FOX

American Gods: lasciano gli showrunner Michael Green e Bryan Fuller

di -

A sorpresa, gli showrunner Bryan Fuller e Michael Green hanno lasciato la serie TV American Gods, ispirata all'omonimo romanzo di Neil Gaiman e già confermata per una seconda stagione.

il poster di American Gods

1 condivisione 0 commenti 0 stelle

Share

Michael Green e Bryan Fuller, gli sceneggiatori dietro al successo di American Gods, hanno deciso di abbandonare la serie TV da essi ideata.

Fuller e Green hanno realizzato la serie TV adattando l'omonimo romanzo pluripremiato di Neil Gaiman datato 2001 e hanno lavorato come produttori esecutivi e showrunner dello show. American Gods ha debuttato il 30 aprile 2017 sul canale via cavo statunitense Starz e, nel resto del mondo compresa l'Italia, il giorno successivo su Amazon Video.

American Gods è stata anche rinnovata per una seconda stagione e, come ci informa DeadLine, sembra che più della metà degli script per la nuova stagione, che dovrebbe debuttare entro la prima metà del 2018, siano stati già scritti. 

La serie TV racconta la storia di Shadow, un uomo che viene rilasciato di prigione (era stato condannato a tre anni per una rapina) con tre giorni di anticipo a causa della morte della moglie Laura, rimasta uccisa in un incidente d'auto. Nel corso del viaggio per arrivare al funerale della donna, Shadow si ritrova seduto accanto ad un uomo che si fa chiamare Mr. Wednesday, che sembra conoscere tutto della vita del nostro protagonista. Wednesday chiederà a Shadow di lavorare per lui come guardia del corpo, ma l'ex galeotto non immagina di certo chi sia in realtà l'uomo che gli ha offerto un lavoro...

Gli ex sceneggiatori di American Gods: Brian Fuller e Michael Green

Ovviamente è ora partita la caccia a un nuovo showrunner, con Neil Gaiman che potrebbe essere coinvolto direttamente nel progetto, sebbene sia attualmente impegnato con la realizzazione della miniserie TV Buon Apocalisse a tutti! (ispirata al suo romanzo Good Omens, in italiano Buoni Presagi), sempre per Amazon. 

Non sono ancora note le ragioni che hanno spinto Green e Fuller ad abbandonare American Gods ma, sempre come sottolinea DeadLine, alla base di questa decisione dovrebbero esserci delle ragioni legate al budget di produzione della serie TV.

Scena di American Gods

Sembra, infatti, che il budget per la prima stagione dell'ambiziosa produzione fosse arrivato ai livelli di quello di Game of Thrones, spingendo così la casa di produzione FremantleMedia a imporre grossi tagli al budget per la seconda stagione di 10 episodi. Tali tagli non sarebbero andati molto a genio ai due showrunner, che avrebbero così deciso di abbandonare il progetto.

Al momento né il canale via cavo Starz né FremantleMedia hanno rilasciato commenti sulla situazione. Bryan Fuller si concentrerà ora sul reboot di Amazing Stories prodotto da Apple e Amblin Television, mentre Green lavorerà sul sequel di Assassinio sull'Orient Express, basato sul film Assassinio sul Nilo del 1978, a sua volta tratto dal romanzo Poirot sul Nilo di Agatha Christie.  

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.