FOX

Il sequel di Crocodile Dundee è uno spot per il Superbowl LII

di -

Qualcuno si era già affezionato all'idea di un sequel di Crocodile Dundee. Ma il film non esiste: è uno spot per il Super Bowl LII.

Una scena di Crocodile Dundee

1 condivisione 0 commenti

Condividi

Qualcuno lo sospettava, qualcun altro lo temeva: il sequel di Crocodile Dundee, a quanto pare, non esiste.

Si tratta, come riporta Screen Rant, di uno spot pubblicitario in vista del Super Bowl LII del 4 febbraio. Il primo teaser aveva svelato Danny McBride nei panni del figlio di Mick, lo storico cacciatore australiano che irrompeva come un pesce fuor d'acqua nella convulsa New York anni '80.

La pellicola Dundee: The Son of a Legend Returns Home avrebbe dovuto raccontare la storia del giovane Brian, cresciuto negli Stati Uniti senza alcuna familiarità con la spericolata e selvaggia attività di suo padre in Australia. Ma la misteriosa scomparsa di Mick avrebbe spinto il figlio a compiere un lungo viaggio per ritrovarlo, su una strada costellata di avversità.

Brian avrebbe dovuto incontrare anche un australiano esperto della vita della caccia, interpretato da Chris Hemsworth. La presenza dell'iconico attore aveva fatto sperare a qualcuno che il film fosse davvero realtà, nonostante non si sapesse nulla del regista e della troupe tecnica.

Invece no, i giornalisti che avevano sospettato da subito che si trattasse di uno scherzo ci avevano visto giusto. Il sequel di Crocodile Dundee, come riporta Australia Brisbane Times, non è altro che uno spot promosso da Tourism Australia per incentivare i viaggi nel continente. Il sito segnala che proprio gli addetti ai lavori li avrebbero avvertiti che il trailer fa parte di una campagna di marketing virale per il prossimo Super Bowl.

A complicare la situazione era intervenuto P. J. Hogan, originario interprete di Dundee, che aveva dichiarato al magazine People che a suo parere questo sarebbe il momento giusto per ridare lustro alla divertente storia del cacciatore australiano. Inoltre il sito del film era assolutamente accurato e presentava il sostegno di Screen Australia, ente che si occupa di contribuire economicamente alle produzioni cinematografiche e televisive (piccole o medie) realizzate in Australia.

Il dilemma verrà definitivamente svelato in occasione del Super Bowl. Nel frattempo, Screen Australia e Tourism Australia non hanno rilasciato nessuna dichiarazione sulle rivelazioni di Australia Brisbane Times.

Una scena di Mr. Crocodile DundeeHD20th Century Fox
Il cult anni '80 Mr. Crocodile Dundee

In realtà, dalla finzione si potrebbe anche passare alla realtà: questo spot commerciale (ammesso che si tratti davvero di un'operazione di marketing) potrebbe essere lo spunto per realizzare un nuovo progetto, un sequel di Dundee (stavolta per davvero).

Voi cosa ne pensate? Vi piacerebbe vedere il figlio di Mick sul grande schermo?

Condividi

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.