FOX

Holly Marie Combs non è affatto contenta del reboot di Streghe

di -

Holly Marie Combs è contraria al reboot di Streghe. L'attrice è contraria al progetto annunciato da The CW e ha criticato duramente l'operazione su Twitter.

Allyssa Milano, Rose McGowan e Holly Marie Combs festeggiano 150 episodi di Streghe

118 condivisioni 1 commento

Condividi

Ogni annuncio del rifacimento di un film o di una serie TV genera grande discussione tra i fan. E a volte capita che intervengano per dire la loro anche i protagonisti degli originali. Nel caso del reboot di Streghe è andata proprio così.

La decisione di The CW di realizzare un riavvio della storia delle sorelle Halliwell ha innescato un acceso dibattito sui social, e Holly Marie Combs ha preso la parola per dire che non è affatto contenta.

L'attrice che ha interpretato Piper per tutte le 8 stagioni dello show ha polemizzato con l'emittente USA, rivendicando la paternità di Streghe a sé stessa, alle colleghe Shannen Doherty, Alyssa Milano e Rose McGowan e a tutti coloro che ci hanno lavorato. Inoltre ha dichiarato che non basta un titolo o un marchio per (ri)ottenere l'affetto del pubblico:

Le cose stanno così. A meno che non ci chiediate di riscrivere [la serie, n.d.r.] settimana dopo settimana come ha fatto Brad Kern, non provate neanche a pensare di sfruttare il nostro duro lavoro per ottenere soldi e successo. Streghe appartiene a noi 4, ai nostri tanti autori, alla crew e prima ancora ai fan. Per essere chiari: non riuscirete a ingannare il pubblico con un titolo o un marchio.

In particolare, Holly sembra non avere gradito per niente che The CW abbia definito il reboot di Streghe una versione "femminista" dell'originale. Di fatto, questo nega alla serie andata in onda dal 1998 al 2006 il merito di avere portato sullo schermo una storia di "women empowerment". L'attrice ha commentato la dichiarazione con un caustico "forse ci siamo dimenticati di farlo la prima volta":

Ma la campagna di Holly contro il reboot di Streghe non è finita lì. Facendo riferimento al fatto che il riavvio racconterà le vicende di 3 sorelle che vivono in una città universitaria e scoprono di avere dei poteri magici, l'attrice ha puntualizzato che se vuole essere un rifacimento, la nuova serie deve essere fondamentalmente uguale all'originale. In caso contrario, è uno spettacolo diverso e come tale deve avere un altro titolo:

E un'altra cosa. I reboot o remake, come siamo abituati a chiamarli, di solito hanno una trama simile all'originale e per questa ragione è previsto dalla legge che abbiano lo stesso titolo e acquisiscano i diritti per utilizzarlo. Se non è così, sono un altro spettacolo. Un nuovo spettacolo con un nuovo titolo.

Holly ha concluso la sua requisitoria dichiarando di essere contraria all'operazione di The CW anche in considerazione di "tutto quello che Rose e Alyssa hanno fatto ultimamente".

La frase è criptica e attribuirle un significato non è immediato. L'attrice accusa il network di volere sfruttare l'attuale clima sociale a Hollywood e l'impegno di Rose McGowan e Alyssa Milano nella battaglia contro le molestie sessuali e la prevaricazione delle donne? Oppure trova poco rispettosa la dichiarazione di The CW di volere realizzare un reboot "femminista" proprio per l'attivismo delle colleghe (oltre a tutto il resto)?

Per il momento, The CW non ha risposto a Holly Marie Combs. E non è detto che lo faccia. Ma di certo, il dibattito innescato dall'attrice non fa partire il reboot nel migliore dei modi.

D'altra parte, tutti i progetti collegati alla serie si sono rivelati... stregati.

Come scrive Bleeding Cool, The CW ha già cercato due volte di resuscitare lo show senza riuscirci. Il network ha fatto un primo tentativo per la stagione 2013 - 2014, ma l'operazione non è andata oltre la fase di stesura del copione. Poi ci ha riprovato all'inizio del 2017, annunciando di avere in cantiere "una serie TV indipendente", incentrata su 3 donne dotate di poteri magici, che combattono il male in un paesino del New England a metà degli anni '70.

Anche quest'ultimo progetto è naufragato, peraltro dopo avere incassato la bocciatura di Rose McGowan, che ha definito "insostituibili" le interpreti originali:

Irreplaceable

A post shared by Rose McGowan (@rosemcgowan) on

Questa volta The CW ha fatto un passo avanti, annunciando il pilot del reboot di Streghe. Ma riuscirà a trasformarlo in una serie? Per saperlo, non resta che aspettare.

Intanto, fateci sapere voi cosa pensate dell'eventualità di rivedere "il potere del Trio" sul grande schermo, votando il nostro sondaggio!

Vota anche tu!

Il reboot di Streghe è una buona idea?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Condividi

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.