FOX

Logan Paul: YouTube prende provvedimenti dopo il video con l'uomo suicida

di -

YouTube ha preso provvedimenti contro il vlogger Logan Paul, che il 31 dicembre 2017 ha pubblicato sul proprio canale un video che mostrava un uomo suicida.

Logan Paul a un evento ufficiale

169 condivisioni 24 commenti 4 stelle

Share

Il 2018 di YouTube si è aperto all'insegna di una enorme polemica. Il 31 dicembre 2017, il vlogger da quasi 16 milioni di utenti Logan Paul ha pubblicato sul proprio canale il video di un uomo suicida. Il filmato, realizzato nella tristemente famosa foresta di Aokigahara, in Giappone, ha provocato una gigantesca ondata di indignazione (che è andata ben oltre i confini della piattaforma web) ed è stato rimosso.

Logan ha chiesto scusa per l'accaduto e ha deciso di sospendere per un po' la sua attività e di prendersi del tempo per pensare, ma la vicenda non è finita lì. Tutt'altro.

Dopo una lettera aperta su Twitter in cui ha condannato l'operato del vlogger 21enne, YouTube ha preso provvedimenti contro il giovane.

YouTube vs Logan Paul: i fatti e le conseguenze

Come scrive The Hollywood Reporter, il sito di video sharing ha deciso di punire Logan privandolo del privilegio di top creator e mettendo in stand-by la sua collaborazione con YouTube Red, il servizio di streaming a pagamento della piattaforma, che produce anche serie e film originali con il marchio YouTube Red Originals:

Alla luce dei recenti avvenimenti, abbiamo deciso di rimuovere il canale di Logan Paul dalla selezione Google Preferred. Inoltre, Logan non prenderà parte alla quarta stagione di Foursome e i suoi nuovi progetti per YouTube Red Originals sono stati messi in stand-by.

La presa di posizione di YouTube implica delle conseguenze non di poco conto per la sua giovane star.

La rimozione del canale di Logan dalla selezione Google Preferred significa una sostanziosa perdita di introiti pubblicitari. Questo non vuole dire che il vlogger non possa più pubblicare annunci, ma che il loro ritorno in termini economici sarà minore.

Invece, il ban (temporaneo o permanente, al momento non è dato sapere) dai progetti di YouTube Red Originals rappresenta una brusca frenata nella corsa verso Hollywood del giovane youtuber. Non solo Logan è stato tagliato dalla commedia romantica Foursome (la cui terza stagione, in cui appare regolarmente, è stata rilasciata l'1 novembre 2017), ma non potrà realizzare l'annunciato seguito del thriller fantascientifico The Thinning, The Thinning: New World Order.

Del resto, che YouTube prendesse provvedimenti contro il vlogger era stato anticipato nella lettera aperta pubblicata dalla piattaforma web su Twitter il 9 gennaio 2018. 

Dopo essersi scusato per la cattiva gestione della comunicazione relativa alla vicenda, il sito ha affermato di essere rimasto sconvolto dall'accaduto:

Come tanti altri, siamo rimasti scioccati dal video pubblicato la scorsa settimana. Il suicidio non è uno scherzo e non deve essere utilizzato come traino per le visualizzazioni.

Poi ha parlato del sito, delle sue regole e del fatto che chi non le rispetta ne deve rispondere:

Ci aspettiamo di più dai creatori che costruiscono la loro community su YouTube, come sicuramente anche voi. Il canale [di Logan Paul, n.d.r.] ha violato il nostro regolamento. Abbiamo agito di conseguenza e stiamo valutando ulteriori azioni. [...] Sappiamo che l'operato di un solo creatore può avere effetto sull'intera community. Per tale ragione, presto vi daremo maggiori informazioni sui passi che stiamo compiendo per garantire che un video come questo non circoli mai più. 

Logan Paul: chi è e il caso del video dell'uomo suicida

Nel giro di poche ore, il nome di Logan Paul è diventato familiare anche a chi con il web ha poco o nulla a che fare. Ma chi è?

Il giovane vlogger è nato in Ohio, negli USA, e ha fatto la sua (enorme) fortuna realizzando short video scorretti, sopra le righe e spesso demenziali prima su Vine e poi su YouTube.

Il suo canale sulla piattaforma web conta quasi 16 milioni di follower ed è diventato un vero e proprio brand, Maverick.

Negli ultimi giorni del 2017, Logan era in Giappone con alcuni amici e con loro ha pianificato di andare a visitare la "foresta dei suicidi" di Aokigahara, ai piedi del Monte Fuji.

Quando si sono inoltrati tra gli alberi, i ragazzi si sono imbattuti in un uomo impiccato a un ramo. Dopo lo shock iniziale, il gruppo ha chiamato la polizia. Ma ha anche deciso di continuare a filmare e di riprendere diversi dettagli della scena e del corpo.

Il 31 dicembre, il vlogger ha caricato il video sul proprio canale e quando il filmato ha cominciato a circolare è scoppiato il finimondo. La scelta di mostrare un uomo morto (oscurandone il viso) ha scatenato una valanga di durissime critiche contro Logan e alla fine il video è stato rimosso.

Un paio di giorni dopo, il 2 gennaio, la star di YouTube ha pubblicato un messaggio su Twitter in cui ha chiesto scusa per il suo comportamento e ha giustificato il proprio operato dicendo di avere pubblicato il video per richiamare l'attenzione sul problema del suicidio:

Per me è la prima volta. Non sono mai stato oggetto di simili critiche in passato, perché non avevo mai fatto un errore così. [...]. Non l'ho fatto per le visualizzazioni, quelle non mi mancano. L'ho fatto perché pensavo che potesse dare origine a una discussione positiva su web, non a una tempesta di negatività. Non è mai stata la mia intenzione. Volevo creare consapevolezza sul suicidio e la sua prevenzione [...]. 

Logan ha proseguito dicendo che la sua attività è frenetica e che "è facile ritrovarsi in situazioni di cui non è possibile soppesare in pieno le possibili conseguenze". Poi, citando Spider-Man, ha ammesso che non è stato capace di gestire le responsabilità che derivano dal suo "potere" di vlogger con quasi 16 milioni di utenti. Quindi, ha concluso affermando che non accadrà più.

La star di YouTube ha chiesto perdono anche in un video:

Ho davvero commesso un gravissimo errore e non mi aspetto di essere perdonato. Sono qui semplicemente per scusarmi. [...] Non avrei mai dovuto caricare il video. Avrei dovuto mettere giù la telecamera e smettere di filmare. Ci sono tante cose che avrei potuto fare, ma che non ho fatto. Per questo, dal profondo del mio cuore, vi chiedo scusa.

Logan ha porto le proprie scuse agli utenti di internet, a tutti quelli che hanno visto il video, a chi soffre di problemi mentali, depressione e di manie suicide e soprattutto alla vittima e alla sua famiglia. Poi ha chiesto ai suoi fan di non difenderlo, perché non lo merita.

Alla fine, il giovane vlogger ha annunciato l'intenzione di prendersi del tempo per riflettere:

Coerentemente con quanto dichiarato, al momento Logan non ha rilasciato dichiarazioni in merito ai provvedimenti di YouTube nei suoi confronti. Ma è lecito immaginare che la vicenda non finisca così.

Per sapere se e come si evolverà, non resta che aspettare.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.