FOX

Mark Hamill sul Red Carpet di Star Wars: difficile essere Luke Skywalker

di -

Questa nuova versione del suo personaggio, il celebre Luke Skywalker, ha spiazzato Mark Hamill che ci ha raccontato come Star Wars: Gli ultimi Jedi lo abbia sorpreso. Le video interviste dal red carpet di Londra all'attore e al resto del cast.

54 condivisioni 1 commento 5 stelle

Share

Sul Red Carpet dell'anteprima londinese, presso la Royal Albert Hall, abbiamo incontrato e intervistato il cast di Star Wars: Gli ultimi Jedi

Ci ha sorpreso molto la dichiarazione di Mark Hamill, che interpreta Luke Skywalker, uno degli ultimi Jedi rimasti nella galassia di Star Wars. Avevamo lasciato Luke, alla fine dell'Episodio VII - Il Risveglio della forza, insieme a Rey (Daisy Ridley), sbarcata sull'isola dove Luke vive da eremita, per cercare un maestro che le indichi la via da seguire. Ma quello che troverà in Episodio VIII non è il Luke che si aspetta. Sentimento, a quanto pare, condiviso anche dall'attore che da quaranta anni lo interpreta.

Mark ci rivela che vedremo un Luke Skywalker molto diverso da quello a cui siamo stati abituati. Luke Skywalker è sempre stato un ottimista, ora è diventato un eremita e un pessimista. E' stato difficile per Mark, che ha detto a Rian

Gli Jedi non si arrendono mai!

Perchè questo cambiamento? Mark ci conferma di nutrire un grande rispetto per Rian, che ha creato un nuovo capitolo di Star Wars che lo ha decisamente sorpreso. Va bene così. Nessuno vuole vedere sempre le stesse vecchie cose. Ci racconta che se fosse stata la solita  versione di Obi Wan Kenobi sarebbe stato noioso.

I fan sono rimasti spiazzati allo stesso modo, colpiti in maniera positiva e al tempo stessa negativa, ma questo succede quando si vuol compiere un cambiamento e rischiare, cercando di creare un nuovo universo in parte diverso da quello che conosciamo.

Sul tappeto rosso abbiamo incontrato anche Andy Serkis, che interpreta il Leader supremo Snoke, utilizzando la performance capture, tecnica che lo ha reso famoso nel mondo di Hollywood, rendendolo una vera leggenda, paragonabile a un maestro Jedi nel suo campo. Andy ci ha svelato che quando ha iniziato questa avventura con Il Signore degli Anelli, non sapeva se avrebbe funzionato. Si ritiene fortunato ad aver interpretato personaggi così iconici nel corso degli anni, che hanno aiutato la tecnologia applicata al cinema a spingersi sempre più avanti. Ora molti attori vogliono interpretare ruoli utilizzando la tecnica della performance capture, perchè hanno capito le potenzialità straordinarie che offre.

La tecnologia offre la libertà agli attori. Non importa il tuo sesso, il colore della pelle, quanto sei grande o piccolo, puoi interpretare tutto.  Filosoficamente, da un punto di vista attoriale, è straordinario.

Star Wars: Gli ultimi Jedi è al cinema dal 13 dicembre, distribuito dalla Walt Disney Pictures Italia.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.