FOX

Il Google Doodle di oggi festeggia Virginia Woolf

di -

Virginia Woolf il 25 gennaio 2018 avrebbe compiuto 136 anni. Google ha pensato di celebrarla con un Doodle speciale.

Virginia Woolf nel doodle

39 condivisioni 0 commenti

Condividi

Una foto ovale in una cornice vintage e circondata di foglie secche è il Doodle prescelto da Google per festeggiare i 136 anni dalla nascita di un mito letterario, la scrittrice Virginia Woolf. L'autrice nacque a Londra e morì nel 1941 a Rodmell ed è considerata un'esponente tra i più significativi della letteratura del '900.

Perché Google ha scelto proprio le foglie secche per lo sfondo del proprio Doodle? Perché sono un simbolo ricorrente nei romanzi della Woolf. La scrittrice aveva un'attenzione particolare nei confronti della natura, dai fiori alle foglie, che amava descrivere in tutto il loro ciclo di vita.

Lo stile di scrittura di Virginia Woolf

La personalità anticonformista e la scrittura innovativa di Virginia Woolf l'hanno consacrata come esempio fondamentale e oggetto di studio per i posteri. Nei primi del '900 cominciavano a diffondersi casi di letteratura sperimentale e innovativa, che rompeva la linearità tradizionale e promuoveva un nuovo flusso antinarrativo (il flusso di coscienza, che incorporava pensieri discontinui e slegati, come quelli di un dormiveglia). La Woolf ha abbattuto la normale scansione cronologica degli eventi per infarcire la propria prosa di annotazioni, appunti, pensieri intimi dei suoi personaggi. La sua scrittura era complessa, utilizzava l'ipotassi come una fioritura di similitudini, metafore e tante altre figure retoriche.

Figlia del critico e filosofo Leslie Stephen e di Julia Prinsep-Stephen, sviluppò la passione per la lettura e la scrittura fin da piccola, quando cominciò insieme al fratello a tenere un diario. la vita culturale in famiglia era molto ricca e attiva, tanto che da bambina Virginia conobbe grandi personalità letterarie come Henry James o T. S. Eliot. Perse i genitori quando era una preadolescente e questo ebbe un impatto fortissimo sulla sua vita futura, contrassegnata da episodi di crisi nervose e momenti di instabilità.

Fondò un circolo letterario a Londra insieme alla sorella e cominciò a collaborare con il Times. In seguito sposò un teorico politico inglese e con lui fondò la casa editrice Hogarth Press.

Virginia Woolf in primo pianoHDWikipedia
Virginia Woolf era nata 136 anni fa

L'attivismo di Virginia Woolf, fervente femminista

Virginia Woolf lottò a lungo per garantire alle donne l'equità dei diritti. S'impegnò attivamente per l'emancipazione femminile e ne parlò anche in molte sue opere. Ad esempio, in Una stanza tutta per sé (1929) è un saggio che ripercorre la storia alla luce del "grande vuoto" delle figure femminili, relegate a compiti marginali e certamente meno prestigiosi e importanti di quelli maschili.

Virginia Woolf più anzianaHDWikipedia
Virginia Woolf, scrittrice e femminista

L'occasione per elaborare queste teorie fu una conferenza che la scrittrice tenne in un collegio femminile, dove si rese conto che le donne, per quanto preparate e avide di sapere, non avessero grandi prospettive "intellettuali" nella vita (se si esclude quella di diventare maestre).

Il concetto espresso dalla Woolf era molto netto: come può una donna diventare autrice se non ha denaro e una stanza tutta per sé?

Una stanza tutta per sé, copertinaMondadori
Il saggio Una stanza tutta per sé

La scrittrice si suicidò tragicamente nel 1941, annegando nel fiume Ouse dopo essersi riempita le tasche di sassi.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.