Logan Paul torna su YouTube con un video in cui affronta il tema del suicidio

di -

Dopo una lunga assenza, Logan Paul ha fatto ritorno su YouTube. Il giovane vlogger ha pubblicato un video in cui non solo chiede scusa, ma affronta il tema del suicidio.

146 condivisioni 4 commenti

Condividi

Logan Paul ha detto che avrebbe rilasciato una nuova dichiarazione e ha mantenuto la promessa. Ma non solo. Il giovane non si è limitato a chiedere scusa (di nuovo) per avere pubblicato il video di un uomo che si era appena tolto la vita, ma ha confezionato una sorta di documentario in cui affronta il tema del suicidio (che trovate in testata).

Tre settimane dopo essersi preso una pausa dal web "per riflettere", il vlogger è tornato su Youtube con un filmato della durata di circa 7 minuti intitolato significativamente Be Here Tomorrow (in italiano, Essere Qui Domani).

Logan Paul e il video per "comprendere la complessità del suicidio"

Il nuovo video è completamente diverso da tutti quelli pubblicati in precedenza da Logan e si apre con la testimonianza di uomo di nome Kevin Hines, che 17 anni fa ha tentato il suicidio lanciandosi dal Golden Gate Bridge ed è sopravvissuto.

Kevin racconta che è rimasto 40 minuti sul parapetto del ponte, mentre passanti, turisti, runner, ciclisti e due poliziotti cercavano di dissuaderlo. A un certo punto, ha sentito una voce che gli diceva di saltare e lui l'ha fatto. Ma nell'istante esatto in cui ha lasciato la presa e ha sentito il vuoto sotto di sé, si è pentito:

La depressione è sparita dalla mia testa. L'unica cosa che volevo fare era vivere ed era troppo tardi.

La testimonianza di Kevin (che riprende intorno al minuto 4:00 del video) è la base di partenza per la riflessione di Logan sulla drammatica decisione che viene presa ogni anno da 800mila persone in tutto il mondo:

So di avere sbagliato e di avere deluso la gente. Ma cosa succede quando hai l'opportunità di aiutare a fare la differenza? È tempo di imparare dal passato, per diventare migliore e crescere come essere umano. Sono qui per avere un confronto che è tutt'altro che facile per aiutare le persone che soffrono a stare meglio.

Logan Paul è tornato su YouTubeHDGetty Images
Logan Paul è tornato su YouTube con un video per affrontare il problema del suicidio

Oltre a condividere con i suoi oltre 16 milioni di follower e non solo loro le parole di Kevin, per essere parte attiva nella battaglia contro il suicidio, il giovane vlogger ha scelto di andare a trovare il dottor John Draper (dal minuto 2:15 nel video), direttore del National Suicide Prevention Lifeline, una rete per la prevenzione del suicidio negli Stati Uniti.

Dall'incontro, Logan ha portato con sé dei preziosi insegnamenti e "5 Passi" per prevenire il suicidio:

Il Passo 1 consiste semplicemente nel chiedere a voi stessi e agli altri: 'Stai pensando al suicidio?'. Il Passo 2 prevede di ascoltare. Il Passo 3 è essere presenti. Il Passo 4 consiste nel creare connessioni: con un amico, un familiare o un terapeuta. Infine, il Passo 5 prevede di controllare che le persone stiano bene e di mostrare loro che le avete a cuore.

Inoltre, il dottor Draper ha ribadito al giovane vlogger l'importanza della condivisione delle testimonianze di chi ce l'ha fatta. Proprio come Kevin:

Una delle cose più importanti per ridurre lo stigma sociale intorno al suicidio, è fare conoscere le storie di chi ha affrontato il problema e ce l'ha fatta.

Logan ha concluso il video con la promessa di continuare a impegnarsi nel dibattito sul suicidio e di donare 1 milione di dollari alle varie organizzazioni che operano in prima linea. La prima tranche da 250mila dollari andrà alla National Suicide Prevention Lifeline:

È tempo di iniziare un nuovo capitolo della mia vita. Intendo continuare a educare me stesso e gli altri sul tema del suicidio. Con umiltà e gratitudine, posso affermare che questo è solo l'inizio.

Il pentimento e l'impegno del giovane vlogger sembrano sinceri, ma solo il tempo dirà se l'esperienza vissuta ha davvero cambiato Logan.

YouTube e il programma Creators for Change

Mentre Logan Paul fa ammenda per gli errori commessi e cerca la sua strada, YouTube continua ad apportare cambiamenti e a lanciare nuove iniziative per evitare il ripetersi di episodi analoghi a quello del giovane vlogger.

Come riporta Variety, nel 2018 la piattaforma investirà 5 milioni di dollari nel programma Creators for Change. Il progetto, lanciato nel 2016, consiste nella produzione di video "per combattere l'odio e promuovere la tolleranza".

Al momento, all'iniziativa hanno partecipato 39 autori provenienti da tutto il mondo, ma con il nuovo budget YouTube conta di ampliare notevolmente il numero dei creator coinvolti.

Per partecipare al programma, maggiori informazioni sono disponibili sul sito ufficiale dell'iniziativa.

Il momento del cambiamento è arrivato. Adesso è tempo di agire.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.