FOX

Jason Priestley: 'Diedi un pugno in faccia ad Harvey Weinstein'

di -

La vicenda Weinstein continua a regalare episodi inediti: nel 1995 Jason Priestley prese a pugni Harvey Weinstein durante una festa Miramax.

Jason Priestley in primo piano

152 condivisioni 3 commenti

Condividi

L'indimenticabile Brandon di Beverly Hills 90210 e attuale interprete di Private Eyes Jason Priestley ha raccontato di aver dato un pugno al produttore Harvey Weinstein.

L'episodio risale al 1995 ed è contestualizzato all'interno di una festa Miramax in occasione dei Golden Globe.

All'epoca, Priestley era uno dei protagonisti della serie più guardata del decennio e il suo ascendente sul pubblico era altissimo. L'attore era stato candidato ai Golden Globe per la sua interpretazione in Beverly Hills 90210, ma il premio andò poi a Dennis Franz per New York Police Department.

Il racconto di Jason Priestley

Jason Priestley negli anni '90

A raccontare l'episodio del pugno, a distanza di oltre 20 anni, è stato lo stesso Priestley su Twitter. Il fatto riportato dall'attore lascia stupefatti: in sostanza, Weinstein durante la festa gli avrebbe intimato di andarsene per poi negare di averlo fatto. Facendo di il gesto di abbandonare il party, Priestley si era sentito trattenere dalla robusta mano del produttore.

[Weinstein n.d.r.] mi rispose: 'Non ho detto che devi andartene'. E io; 'Mi hai appena detto di andarmene via'. L'atmosfera si stava surriscaldando, lui mi strinse più forte e mi disse: 'Perché non usciamo e ne parliamo fuori?'. Era tutto quello che avevo bisogno di sentire.

La reazione dell'attore fu fulminea.

Gli dissi: 'Con te non vengo da nessuna parte' mentre gli tiravo un pugno col destro in pieno viso. Arrivarono le guardie della sicurezza, ci separarono, e io fui scortato fuori dalla festa.

Rimangono alcuni punti oscuri: perché Weinstein voleva che Jason lasciasse la festa, per poi affermare di non averlo mai detto? Forse tra i due c'è stato solo un equivoco? Jason Priestly non si è soffermato sui motivi della lite, ma ha riportato l'episodio così come lo ricorda, con tanto di minacce da parte del produttore.

Harvey Weinstein nella bufera

Harvey Weinstein fu colpito da un pugno di Jason Priestley

È improbabile che in questo momento Harvey Weinstein pensi a replicare a Jason Priestley: sul produttore gravano parecchie accuse di violenze e molestie e ricatti sessuali a giovani attrici e modelle per l'assegnazione di ruoli in film Miramax. L'inchiesta di Ronan Farrow per New Yorker risalente allo scorso ottobre ha evidenziato diversi episodi che vedono coinvolte personalità del mondo dello spettacolo (alcune ora molto affermate, ma negli anni '90 semi-esordienti o giovani ai primi passi della carriera) come Asia Argento, Angelina Jolie, Cara Delevingne, Mira Sorvino.

Qualcuno ha raccontato la propria versione dei fatti: come Tarantino, che si è pentito di "non aver fatto di più" per fermare il produttore, e George Clooney, che ha affermato di non conoscere certi retroscena.

In realtà, a parlare per prima del pugno alla festa è stata l'attrice Tara Strong, ricollegandosi al veto di Weinstein a Peter Jackson ne Il Signore degli Anelli sulle attrici Mira Sorvino e Ashley Judd.

Non sono affatto sorpresa del fatto che al mio caro amico Jason Priestley capitò di prendere a pugni Weinstein una notte a una festa. Vai Jay!

Poi, interpellato a riguardo, Priestley ha fornito la sua versione.

Che ne pensate di questo episodio?

Condividi

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.