FOX

Daniel Radcliffe sul casting di Johnny Depp in Animali Fantastici: "Capisco la frustrazione"

di -

Il caso Johnny Depp, interprete di Gellert Grindelwald nell’atteso sequel di Animali Fantastici, è ancora oggetto di discussione. Ma cosa ne pensa l’ex Harry Potter, Daniel Radcliffe?

Daniel Radcliffe in Harry Potter e Johnny Depp in Animali Fantastici 2

370 condivisioni 11 commenti

Share

Animali Fantastici: I Crimini di Grindelwald è sempre di più sulla bocca di tutti.
Che sia per elogiare il look del giovane Silente interpretato da Jude Law o per la polemica sulla presenza di Johnny Depp, il sequel dello spin-off di Harry Potter continua a far parlare di sé.

È stato proprio Harry Potter in persona, Daniel Radcliffe, a dire la sua questa volta. Il giovane 28enne, ha parlato con Entertainment Weekly della reazione dei fan alla scelta di Depp per il ruolo di Grindelwald. Dopo le accuse per violenza domestica dello scorso anno, in molti hanno protestato contro il celebre attore statunitense. 

Non è facile per Daniel, visto che i produttori di Animali Fantastici sono gli stessi che da piccolo lo hanno scelto per il ruolo della sua vita. 

Capisco perché le persone sono frustrate dalla risposta che hanno ricevuto… non sto dicendo nulla che altri non abbiano già detto. Questa è un’analogia strana da creare ma nella National Football League ci sono molti giocatori che sono stati arrestati per aver fumato erba, così come ci sono molti altri il cui comportamento è andato oltre ed è tollerato solo perché sono giocatori molto famosi.

L'attore conclude con una nota di comprensione:

Suppongo che la cosa che mi ha colpito di più è stata che anche noi abbiamo una persona che è stato rimproverata per l’erba [in Harry Potter, n.d.r], ma ovviamente quello di cui Johnny è stato accusato è molto più grave.

Daniel Radcliffe si riferisce a Jamie Waylett, interprete di Vincent Tiger – uno dei bulli Serpeverde che affianca Draco Malfoy – che nel 2009 non poté partecipare all’ultimo capitolo di Harry Potter dopo essere stato arrestato per aver coltivato piante di marijuana.

La posizione dell’attore è chiaramente neutrale, sebbene sembri lontana dalle lettere di difesa dell’autrice J.K. Rowling e del regista David Yates.
Quello che ci resta da fare è aspettare per scoprire se la presenza di Johnny Depp influirà in qualche modo negativamente nella riuscita mediatica del film. 

E voi, cosa ne pensate delle parole di Daniel Radcliffe?

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.