FOX

Paul Sorvino attacca Harvey Weinstein: la figlia Mira lo ringrazia

di -

Paul Sorvino ha detto che vorrebbe uccidere Harvey Weinstein per quello che ha fatto a sua figlia. Andando oltre le parole, Mira l'ha ringraziato per la dimostrazione di affetto.

Paul e Mira Sorvino al Giffoni Film Festival

9 condivisioni 0 commenti

Condividi

Sono passati 3 mesi dalle inchieste di The New York Times e The New Yorker che hanno fatto esplodere lo scandalo delle molestie sessuali a Hollywood e Harvey Weinstein è sempre nell'occhio del ciclone. Stavolta, ad attaccarlo è stato il padre di una delle sue vittime, Paul Sorvino. L'attore si è spinto a dire che vorrebbe uccidere il produttore per quello che ha fatto a sua figlia Mira.

Paul Sorvino e il durissimo attacco a Harvey Weinstein

A scatenare l'ira della star di Law & Order - I Due Volti della Giustizia è stata una intervista rilasciata da Peter Jackson un paio di settimane fa.

Secondo la testimonianza del regista, l'ex boss di Miramax gli avrebbe sconsigliato vivamente di ingaggiare Mira Sorvino e Ashley Judd per Il Signore degli Anelli, affermando che lavorare con loro era "un incubo". Per Jackson, Weinstein avrebbe orchestrato una campagna diffamatoria contro le due attrici, rendendo a entrambe la vita difficile a Hollywood.

La vincitrice dell'Oscar per La Dea dell'Amore ha reagito ringraziando il regista per l'onestà e dichiarando che le sue parole hanno confermato un sospetto che aveva da tempo, ovvero che il produttore abbia ostacolato la sua carriera dopo che lei ha rifiutato le sue avances.

Come la stessa Mira ha raccontato a Ronan Farrow nell'inchiesta per The New Yorker, Weinstein avrebbe avuto un comportamento inappropriato con lei in occasione della promozione della Dea dell'Amore al Toronto International Film Festival e poi si sarebbe presentato a casa sua a New York nel cuore della notte, venendo faticosamente allontanato con una bugia (l'attrice ha detto che stava arrivando il suo ragazzo).

La questione sembrava chiusa così, invece nei giorni scorsi una troupe di TMZ ha intercettato Paul Sorvino e gli ha chiesto cosa provasse a sapere che Harvey Weinstein avrebbe impedito a sua figlia di ottenere la fama e il successo ai quali appariva destinata.

La reazione del padre di Mira (che potete vedere nel video qui sotto) è stata durissima:

Se dovessi incontrare [Harvey Weinstein, n.d.r.] per strada... Deve solo sperare di andare in galera, perché se dovessi incrociarlo, si ritroverebbe sdraiato per terra. In qualche modo. Magicamente. Deve andare in prigione. Oh, sì. Quel figlio di p******. Meglio per lui se ci va, perché altrimenti dovrà vedersela con me. E io lo ucciderò, quel gran b*******. Proprio così.

Paul Sorvino ha aggiunto che era all'oscuro delle molestie del produttore a Mira e del presunto tentativo di danneggiare la carriera di sua figlia e che l'ha scoperto quando è esploso lo scandalo:

Se avessi saputo cos'era accaduto, adesso [Harvey Weinstein, n.d.r.] non potrebbe camminare. Sarebbe su una sedia a rotelle. [Quando ne sono venuto a conoscenza, n.d.r.] ero furioso. 

L'attore ha concluso dicendo di essere molto orgoglioso di Mira:

Mia figlia è una persona meravigliosa e non si meritava di essere trattata così da quel maiale. Quel porco sarà punito. La giustizia farà il suo corso. Andrà in galera e morirà dietro le sbarre. E se non sarà così... Harvey, vieni, ho qualcosa da dirti.

Mira ha reagito alla "violenta" dimostrazione di affetto del padre con un tweet da cui traspare il sentimento fortissimo che la lega al genitore e la riconoscenza per la sua presa di posizione, anche se decisamente sopra le righe:

Da questo momento, l'amore che provo per mio padre può solo continuare a crescere. Ho il cuore gonfio d'amore. È il più amorevole dei padri, il più bravo degli attori, il migliore dei tenori lirici, il più talentuoso dei visual artist. È il consigliere più saggio e più umano e il miglior nonno di sempre.

Invece, Harvey Weinstein e i suoi legali non hanno commentato. Almeno, per il momento.

Restate sintonizzati per sapere se ci saranno nuovi sviluppi.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.