FoxCrime  

Darren Criss: sarà un viaggio nella follia omicida di Andrew Cunanan

di -

A pochi giorni dalla prima puntata della nuova stagione di American Crime story sull’assassinio di Gianni Versace, l’attore americano Darren Criss parla di Andrew Cunanan e delle sue impressioni sulla serie.

407 condivisioni 0 commenti

Share

Con il suo debutto il 19 gennaio scorso su FOX Crime, L'Assassinio di Gianni Versace ha già attirato l'attenzione di gran parte del pubblico, non solo per i fatti di cronaca presenti nella serie, ma anche per lo sfondo socio-culturale su cui si appoggiano le vicende raccontate. Ciò che rende interessante la serie è proprio la sua universalità. Nonostante infatti gli episodi di cronaca e le tematiche sociali raccontate siano così lontane nel tempo di 20 anni, esse risultano estremamente attuali e vicine alla realtà dello spettatore. 

Tra i personaggi più caratterizzati della serie, oltre ai protagonisti principali quali Gianni e Donatella Versace, (interpretati da Edgar Ramirez e Penelope Cruz) emerge Andrew Cunanan, assassino dello stilista creatore del marchio Versace interpretato da Darren Criss.

Dalla prima puntata della serie tutto si sviluppa in maniera diacronica. Partendo dall'assassinio dello stilista la storia racconterà a ritroso in egual modo le vicende della vittima, Gianni Versace e dell'assassino, Andrew Cunanan, portando lo spettatore a conoscere entrambi i personaggi, tutti i retroscena e le vicende che questi hanno attraversato.

Andrew Cunanan secondo Darren Criss

A dare più informazioni sulla serie e sul suo personaggio è proprio  Darren Criss, interprete di Andrew Cunanan che alla prima presentazione della serie, non esita a parlare del suo personaggio ai nostri microfoni, raccontando le sue impressioni e la sua esperienza. L'attore parla di come la serie si incentrerà non solo sul passato di Cunanan, ma di come il contesto sociale dell'epoca ha influito sulla vita e sulle scelte del giovane. 

Interpreto un uomo di nome Andrew Cunanan, un giovane problematico ma molto promettente che arriva da un periodo sfortunato. Alla fine diviene famoso perché nel 1997 uccide Gianni Versace. La serie racconta il percorso che lo porta a quell'evento e a tutto ciò che circonda la sua vita, si parla del suo passato, del contesto sociale degli anni 90'e di come questo abbia influito sugli eventi successivi

In seguito l'attore ha esposto all'intervistatrice il suo parere su The Assassination of Gianni Versace, raccontando che nonostante  sia basata su una storia criminale, la serie non si limita soltanto a raccontare delle vicende legate ad essa, ma le contestualizza in maniera dettagliata, dando quasi più importanza al background che alla vicenda specifica.

Quello in cui American Crime story ha eccelso è il fatto che è molto più di una semplice storia criminale, è un progetto che racconta di un vasto panorama sociale, racconta di storie importanti e di problemi importanti che si diffondono nell'intera coscienza sociale dell'epoca e di come siano collegate al crimine che noi interpretiamo nello specifico.

Darren Criss termina l'intervista confermando che la particolarità de The Assassination of Gianni Versace come serie antologica sta proprio nell'aver portato sullo schermo la psiche e la personalità dei personaggi, uniti alla società dell'epoca.

In questa serie credo che abbiano fatto davvero un lavoro eccellente. tutto ciò che accade nello show è il risultato di una pentola a pressione al cui intorno ci sono tante variabili che circondano questi personaggi. [...] Versace ha creato questa pentola a pressione per persone come Andrew, e questo è molto interessante.

Le dicharazioni di Darren Criss sono molto precise, e lasciano molta curiosità. Sarà molto interessante vedere come nel corso delle puntate della serie verranno caratterizzati i personaggi e di come verranno contestualizzati nella società dell'epoca. Per quanto chiacchierata e discussa, questa serie sarà più che una semplice descrizione di un atto criminale, essa sarà una vera e propria finestra sul passato, che darà la possibilità agli spettatori di volgere uno sguardo al passato, di conoscere e di empatizzare con i suoi protagonisti. 

Avete già visto la prima puntata di American Crime Story? Cosa ne pensate delle dichiarazioni di Darren Criss? Fatecelo sapere in un commento! 

Appuntamento venerdì 26 gennaio su FoxCrime con il secondo episodio della serie

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.