FOX  

The Exorcist 2, recensione episodio 5: Grazie a Dio, non a me

di -

Una sconvolgente verità viene svelata a metà del cammino di The Exorcist 2, con padre Tomas e Marcus ormai certi che qualcosa non vada nell'isola della casa-famiglia di Andy...

1 condivisione 0 commenti

Condividi

Il quinto episodio di The Exorcist 2, che si colloca esattamente a metà strada tra l'inizio e la fine della serie TV, ci offre, finalmente, un colpo di scena del tutto inaspettato. 

Dopo i primi 4 episodi, che si sono caratterizzati per una tensione, un'inquietudine e un terrore crescente, l'episodio "Grazie a Dio, non a me" si caratterizza per l'offerta, al telespettatore, di una tremenda verità. Ad onor del vero, avevamo immaginato come qualche cosa di sinistro aleggiasse intorno alla piccola Grace (Amélie Eve), ma di certo non ci saremmo mai aspettati che la bellissima bambina altro non sia che un'emanazione demoniaca visibile soltanto agli occhi di Andy (John Choo).

La verità ci viene offerta in tutta la sua crudezza grazie alla curiosità di Verity, con il demone che riesce persino ad impossessarsi, in questo quinto appuntamento con The Exorcist, del corpo del giovane Truck.

L'ex psicologo Andy Kim, già schiacciato dal peso del suicidio mai superato della moglie Nicole, finalmente realizza che Grace non esiste ed altro non è che frutto della sua immaginazione. Kim tenta di superare quello che ritiene un semplice esaurimento nervoso, ma le cose sembrano destinate decisamente a peggiorare...

The Exorcist 2x05, Andy Kim con Grace

Anche l'apparizione di Nicole in forma corporea, per tormentare ancor più l'uomo, contribuirà a compromettere non poco il già poco stabile equilibrio di Andy.

Del resto, a confermare come qualcosa di maligno e sinistro aleggi sulla casa-famiglia di Andy, ci penseranno le parallele indagini condotte da Padre Tomas e Marcus. L'episodio mostra come i due siano sicuramente complementari e necessari l'uno all'altro. Mentre Tomas (Alfonso Herrera), infatti, è preda di terrificanti visioni che gli fanno "sentire" i tormenti vissuti dalle vittime della demoniaca forza che aleggia sull'isola, Marcus (Ben Daniels) apprende grazie a un giro in barca con Peter (Christopher Cousins), di un fatto tragico.

Negli anni '50 un uomo di nome Glenn, sull'isola, sterminò tutta la sua famiglia, ad eccezione della sua primogenita, con cui lo stesso Marcus intraprende una brillante conversazione che lo illumina su determinate vicende facenodogli comprendere all'ex prete come, con ogni probabilità, l'uomo fosse impossessato.

The Exorcist 2x05, il demone sotto forma di Grace

Mentre Kim e i suoi ragazzi passano una notte all'aperto, che mette a nudo le terribili situazioni vissute da alcuni dei ragazzi della casa-famiglia, Marcus e Peter sono i protagonisti di una toccante conversazione che svela i terribili traumi patiti dai due uomini in passato. Marcus, l'ex prete che a soli 7 anni ha ucciso suo padre colpevole di violenza domestica ai danni di sua madre, e Peter, che non riesce a perdonarsi il sangue innocente che ha dovuto versare durante le sue missioni in Kosovo.

Molto interessante è anche la svolta "carnale" dello stesso Marcus, che finisce con il cedere alle tentazioni della carne baciando Peter dopo il loro emozionante confronto. Del resto Marcus non è più uomo di Chiesa e sembra aver perso la fede in Dio dopo essere stato scomunicato.

La seconda stagione di The Exorcist (è il caso di dirlo) si distacca del tutto dalla prima stagione della serie TV che, in maniera molto più evidente, si ispirava al film originale del 1973 con un caso di possessione demoniaca decisamente più "classico" e "da manuale". Nessuna scena sembra essere particolarmente cruenta, ma le visioni di padre Tomas, che vive sulla propria pelle i tormenti vissuti dalle vittime del demone dell'isola, sono particolarmente inquietanti e disturbanti, acuendo un senso di profondo malessere che sembra destinato ad esplodere.

Si intuisce anche come il potente demone che si è manifestato a Kim attraverso Grace abbia una predilezione per i ragazzi, rendendoci palese i motivi per cui la casa-famiglia di Kim sia una delle mete più ambite dal demone. The Exorcist 2 colpisce per la straordinaria capacità di farci conoscere il Male senza farcelo vedere in maniera ben definita, ma andando a scavare nelle paure e nei traumi più profondi dei nostri protagonisti, messi a nudo dalla loro stessa umanità più che dal demone.

Difficile prevedere cosa accadrà nelle prossime puntate ed è proprio questo profondo senso di mistero e di inquietudine che determina il successo di The Exorcist 2. Riusciranno Marcus e Tomas a fermare in qualche modo il sorprendente demone che ha preso di mira Andy e la sua famiglia? Per scoprirlo non ci resta che attendere l'ultimo episodio di The Exorcist 2 prima della pausa natalizia, in onda il 18 dicembre, alle 22:10, sempre su FOX. 

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.