Leonardo DiCaprio sarà un attore western nel nuovo film di Tarantino

di -

Deadline svela nuovi dettagli riguardanti il personaggio che Leonardo DiCaprio interpreterà nel nuovo pulp movie di Quentin Tarantino.

Leonardo DiCaprio in un'immagine di Django Unchained

559 condivisioni 26 commenti

Condividi

Dopo l'ufficialità dell'ingresso di Leonardo DiCaprio nel cast del nuovo film diretto da Quentin Tarantino, alcuni rumor volevano il Premio Oscar per The Revenant come l'indiziato numero 1 a ricoprire il ruolo del sadico Charles Manson.

Niente di più falso, almeno stando alle rivelazioni di Deadline, secondo cui DiCaprio presterà il volto ad un vecchio attore western ormai in declino desideroso di rilanciarsi nel rutilante mondo del cinema.

Lo script di #9 - questo il titolo di lavorazione della nona pellicola di Tarantino - prevede infatti come protagonista un'ex stella della TV che, assieme alla propria spalla/stuntman, intende fare il salto dal piccolo al grande schermo.

Ecco i dettagli sul ruolo di Leonardo DiCaprio rivelati da Mike Fleming Jr. di Deadline:

Il ruolo è quello di un veterano della TV protagonista in passato di una serie western di successo intitolata The Bounty Law, trasmessa tra il 1958 e il 1963. Il suo tentativo di sfondare nel cinema non ha funzionato e nel 1969 - il film è ambientato nel periodo di massima espansione del movimento hippie a Hollywood - gli vengono ormai offerte solo piccole parti in alcuni show TV. Ormai in declino, medita di raggiungere l'Italia per rilanciare la propria carriera negli spaghetti western che venivano girati a quel tempo.

Per gli appassionati degli spaghetti western, è curioso notare le analogie tra il personaggio che DiCaprio andrà ad interpretare e l'attore Lee Van Cleef. È vero che l'attore nato a Somerville il 9 gennaio 1925 aveva già partecipato a metà anni '60 a numerosi film western di successo - da Mezzogiorno di fuoco a L'Uomo che uccise Liberty Valance, titoli che trovate inseriti nella nostra classifica dei western più belli di sempre - ma è altresì acclarato che Van Cleef non riuscì mai ad imporsi a grandi livelli nel cinema, finendo ben presto per cadere nel dimenticatoio a causa (anche) del vizio dell'alcool.

Fu Sergio Leone a donargli una seconda parte di carriera memorabile, reclutandolo quando ormai si dilettava a fare il pittore su commissione. L'attore giunse in Italia per impersonare prima il colonnello Douglas Mortimer in Per Qualche Dollaro In Più e poi il villain Sentenza de Il buono, il brutto, il cattivo. Conobbe poi gloria con il personaggio del pistolero Sabata e con altri bounty killer stagionati in diversi spaghetti western di successo. In seguitò recitò in numerosi b-movies e nel cult action 1997: Fuga da New York.

Lee Van Cleef in una scena di Per Qualche Dollaro In Più

Le analogie col personaggio di DiCaprio non finiscono però qui, dal momento che Van Cleef, all'inizio degli anni '60, recitò in un paio di serie TV western: The Rifleman e Bonanza.

#9 racconterà la sanguinosa estate del '69 a Los Angeles, macchiata dagli omicidi della Family, la setta capeggiata da Charles Manson. Per la parte di Sharon Tate il regista di Pulp Fiction intende ingaggiare Margot Robbie, mentre l'altra star del film potrebbe essere Tom Cruise.

Il film uscirà nelle sale statunitensi ad agosto 2019.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.