FOX

Dopo Infinity War e Avengers 4 cambierà tutto: chi dirà addio?

di -

Kevin Feige e i protagonisti dei film Marvel hanno parlato di come Avengers 4 sancirà l'addio di alcuni veterani.

Gli scatti di Vanity Fair coi protagonisti dei cinecomic Marvel

289 condivisioni 6 commenti 0 stelle

Share

Un villain ancora più temibile di Thanos attende la vecchia guardia dei Vendicatori. È l'ineluttabile scorrere del tempo, ciò che costringe i Marvel Studios - rilevati da The Walt Disney Company per 4 miliardi di dollari nel 2009 - a celebrare sì 10 anni di avventure sul grande schermo ma anche a fare i conti con l'invecchiamento dei suoi attori di punta.

Nel corso di questi anni gli studios hanno riesumato divi in difficoltà - su tutte Robert Downey Jr. - lanciato nuove star (Tom Hiddleston), coinvolto le icone di Hollywood - Glenn Close, Anthony Hopkins, Robert Redford e Michael Douglas - ammaliato performer di successo, vedasi i casi di Benedict Cumberbatch e Cate Blanchett. È giunto il momento di tagliare il (primo) traguardo: lo scollinamento avverrà con Avengers: Infinity War, crossover che lancerà il gruppo in volata verso il finale di tappa, Avengers 4.

Per dirla con le parole di Tony Stark, sarà "il game over" della prima era cinematografica Marvel - divisa in 3 fasi - iniziata con Iron Man nell'ormai lontano 2008.

Da Iron Man alle serie TV, il mondo Marvel tra piccolo e grande schermoHDPag. Facebook 'Universo Cinematografico Marvel'

Il mucchio selvaggio

Vanity Fair, in un afoso weekend dello scorso ottobre, ha fatto visita agli studios della Casa delle Idee appena fuori Atlanta. Per l'occasione si sono riunite ottantatre personalità di spicco - tra cast, produttori e registi - che hanno animato l'ultimo decennio del cinema d'intrattenimento a tinte super. Da Mark Ruffalo a.k.a. Hulk a Vin Diesel, la voce di Groot nell'originale, da Angela Bassett, madre sul grande schermo di Chadwick 'Black Panther' Boseman, alla Vedova Nera Scarlett Johansson, passando per il deus ex machina dei fumetti della Casa delle Idee: Stan Lee, co-creatore di Iron Man, Spider-Man, Doctor Strange, i Fantastici Quattro e gli X-Men.

Il magazine ha immortalato le star in alcuni suggestivi scatti, dedicando a Thor e Co. ben 4 variant cover. La visita di Vanity Fair è stata il pretesto per tirare le somme e per parlare del futuro del multi-franchise con il CEO Kevin Feige, che ha subito confessato alla reporter Joanna Robinson "di avere in cantiere altri 20 cinecomic" (ciò significa che vedremo supereroi sul grande schermo almeno fino al 2029).

Da Chris Hemsworth a Chris Pratt, i supereroi Marvel immortalati da Vanity FairHDVanity Fair

A rincarare la dose ci ha pensato Bob Iger, amministratore delegato Disney, che ha assicurato di possedere i diritti di sfruttamento di oltre 7mila personaggi dei fumetti: "Siamo alla ricerca di mondi completamente separati da quelli che abbiamo esplorato finora".

Tradotto: Avengers 4 segnerà la fine di un'epoca, sarà il capolinea per alcuni veterani, snodo verso una quarta fase che inevitabilmente vivrà di nuovi alfieri, da Spider-Man all'attesa Captain Marvel di Brie Larson. Vediamo quindi gli alti e bassi di 10 anni di cinema supereroistico, provando a immaginare il futuro interpretando le parole dei diretti interessati.

Vanity Fair

Lascia o... raddoppia?

10 anni di avventure sul grande schermo portano la firma - nel bene e nel male - di un uomo solo: Kevin Feige, il produttore fanboy con l'immancabile berretto da baseball. A Feige si deve l'idea - poi concretizzatasi - di dar vita ad un universo cinematografico che riunisse i beniamini dei fumetti Marvel. L'operazione è stata rischiosa ("Si corre sempre il pericolo di scadere nel ridicolo quando si ha a che fare con eroi in calzamaglia") ma il successo di Iron Man nel 2008 - 98 milioni di dollari solo nel weekend di apertura - ha illuminato il cammino su cui sono piovuti i fantastiliardi del box-office.

Certo non sono mancati i passaggi a vuoto - pellicole come Iron Man 2 e Thor: The Dark World non hanno convinto la critica - e le battute d'arresto, verificatesi in occasione degli addii di Edgar Wright (addirittura in corsa, poco prima dell'inizio delle riprese di Ant-Man) e di Joss Whedon, passato nel frattempo alla DC con la co-regia di Justice League.

Se riducessimo, però, i risultati degli studios agli highlights di un match di calcio, le occasioni a favore del team Marvel supererebbero di gran lunga le défaillance. Tanti gli exploit, sia in termini di qualità che di resa al botteghino. Si pensi a James Gunn e al suo Guardiani della Galassia oppure alla solidità di un film come Captain America: The Winter Soldier.

Vecchia guardia vs nuove leve

Ora però che il presente è già futuro, è giunto il momento del "gran finale". Perché è abbastanza evidente che la fisionomia del Marvel Cinematic Universe cambierà dopo Avengers 4, descritto da Feige come un vero e proprio spartiacque:

Ci sarà un prima e un dopo Avengers 4. Saranno due periodi distinti, ma non come la gente se li aspetta. Il film avrà un qualcosa di mai visto prima in un superhero movie: un finale.

Le parole di Feige suggeriscono addii eccellenti? Mai come questa volta la risposta potrebbe essere affermativa. "Tutte le cose belle finiscono prima o poi", ha confessato a Vanity Fair Mark Ruffalo, che ha raccolto in questi anni il testimone di Hulk da Eric Bana ed Edward Norton.

Proprio Ruffalo - e il suo Golia Verde - è uno degli indiziati a lasciare per sempre gli Avengers. Gli altri contratti in scadenza degli studios sono quelli di Robert Downey Jr., Jeremy Renner, Chris Hemsworth, Chris Evans (colui che fece penare un intero weekend Kevin Feige per la firma dell'accordo) e Scarlett Johansson, che si è detta pervasa da quella "malinconia agrodolce" che si prova ogniqualvolta scorrono i titoli di coda di un'esperienza coinvolgente, che sia una festa oppure l'ultimo giorno di vacanza.

La strada sembra quindi tracciata, gli indizi sono disseminati qua e là: chi lascerà spazio alle nuove leve? Chi invece traghetterà gli ultimi arrivati verso la Fase 4? Lo scopriremo nel giro di un anno e mezzo: il 25 aprile 2018 arriverà nelle sale italiane Avengers: Infinity War, l'anno successivo sarà la volta di Avengers 4.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.