FOX

Dieci anni fa moriva Heath Ledger

di -

Heath Ledger, l'indimenticabile Joker del grande schermo, ci lasciava 10 anni fa. La sua scomparsa è ancora piena di interrogativi e domande senza risposta.

Heath Ledger in primo piano

4k condivisioni 62 commenti

Condividi

Folle, spaventoso, burlone e stralunato, il Joker di Heath Ledger era destinato a diventare una delle interpretazioni più memorabili della storia. Purtroppo l'attore non ha potuto godersi la propria meritata gloria: il 22 gennaio 2008 è stato trovato morto a New York in circostanze ancora in parte inspiegabili.

Sono già passati 10 anni dalla prematura scomparsa di uno degli attori più talentuosi degli anni '00. Ledger ha lasciato un'ex compagna (Michelle Williams), una figlia (Matilda Rose) e un enorme vuoto nelle numerose schiere dei suoi fan.

La morte di Heath Ledger

10 anni dall'addio a Heath Ledger

Heath Ledger, nato a Perth nel 1979, è stato trovato morto il 22 gennaio 2018 in un appartamento di SoHo, New York, da una fisioterapista. Le indagini sul decesso si sono prolungate, in quanto nell'abitazione non sono state trovate tracce di droga ma sono farmaci prescritti regolarmente.

Dopo l'autopsia e le analisi, le autorità hanno rilasciato questa dichiarazione sulle cause del decesso del celebre attore: "Mr. Heath Ledger è morto per una intossicazione acuta provocata dagli effetti combinati di ossicodone, idrocodone, diazepam, temazepam, alprazolam e doxilamina".

L'aspetto di questa vicenda che lascia ancora sgomenti, a distanza di tanti anni, è che Ledger abbia assunto farmaci regolarmente prescritti e che quindi apparentemente non sembrerebbe aver commesso un suicidio.

In ogni caso, dopo la morte della star, nell'opinione pubblica e tra i colleghi di Hollywood, il sentimento che è prevalso è stato quello della commozione, oltre al dolore per l'addio di un interprete così giovane e talentuoso. Al momento della sua morte, Heath Ledger non aveva neanche compiuto 29 anni.

L'interpretazione del Joker

La risata di JokerGiphy
La geniale malvagità del Joker

Heath Ledger, già distintosi per le interpretazioni di Ennis Del Mar ne I Segreti di Brokeback Mountain (per cui ha ricevuto una nomination agli Oscar) e per quelle in altri film come I Fratelli Grimm e l'Incantevole Strega o Il Giovane Casanova, ha letteralmente folgorato pubblico e critica nel ruolo del Joker ne Il Cavaliere Oscuro, secondo capitolo della trilogia su Batman di Christopher Nolan.

Consapevole che Joker (che in precedenza era stato interpretato da Jack Nicholson) sarebbe stato un ruolo chiave per la propria carriera (nonché il primo da assoluto antagonista), Ledger si era preparato in modo accurato e approfondito, tanto che qualcuno - dopo la morte - aveva vociferato che era stato anche quel personaggio a condurre la star in un tunnel oscuro di paranoie. Dal canto suo l'attore australiano, come riporta MTV, aveva invece dichiarato che quello era stato il ruolo più divertente della sua vita.

Il taglio che l'attore diede al proprio Joker è stato geniale: stravagante, nonsense e in parte affidato a quel sorriso doloroso, folle e stralunato. Heath Ledger è riuscito a donare un plus al ruolo dello psicopatico criminale, infarcendo (grazie anche alla sceneggiatura) il mood del suo cattivo di filosofia.

Ledger morì a riprese concluse, nella fase della post-produzione del film. L'attore ha vinto un Oscar postumo per la sua interpretazione ne Il Cavaliere Oscuro.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.