FOX  

Le regole del Delitto Perfetto, recensione episodio 4x01. Io me ne sto andando

di -

A volte, l'unica cosa giusta da fare è affrontare i problemi uno alla volta. E lasciare che gli altri, per una volta, non ne vengano più coinvolti. Le Regole del Delitto Perfetto è tornato su FOX

161 condivisioni 13 commenti 5 stelle

Share

Un invito. Una riunione del gruppo che condivide segreti, rancori, addirittura omicidi. Una riunione che non promette nulla di buono e che è il punto di partenza di questa nuova stagione, la quarta, de Le regole del delitto perfetto.

Dopo essere stata accusata dell’omicidio del marito - che non aveva commesso - dopo essere stata screditata dopo essere stata arrestata per un altro omicidio - che non aveva commesso - la vita di Annalise Keating è a un punto di svolta.

E, benché non venga capita o apprezzata da tutti, la sua è l’unica decisione possibile.

Il consueto conto alla rovescia è partito: una settimana prima della cena, i protagonisti vengono avvisati dell’invito di Annalise.

Laurel, mentendo al padre - ed è facile intuirlo: gli mente su tutta la linea - afferma di aver interrotto la gravidanza, cosa che risulterà falsa come il suo amore per lui. Laurel sa che il mandante dell’omicidio di Wes è proprio suo padre, e probabilmente sta elaborando un piano a riguardo, decidendo come affrontare la questione.

Intanto Connor rifiuta (col migliore rifiuto della storia, è proprio vero) la proposta di matrimonio di Oliver, Michaela e Asher stanno insieme alla luce del sole e gestiscono la rabbia di lei nei confronti di Annalise, mentre Bonnie dovrà prepararsi a ricevere un colpo inatteso e devastante. 

Ma il punto nevralgico del racconto è un altro.

Le regole del delitto perfetto: un momento della famosa cena nell'episodio 4x01

Un nuovo inizio per Annalise Keating

Annalise è in aereo, con un vicino di posto che attacca bottone: Desmond, a cui dice di chiamarsi Bonnie.

Quella che va da lui in tarda serata, determinata a portare a casa la storia di una notte, è la vecchia Annalise. La donna che affogava i dispiaceri nell’alcol e che decideva di lasciarsi andare solo per staccare la spina da una realtà insopportabile.

Ma ora, Annalise è cambiata.

Confessando a Desmond il suo vero nome - e andandosene in tempo - mostra di aver scelto di non nascondersi più.

Annalise Keating è la donna che vede ogni giorno nello specchio, ed è arrivato il momento di farci i conti.

Succede con la commovente sequenza insieme alla mamma, mentre Annalise la aiuta a cambiarsi e si prende cura di lei. E succede con la prima, insperabile apertura verso il padre, che dopo decenni chiede finalmente scusa per le azioni di suo fratello, il terribile zio Clyde.

Anziché maltrattarlo e rispondere con feroce sarcasmo, dopo aver confessato alla madre che non sarà mai pronta a perderla in una scena di fronte alla quale era praticamente impossibile non versare qualche lacrima, Annalise si limita a promettergli di chiamarlo non appena arrivata a casa.

La vecchia Annalise, questo, non l’avrebbe mai fatto.


Nuovi problemi, nuove soluzioni

La vecchia Annalise, che era pronta a pagare 5000 dollari al mese perché all’Acacia Campus si prendessero cura di sua madre - la quale ha invece scelto di restare a casa col marito - sarebbe precipitata nel panico per le ultime notizie: la sorella di Sam ha fatto bloccare i pagamenti dell’assicurazione sulla casa, sulla quale rivendica dei diritti.

Annalise non ha più una casa - si stabilisce in un albergo non proprio modernissimo.

Non ha più denaro - con la sospensione dei pagamenti assicurativi.

Forse non avrà più un lavoro - l’udienza per la radiazione andrà bene, ma in questo momento Annalise non lo sa ancora.

Anziché attaccarsi (comprensibilmente, volendo) alla bottiglia, la nostra indomita protagonista cambia strategia.

Si prepara ad affrontare un problema alla volta, determinata a rimettersi in gioco.

Dopo aver vinto in tribunale ed essersi assicurata un futuro da avvocaton (resta da vedere quali e quanti clienti troverà), inizia la terapia imposta dal tribunale (con Jimmy Smits nei panni del dottor Isaac Roa, nuovo personaggio della stagione).

E decide di lasciare libere tutte le persone che, standole vicino, hanno pagato a caro prezzo il loro affetto o la loro fiducia in lei.

Quando propone alla madre il ricovero all’Acacia, Annalise viene presa a male parole. Addirittura, la madre le dice che chiunque le stia vicino muore, o peggio.

Annalise ha interiorizzato quelle parole, che evidentemente condivide. E ha scelto di fare la cosa giusta: concedere anche agli altri, non solo a se stessa, un nuovo inizio.

Consapevole che così facendo rimarrà, di fatto, completamente sola…

Le regole del delitto perfetto: Annalise nell'episodio 4x01

Colpi di scena ne Le Regole del Delitto Perfetto

Come da tradizione, la terribile cena - l'unico ad andarsene in modo sobrio, con un semplice "Grazie", è Connor - viene seguita da un colpo di scena che chiude questo primo episodio.

Il dottor Roa corre in ospedale. Qualcuno è stato ricoverato. Una donna. Sentiamo parlare di droga trovata nel sangue. Pensiamo subito che si tratti di Annalise, ma ci sbagliamo: in quel letto d'ospedale c'è Laurel, e senza pancione. Una Laurel intenta a gridare disperatamente, chiedendo dov'è il suo bambino.

Non sappiamo ancora se il grande mistero della stagione sarà proprio questo, ovvero scoprire cos'è successo a Laurel e perché il dottor Roa si trovi al suo capezzale, ma una cosa è certa: Le regole del delitto perfetto promette di continuare a sorprenderci con continui colpi di scena. Di stupirci con interpretazioni fuori dall'ordinario. E di tenerci incollati allo schermo, episodio dopo episodio, mentre le vite dei suoi protagonisti vanno a rotoli... Di nuovo.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.