FoxCrime  

Edgar Ramirez e Ricky Martin da Jimmy Fallon per American Crime Story

di -

Ospiti al The Tonight Show di Jimmy Fallon, Edgar Ramirez e Ricky Martin parlano di The Assassination of Gianni Versace: American Crime Story. Gli attori riflettono sulle importanti tematiche che riguardano la serie.

Edgar Ramirez e Ricky Martin in un'immagine dalle ospitate da Jimmy Fallon

223 condivisioni 0 commenti

Share

L'Assassinio di Gianni Versace, la seconda attesa stagione della serie antologica American Crime Story, debutterà questa sera alle 21.05 su FoxCrime. La stagione non parlerà solo dell'assassinio del famoso stilista e delle ripercussioni che la vicenda ha avuto sulla famiglia Versace, ma anche della vita di Andrew Cunanan (Darren Criss), il killer che ha tolto la vita a Gianni Versace.

Come ha anticipato Ryan Murphy, questa stagione affronterà tematiche più sociali: la storia si concentrerà sull'omofobia negli anni '90, la discriminazione e il bisogno di essere accettati dalla società.

Edgar Ramirez e Ricky Martin, che nella serie interpretano rispettivamente Gianni Versace e Antonio D'Amico, sono stati ospiti al The Tonight Show di Jimmy Fallon.

Nell'intervista con Edgar Ramirez, Fallon parla della differenza tra la seconda stagione e la prima (che si concentrava sul caso O.J. Simpson), sottolineando come al centro de L'Assassinio di Gianni Versace ci sia anche l'omofobia.

Fallon poi scherza sull'incredibile somiglianza tra Ramirez e Gianni Versace: un casting perfetto. Ramirez ha risposto:

Non mi sono mai accorto di questa somiglianza. Ora mi rendo conto che mio padre somiglia molto a Gianni. E io somiglio molto a mio padre, quindi...

I due parlano poi della bravura del cast: Jimmy fa i complimenti a Ramirez, a Penélope Cruz, a Ricky Martin e a Darren Criss, che nella serie ha davvero un ruolo difficile da interpretare.

Ramirez ci tiene a sottolineare il talento di Ryan Murphy. L'attore ha detto:

Ryan ha un incredibile talento nel trovare storie che hanno una presa sul pubblico a livello drammatico, ma che sono anche rilevanti sul piano sociale e culturale. E penso che sia questa la combinazione che rende il fattore antologico di American Crime Story così interessante. 

L'omofobia, come accennato, sarà una tematica molto importante per la serie. L'attore riflette su quanto fossero diverse le cose in passato:

Tendiamo a pensare che il mondo di allora sia uguale a quello di oggi. In realtà era molto diverso, perché se ci si concentra su questa investigazione, un elemento che viene fuori di continuo è il 'non dire niente, non chiedere niente'. Un tipo di invisibilità, la negazione dell'esistenza di un mondo gay. E questo ragazzo, Andrew Cunanan, è stato sulla tv nazionale per settimane, era uno dei più ricercati dall'FBI, ma fu molto difficile per le autorità riuscire a prenderlo perché uccideva uomini gay e non rappresentava dunque una minaccia secondo loro. E pensare che tutto questo è successo solo 20 anni fa è scioccante e spaventoso. 

Ricky Martin ha iniziato l'intervista con Fallon parlando della sua bellissima famiglia, di cui è molto fiero. Il cantante ha posato insieme al marito e i suoi due figli sulla copertina del magazine AD, che Fallon ha mostrato ai telespettatori. Il presentatore poi ha ringraziato Martin per il suo impegno nell'aiutare le vittime dell'uragano Maria, che ha colpito Porto Rico lo scorso settembre.

Martin ha rivelato che è stato Ryan Murphy a volerlo fortemente nella serie:

Ryan Murphy mi chiama, mi dice: 'Ricky, penso di avere un ruolo per te.' Voglio dire, si tratta di Ryan Murphy, come attore ti senti protetto. Tutti i suoi lavori sono incredibili. Ho risposto: 'ovviamente voglio farlo. Chi interpreterà Donatella?' Lui mi dice che sarà Penélope Cruz e in quel momento me la sono fatta un pochino sotto.

Riguardo la somiglianza tra Edgar Ramirez e Gianni Versace, Martin ha detto:

Stavo facendo una prova costume, Edgar entra nella stanza nei panni di Gianni e la prima volta che l'ho visto ho iniziato a piangere.

Martin ripete le parole di Ramirez, confermando che la società ai tempi dell'assassinio di Gianni Versace era molto diversa, riguardo i fatti e Cunanan ha detto:

Un uomo gay che uccide altri uomini gay quindi la gente si gira dall'altra parte. Lasciamo che accada! No, non dovrebbe accadere. E dobbiamo parlarne costantemente perché la storia si ripete e non possiamo permetterlo. Questa è una storia di diritti umani, di giustizia sociale e sono molto molto contento di far parte di questo progetto.

Prodotta da Ryan Murphy e Brad Falchuck, che già collaborano ad American Horror Story,The Assassination of Gianni Versace: American Crime Story vanta un cast incredibile, tra cui troviamo Edgar Ramirez, Penélope Cruz, Ricky Martin e Darren Criss.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.