FOX

For the Love of Spock, uno sguardo pieno di fascino a Leonard Nimoy

di -

Una figura capace di ammaliare il pubblico fuori e dentro lo schermo, Leonard Nimoy è ormai un'icona della cultura popolare. A lui e alla sua eredità è dedicato il documentario For the Love of Spock, da poco disponibile in Italia anche in Home Video.

Leonard Nimoy in costume da Spock sulla cover di For the Love of Spock

31 condivisioni 1 commento 5 stelle

Share

Il 27 febbraio 2015 si spegneva a 83 anni una delle icone della fantascienza mondiale. La stella di Leonard Nimoy, però, non ha mai smesso di brillare.

Sebbene la carriera dell'attore conti altri ruoli importanti, il suo nome sarà per sempre associato a quello del Signor Spock, il personaggio che per primo conquistò il pubblico di Star Trek. Nimoy è stato un tassello fondamentale della saga fino agli ultimi anni di vita, quando ha ripreso il suo storico ruolo nei nuovi film del franchise.

L'idea di dedicare un documentario al vulcaniano è stata del figlio di Nimoy, Adam. Ma il tributo a Spock, accolto con entusiasmo dall'attore, si è presto trasformato in uno al suo stesso interprete. Così è nato For the Love of Spock, un toccante film che ripercorre la vita di Nimoy e ne spiega l'influenza sulla cultura popolare.

Leonard Nimoy in costume da Spock col giovane figlio Adam sul set di Star TrekFor the Love of Spock
Il giovane Adam Nimoy col padre sul set di Star Trek

Presentato al Tribeca Film Festival nel 2016, oggi il documentario è finalmente arrivato anche in Italia sul mercato degli Home Video. Scopriamo meglio di cosa parla nella recensione del cofanetto Blu-ray.

"Lunga vita e prosperità"

Il tradizionale augurio vulcaniano di Spock ha ampiamente ripagato Leonard Nimoy, la cui figura continuerà a prosperare ancora per molti anni nell'immaginario comune.

L'omaggio più bello all'attore, però, è già arrivato. For the Love of Spock non è un semplice documentario, ma una vera e propria lettera d'amore scritta dalla famiglia di Nimoy, dai suoi colleghi di set, e da tutti i fan che la sua figura ha toccato nei lunghi anni di carriera.

Adam Nimoy e il suo team hanno editato magistralmente il film, che si disfa subito del tradizionale "alone documentaristico" per raccontare una storia piena di emozioni. Sono due quelle che dominano la scena: un forte senso di nostalgia e un ancor più forte orgoglio per i traguardi, personali e professionali, raggiunti dall'attore.

Un anziano Spock porge il saluto vulcaniano
Un anziano Leonard Nimoy riprende il ruolo di Spock nei nuovi film di Star Trek

Il documentario ha un intreccio lineare, e procede mettendo sempre in contrasto i "due volti" di Nimoy: la persona e il personaggio. Da una parte abbiamo il padre di famiglia, un vero "uomo del Rinascimento" che continua a reinventare sé stesso ma che fatica a trovare un equilibrio tra la carriera e l'amore per i suoi cari. Dall'altro c'è Spock, con tutte le responsabilità e le ricompense che il vulcaniano porta con sé.

Il documentario scorre veloce nei suoi 113 minuti, svelandoci interessanti aneddoti legati all'improvvisa ed esplosiva popolarità di Spock.

Le testimonianze della famiglia di Nimoy, in primis quelle dei figli Adam e Julie, offrono uno sguardo inedito alla vita privata dell'attore e regista, non tacendo nemmeno la decennale lotta contro l'alcolismo o i conflitti coi figli, risolti dopo anni di silenzi.

Neanche i colleghi hanno difficoltà a tracciare un ritratto a tutto tondo dell'attore. Gli interpreti della serie classica di Star Trek, da George Takei (Hikaru Sulu) a Nichelle Nichols (Uhura) descrivono con affetto il loro rapporto con Nimoy. Dal canto suo, William Shatner spiega come Gene Roddenberry, il creatore della serie, gli fece capire che la popolarità di Spock non avrebbe danneggiato in alcun modo il suo Capitano Kirk. "E da allora cambiò tutto": era nato un sodalizio che sarebbe durato per intere decadi.

I due Spock: Leonard Nimoy e Zachary Quinto nel 2009

For the Love of Spock raccoglie anche le testimonianze di una nuova generazione di attori. Tra gli altri, a parlarci del loro rapporto con Nimoy ci sono Jim Parsons, che collaborò con lui per alcuni episodi di The Big Bang Theory, e il cast e i produttori dei nuovi film di Star Trek: Karl Urban, Chris Pine, Zoe Saldana, Simon Pegg, e ovviamente Zachary Quinto, il giovane volto di Spock.

Ma è probabilmente J. J. Abrams a rivelare per la prima volta un aneddoto che ben cattura lo spirito resiliente (e testardo!) di Nimoy. Durante la lavorazione del film Star Trek del 2009, il "vecchio Spock" (già ultrasettantenne all'epoca) cadde e si fratturò il naso. Nonostante la preoccupazione del regista, l'attore insistette per continuare le riprese, rifiutando di interrompere in alcun modo il proprio lavoro.

In un certo senso, Leonard Nimoy è ancora all'opera. Punto di riferimento nel mondo sci-fi, il suo volto, con tanto di orecchie a punta e sopracciglio sollevato, rimane uno dei più amati del panorama televisivo di sempre.

L'edizione italiana del Blu-ray

Dopo aver trionfato al festival di genere Fantasia Film Fest nel 2016, For the Love of Spock è disponibile dal dicembre 2017 sul mercato Home Video italiano.

Koch Media ci propone il documentario in DVD e Blu-ray. Entrambi i formati sono custoditi in un cofanetto identificabile grazie al bellissimo poster del film: il profilo su sfondo bianco del giovane Leonard Nimoy in costume da Spock, dove i neri si confondono ai confini dello spazio inesplorato.

All'interno troviamo un singolo disco. A fargli da sfondo c'è la scena di apertura del documentario, parzialmente ripresa anche sul retro del packaging: l'immagine di Nimoy su televisori appartenenti a generazioni diverse, a colori e in bianco e nero. Sugli schermi si affacciano alcuni dei giornalisti che diedero l'annuncio della morte dell'attore.

Il menu di navigazione del Blu-ray è semplice e, tramite la voce Scene, ci consente di navigare tra 20 scene predefinite tramite una piccola thumbnail di anteprima. 

In Setup, accanto a quella inglese, è presente anche la traccia audio italiana, una localizzazione in voice over dove la traduzione nella nostra lingua si sovrappone al parlato originale. Si tratta di una gradita sorpresa, visto che la traccia è assente su canali streaming come Netflix, dove il documentario si più guardare solo in inglese.

Queste le informazioni tecniche del Blu-ray di For the Love of Spock:

  • Durata: 113 minuti
  • Video: 1920x1080 pixels, 24 frame al secondo - 16:9 (1.77:1)
  • Lingue: DTS-HD Master Audio: Inglese 2.0, Italiano 2.0
  • Sottotitoli: Italiano

Nel disco non sono presenti contenuti aggiuntivi, riservati alla Special Director's Edition del mercato statunitense.

For the Love of Spock: i cofanetti DVD e Blu-ray
For the Love of Spock è disponibile in DVD e Blu-ray anche in Italia

For the Love of Spock è un tributo sentito e soprattutto onesto alla figura Leonard Nimoy e alla sua eredità culturale.

Il documentario ha il grande pregio di aver catturato due lati della figura dell'attore (quello prettamente umano, e quello di icona moderna), presentandoceli in una sintesi quasi perfetta.

La visione del film è consigliata non solo ai fan di Star Trek, ma a tutti coloro che vogliano scoprire una delle personalità più affascinanti del mondo televisivo e cinematografico, capace di conquistare il pubblico con una semplicità quasi disarmante.

Insomma: non fatevi scappare l'occasione di aggiungere questo documentario alla vostra collezione. For the Love of Spock ha preparato per voi un viaggio davvero interessante. 🖖

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.