FOX

Incontro con il cast di Chiamami col tuo nome: è una celebrazione dell'amore

di -

Quattro nomination agli Oscars per Chiamami col tuo nome. Per questo motivo abbiamo giocato con Luca Guadagnino, Armie Hammer e Timothée Chalamet su un possibile pronostico.

71 condivisioni 2 commenti

Condividi

Estate del 1983, Elio (Timothée Chalamet) e Oliver (Armie Hammer) si incontrano nelle campagne del nord Italia, in una magnifica villa nei dintorni di Crema, e a poco a poco si innamorano l'uno dell'altro. Il film di Luca GuadagninoChiamami col tuo nome, celebra proprio l'amore come sentimento universale, e lo fa restituendo una pellicola con cui chiunque potrà relazionarsi, pensando alle sofferenze, ma anche alle gioie, dei propri amori passati. Come confermato, durante l'intervista, anche da uno dei suoi protagonisti, Armie Hammer:

Il film è ambientato nel 1983, e il futuro che ottieni seguendo la timeline di Chiamami col tuo nome, è una grande celebrazione dell'amore, in ogni sua forma.

Il film, in sala dal 25 gennaio distribuito dalla Warner Bros Italia ha riscosso un successo di critica e pubblico su scala globale. Presentato per la prima volta al Sundance film Festival lo scorso anno, con passaggio alla Berlinale, Chiamami col tuo nome ha fatto incetta di premi (circa cinquanta) e nomination (oltre 150). 

Ultime, ma non meno importanti, le quattro candidature agli Oscars, nella categoria miglior film, miglior attore per Timothée Chalamet, miglior canzone originale (Mystery of Love di Sufjan Stevens) e miglior sceneggiatura adattata. 

Per questo motivo quando abbiamo incontrato Luca Guadagnino, Armie Hammer e Timothée Chalamet, durante la promozione europea del film a Roma, abbiamo chiesto loro un pronostico sull'unica categoria in cui non sono coinvolti direttamente nelle nomination degli Academy Awards: quella della miglior attrice protagonista.
E quello contenuto nell'intervista è il risultato.

La trama di Chiamami col Tuo Nome

È l'estate del 1983 nel nord dell'Italia, ed Elio Perlman (Timothée Chalamet), un precoce diciassettenne americano, vive nella villa del XVII° secolo di famiglia passando il tempo a trascrivere e suonare musica classica, leggere, e flirtare con la sua amica Marzia (Esther Garrel). Elio ha un rapporto molto stretto con suo padre (Michael Stuhlbarg), un eminente professore universitario specializzato nella cultura greco-romana, e sua madre Annella (Amira Casar), una traduttrice, che gli danno modo di approfondire la sua cultura in un ambiente che trabocca di delizie naturali.

Mentre la sofisticazione e i doni intellettuali di Elio sono paragonabili a quelli di un adulto, permane in lui ancora un senso di innocenza e immaturità, in particolare riguardo alle questioni di cuore. Un giorno arriva Oliver (Armie Hammer), un affascinante studente americano di 24 anni, che il padre di Elio ospita per aiutarlo a completare la sua tesi di dottorato. In un ambiente splendido e soleggiato Elio e Oliver scoprono la bellezza della nascita del desiderio, nel corso di un'estate che cambierà per sempre le loro vite.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.