Scovata una missione di Red Dead Redemption 2 in GTA Online

di -

I fan di Grand Theft Auto Online hanno scoperto nel gioco una missione speciale che potrebbe essere legata a Red Dead Redemption 2. La prossima produzione di Rockstar Games debutterà nel 2018 su PlayStation 4 e Xbox One.

Il protagonista di RDR2 a cavallo

1 condivisione 0 commenti 0 stelle

Share

Lo ''spaghetti western'' di Rockstar Games è, senza sorprese, uno dei videogame più attesi del 2018.

Fin dall'annuncio, Red Dead Redemption 2 è riuscito a scalare con facilità la classifica dei ''most wanted'' della comunità videoludica, desiderosa di vivere nuove avventure a mondo aperto da più di un lustro sulle console di ultima generazione a marchio Sony e Microsoft - vale a dire PlayStation 4 e Xbox One.

E se la data di uscita ufficiale non è ancora stata annunciata dal team di sviluppo - gli ultimi rumor vorrebbero comunque il debutto in primavera -, gli appassionati sono costantemente a caccia di indizi e informazioni inedite, che possano rendere il tempo che ci separa dal lancio un po' più dolce. 

L'ultimo caso arriva da un'altra produzione della ''R stellata'', quel Grand Theft Auto Online sempre sulla cresta dell'onda.

Da alcuni giorni è infatti disponibile l'aggiornamento ''The Doomsday Heist'' per la modalità online di Grand Theft Auto V, al cui interno sarebbero presenti alcuni easter egg dedicati proprio al secondo capitolo di Red Dead Redemption. Nello specifico, è stata introdotta una speciale missione a tema western, con tanto di ricompense tratte dal futuro RDR2.

Gli utenti hanno scandagliato i file dell'update, trovando un revolver, una speciale texture e una sfida legata a doppio filo al prossimo, grande gioco di Rockstar. Potete vedere le prime immagini nel tweet riportato in calce.

Stando a quanto riportato dal sito Gamerant, se portata a termine, la nuova missione di GTA Online - Double Action Revolver Head Shot Challenge -, ci ricompenserà con un'arma speciale e dei crediti da poter utilizzare in Red Dead Redemption 2.

Non ci resta che attendere comunicazioni ufficiali da parte del team di sviluppo newyorkese per scoprire se si tratti di una bufala o di una golosa verità.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.