Facebook sfida Twitch con un programma dedicato allo streaming di videogiochi

di -

Il social network di Mark Zuckerberg ha lanciato un nuovo programma che permetterà agli streamer di contenuti a sfondo videoludico di monetizzare il proprio lavoro. Proprio come succede su Twitch e YouTube.

Il celebre logo di Facebook

1 condivisione 0 commenti

Condividi

Il livestreaming di videogiochi è un fenomeno relativamente recente, ma che in pochi anni è riuscito a fare breccia nel cuore degli appassionati, gettando le basi per una realtà ora solidissima - e remunerativa! 

Realtà ''dominata'' da Twitch e in parte da YouTube, che mettono a disposizione i loro vicoli virtuali a tutti gli streamer, professionisti e non. Due competitor che molto presto dovranno vedersela con un terzo, niente meno che il colosso Facebook

Il social network di Mark Zuckerberg ha infatti lanciato un nuovo programma che permetterà agli streamer di contenuti a sfondo videoludico di monetizzare il proprio lavoro, proprio come succede su Twitch e YouTube. La compagnia si è detta soddisfatta per gli incoraggianti risultati ottenuti dai livestreaming rivolti al gaming e ha deciso di introdurre degli incentivi per portare un maggior numero di creatori di contenuti sulla sua piattaforma:

Tanti gaming creator guadagnano con i video grazie al supporto diretto dei loro fan, ecco perché stiamo attualmente sperimentando dei modi per permettere agli appassionati di supportare i loro beniamini tramite pagamento. Dopo alcuni test iniziali, estenderemo le possibilità di monetizzazione ad altri gaming creator, inclusi quelli che hanno partecipato al nostro programma pilota.

I vantaggi del Facebook Gaming Creator Program

I test partiranno con il Gaming Creator Pilot Program, che andrà a coinvolgere "alcune dozzine di talentuosi gaming creator" - tra cui Misses Mae, Doom49 e The Warp Zone -, con l'obiettivo successivo di estendere le nuove funzionalità anche a tutti gli altri utenti interessati.

Non è ancora chiara la precisa natura degli strumenti che verranno messi a disposizione degli streamer, ma tutto ciò somiglia molto al Partner Program di Twitch, che permette di offrire agli spettatori sottoscrizioni mensili, chat riservate ed emote personalizzate.

Tra i vantaggi dell'essere parte integrante del pilota di Facebook Gaming Creator Program - di cui trovate il video di presentazione a questo indirizzo - figura la possibilità di effettuare dirette a 1080p e 60fps, oltre quindi i limiti di 720p e 30fps per gli utenti regolari. Inoltre, la compagnia garantisce maggiore visibilità attraverso piattaforme proprietarie come Instagram e Oculus, che serviranno da punti d'appoggio per la distribuzione dei contenuti all'infuori del social network. 

Dopo essersi imposta come piattaforma principale per il broadcasting dell'ESL One Circuit e della CS: GO Pro League, due degli eventi più importanti dell'intero panorama eSport mondiale, Facebook punta allora ancora più forte sull'universo in poligoni. E siamo sicuri che ne giocheremo delle belle!

Condividi

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.