati ritrovati dalla polizia di Berlino. I cimeli erano stati rubati 11 anni fa a Yoko Ono, vedova di Lennon, presumibilmente dal suo autista.

Il compianto John Lennon

14 condivisioni 0 commenti 0 stelle

Share

Diversi oggetti personali, appartenuti al leggendario John Lennon, sono stati recuperati a Berlino dalla polizia tedesca. I cimeli comprendono diari, una registrazione su nastro di un concerto dei Beatles, due paia di occhiali, diversi spartiti e un portasigarette.

Come riportato da BBC, la polizia ha riferito in merito che un uomo di 58 anni è stato arrestato con l'accusa di aver maneggiato beni rubati.

Gli oggetti, rubati a New York nel 2006, erano stati sottratti alla vedova di Lennon, Yoko Ono. Uno dei detective ha riferito che gran parte del bottino è stato confiscato da una casa d'aste a Berlino nello scorso mese di luglio, dando l'imput ad un'indagine che ha consentito di ritrovare il resto degli oggetti rubati.

Yoko Ono ha identificato gli oggetti dalle foto che le sono state mostrate al consolato tedesco a New York, secondo quanto riportato dai media tedeschi, che hanno anche rivelato come la donna fosse emozionata per aver ritrovato oggetti personali e ricordi importanti della sua vita con Lennon.

Gli occhiali di John Lennon ritrovati dalla polizia tedesca

Il sospetto è stato arrestato lunedì scorso a Berlino dopo che la polizia ha perquisito la sua casa e la sua auto. Martin Steltner, un portavoce della procura di Berlino, ha riferito dell'esistenza di un altro sospetto "irraggiungibile al momento".

Il secondo sospettato dei furti ha lavorato come autista di Yoko Ono dal 1995 al 2006 e risponde al nome di Koral Karsan, un uomo che vive in Turchia ed è attualmente fuori dalla giurisdizione tedesca. 

John Lennon, spartito musicale ritrovato dalla polizia tedesca

Tra gli oggetti sottratti alla vedova del leggendario membro dei Beatles risultano anche un quaderno scolastico del 1952, di quando Lennon visse a Liverpool, partiture scritte a mano per le canzoni "Woman" e "Just Like Starting Over", nonché tre diari del 1975, 1979 e 1980.

Il diario del 1980, in particolare, ha un gran valore soprattutto perché contiene le ultime parole scritte a mano da Lennon il giorno della sua morte: l'8 dicembre 1980.

Gli oggetti rubati a Yoko Ono sarebbero stati portati in Germania nel 2013 o 2014, con la polizia che è stata avvisata dopo che i cimeli sono stati rinvenuti dall'amministratore di una casa d'aste in bancarotta, che in precedenza aveva valutato complessivamente i cimeli per circa 3,64 milioni di dollari.

Diari di John Lennon ritrovati dalla polizia tedesca

Chiaramente, gli oggetti che in qualche modo hanno riguardato la carriera o la vita personale dei membri dei Beatles possono valere cifre enormi all'asta. Nello scorso mese di febbraio, una giacca di pelle che si ritiene fosse stata indossata da Lennon, fu venduta all'asta per oltre 10mila sterline (oltre 12mila euro) in Inghilterra.

A settembre, una partitura originale della canzone dei Beatles, Eleanor Rigby, è stata sequestrata da un'altra asta in Inghilterra, in quanto ritenuta rubata. La partitura, scritta a mano e firmata da Paul McCartney, doveva essere venduta ad un prezzo base di 20mila sterline (più di 22mila euro).

Per quanto riguarda gli oggetti di Lennon rubati a Yoko Ono, la polizia ha precisato che ancora non è noto quando essi potranno essere restituiti alla vedova del compianto cantautore e musicista.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.