FOX

Il Ragazzo Invisibile - Seconda Generazione, il trailer del film di Salvatores

di -

Torna il ragazzo invisibile di Gabriele Salvatores con un nuovo capitolo che lo vedrà impegnato al fianco della vera madre e della gemella.

6 condivisioni 0 commenti 0 stelle

Share

Il trailer de Il Ragazzo Invisibile - Seconda Generazione di Gabriele Salvatores, sequel de Il Ragazzo Invisibile (2014), regala un mood e sequenze spettacolari da cinecomic americano, anche se la storia non ha nulla a che vedere con i blockbuster hollywoodiani su supereroi e mutanti.

Il Ragazzo Invisibile aveva raccontato la storia di un 13enne triestino che, sorprendentemente, durante una notte di Halloween, si rendeva conto di avere un potere soprannaturale: quello di rendersi invisibile.

Le nuove avventure del Ragazzo Invisibile

La storia di Michele ripartirà esattamente dal punto in cui si era interrotta: la situazione a scuola è tornata come prima degli episodi che lo avevano visto protagonista e la ragazza che piace a Michele, Stella, sembra innamorata di un altro.

Ma una nuova svolta attende il ragazzo: arriveranno Yelena (la sua madre naturale) e la sua gemella Natasha, che riesce a manipolare il fuoco, per coinvolgerlo in una situazione pericolosa che richiede l'ausilio dei suoi poteri. Di nuovo, l'opprimente e frustrante quotidianietà del preadolescente verrà sconvolta e Michele si troverà trascinato dai progetti della madre, che vorrebbe fare luce sull'origine dei propri poteri e utilizzarli per un dominio sul mondo.

Di nuovo, come nel primo capitolo, il protagonista dovrà confrontarsi con le classiche problematiche degli adolescenti: bullismo, incapacità di comunicare, richieste di attenzione.

Michele verrà interpretato ancora da Ludovico Girardello mentre nei panni di sua madre Yelena ritroveremo Ksenia Rappoport e in quelli della sorella Galatea Bellugi. 

Dov'eravamo rimasti? Breve riassunto de Il Ragazzo Invisibile

Ne Il Ragazzo Invisibile del 2014, Michele Silenzi aveva una vita piuttosto complicata, non priva di episodi di bullismo, emarginazione, difficoltà nell'integrarsi con i compagni e ad attirare l'attenzione di Stella, per cui aveva una cotta. Scoprendo, incredulo, di avere davvero il dono dell'invisibilità, Michele cominciava a prendersi qualche rivincita contro chi gli aveva fatto del male. Ma anche il suo potere non era immune da limiti: Michele poteva "invisibilizzarsi" solo quando era senza vestiti e per un periodo di tempo limitato.

Nel frattempo alcuni bambini della scuola di Michele cominciavano a sparire e il ragazzo, in seguito, scopriva che la sua apprensiva madre (un'agente di polizia) era in realtà adottiva e che i suoi veri genitori erano prigionieri di un'organizzazione paramilitare sovietica, che compiva test su di loro per capire dove avrebbero potuto spingersi i poteri paranormali. 

La forza del Ragazzo Invisibile non era stata l'idea di replicare in chiave nostrana un cinecomic qualunque, quanto quella di raccontare un potere speciale e soprannaturale nel contesto di un mondo giovanile come metafora della crescita, del corpo che cambia, delle trasformazioni inevitabili.

Una scena de Il Ragazzo InvisibileHD01 Distribution
Michele e le sue avventure ne Il Ragazzo Invisibile

Il sequel, sempre sulla falsariga del connubio tra storie di adolescenti e poteri speciali, è stato prodotto da Indigo Film con Rai Cinema in collaborazione con Frame by Frame con il sostegno di Friuli Venezia Giulia Film Commission. A scrivere la sceneggiatura ci hanno pensato Alessandro Fabbri, Ludovica Rampoldi e Stefano Sardo.

Il poster de Il Ragazzo Invisibile - Seconda GenerazioneHD01Distribution
Il Ragazzo Invisibile - Seconda Generazione, il poster

Che ne pensate? Avete voglia di scoprire come proseguirà la storia di Michele?

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.