FoxCrime  

American Crime Story, nuove indiscrezioni sulle prossime stagioni

di -

Finalmente la quarta stagione di American Crime Story ha una storyline. Secondo le dichiarazioni di Ryan Murphy e dei produttori, la nuova stagione della serie si occuperà di Sexgate, lo scandalo sessuale più famoso del secolo scorso.

Nuove indiscrezioni sulla prossima stagione di American Crime Story

147 condivisioni 0 commenti

Share

Dopo mesi di silenzio su una probabile quarta stagione di American Crime Story, ecco che Ryan Murpy e i produttori Brad Simpson e Nina Jacobson rompono il silenzio, sfumando l'alone di mistero e di dubbi che da tempo avvolgeva il futuro dell'intera serie. 

Il primo a confermare il continuo della serie è lo stesso ideatore Ryan Murphy, dichiarando che la quarta stagione di American Crime Story tratterà di Sexgate, lo scandalo sessuale più famoso del secolo scorso che vide come protagonisti l'allora presidente degli Stati Uniti Bill Clinton e la stagista ventiduenne Monica Lewinsky. La quarta stagione vedrà luce orientativamente nel 2020, subito dopo il rilascio della terza stagione di American Crime Story, prevista per il prossimo anno.

Secondo sempre quanto confermato da Murphy, questa quarta stagione, così come quella sul caso O.J. Simpson, prenderà ispirazione da un libro scritto da Jeffrey Toobin, intitolato 'A Vast Conspiracy: The Real Sex Scandal That Nearly Brought Down A President', in cui non solo viene riportato lo scandalo Sexgate, ma ne viene anche ipotizzata la natura cospiratoria.

È un libro molto interessante. Non si tratta davvero di Hillary Clinton. Il libro parla dell’ascesa di un certo gruppo di persone che disprezza i Clinton e usa tre donne – Paula Jones , Monica Lewinsky e Linda Tripp – per cercare di abbatterlo

A confermare tematiche e retroscena di questa quarta stagione sono stati anche i produttori esecutivi della serie, Brad Simpson e Nina Jacobson, che in un'intervista per Slash Film, non solo hanno ripreso le dichiarazioni di Ryan Murphy, specificando che la quarta serie sullo scandalo Sexgate sarà un'occasione per riscattare Monica Lewinsky agli occhi degli americani e del mondo. Ad oggi, infatti la donna continua a portare avanti la sua battaglia contro il bullismo attraverso i suoi profili social.

La storia di Monica Lewinsky sarà nello spirito di Tutti gli uomini del Presidente, e potrebbe riabilitare la Lewinsky agli occhi del pubblico, dopo una pubblica gogna durata anni. Penso che Monica sia stata fraintesa dalla storia, anche Donatalla Versace è stata male interpretata. Ryan [Murphy] ama queste donne incomprese.

L'antologia di American Crime Story 

Simpson e Jacobs hanno colto l'occasione per spiegare i motivi di alcune scelte da parte della produzione. American Crime Story, infatti, è una serie antologica, il che vuol dire che ogni stagione è a se stante e presenta storie, personaggi e attori diversi, ed è proprio questa sua peculiarità ad aver obbligato più di una volta la produzione a ricercare nuovi autori che potessero cogliere in toto le direzioni da intraprendere in ciascuna stagione, appunto perché, proprio come conferma Brad Simpson, la serie di American Crime Story ingloba diversi generi all'interno di un genere:

Le storie di crimini reali possono significare molte cose diverse. Se avessimo fatto una storia di rapimento… beh, non l’avremmo fatta, perché FX ha già la sua serie su questo [Trust, ndr], ma se avessimo fatto la storia di una rapina in banca, avremmo scelto un tipo di scrittore molto diverso.

Inoltre, è stata proprio la perenne ricerca di autori adatti ad ogni singola stagione di American Crime Story ad aver portato la produzione ad anticipare l'uscita de L'Assassinio di Gianni Versace, attualmente in onda su FoxCrime. Inizialmente la storyline dell'assassinio di Gianni Versace avrebbe dovuto costituire la terza stagione, per essere preceduta da Katrina. Ma, secondo anche quanto riportato dalla Jacobson, in seguito ad alcune difficoltà riscontrate da autori e produzione, si è deciso per invertire l'ordine delle stagioni. 

La verità è che Tom avea scritto alcune splendide cose. Quindi, ci trovavamo con in mano delle sceneggiature forti mentre eravamo ancora in difficoltà con Katrina. Tom sapeva esattamente ciò che voleva. A un certo punto, ci siamo detti, ‘È chiaro che dovremmo fare prima questa; è pronta, e noi non siamo pronti a partire con Katrina‘. Meglio fare la cosa giusta e rendere giustizia alle tue storie, piuttosto che tentare a tutti i costi di rispettare una deadline.

Le dichiarazioni dei due produttori non si spingono oltre la quarta stagione di American Crime Story, in quanto non intendono rivelare dei programmi senza avere la certezza di realizzarli in seguito. Dunque non ci resta che eludere l'attesa di nuove rivelazioni sulle prossime stagioni, guardando in prima TV American Crime Story: L'Assassinio di Gianni Versace, in onda ogni venerdì alle 21,05 in esclusiva su FoxCrime

Cosa ne pensate delle rivelazioni sulla nuova stagione di American Crime Story? Fatecelo sapere in un commento!

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.