FoxComedy

Shannen Doherty è incuriosita dal reboot di Streghe, ma fa una critica

di -

Dopo la bocciatura di Holly Marie Combs, Shannen Doherty dice di essere incuriosita dal reboot di Streghe, ma critica il mancato riconoscimento del femminismo dell'originale.

Alyssa Milano (Phoebe), Shannen Doherty (Prue) e Holly Marie Combs (Piper) in Streghe di The WB

99 condivisioni 2 commenti

Share

Dopo un paio di tentativi andati a vuoto (l'ultimo all'inizio del 2017), The CW ha annunciato di avere ordinato il pilot del reboot di Streghe e sul web si è innescato un acceso dibattito.

I fan si sono divisi tra (moderatamente) favorevoli e contrari all'operazione e sulla questione è intervenuta anche una delle protagoniste della serie andata in onda dal 1998 al 2006, Holly Marie Combs. L'attrice ha bocciato il progetto senza mezzi termini e soprattutto ha criticato il network USA per avere definito il remake "femminista", come se l'originale non lo fosse.

Ma la posizione dell'interprete di Piper non è condivisa da tutte le ex colleghe di set.

Shannen Doherty, che è stata Prue dalla prima alla terza stagione, ha detto di essere molto curiosa di vedere come sarà sviluppata la storia. Tuttavia, pure lei ha criticato il mancato riconoscimento del "women empowerment" della serie prodotta da Aaron Spelling.

Shannen Doherty dice la sua sul reboot di Streghe

Come Holly Marie Combs, anche Shannen Doherty ha scelto Twitter per dire la sua sul reboot di Streghe. L'attrice ha pubblicato una serie di post in cui ha spiegato la sua posizione

Tutto è un remake o un reboot. In un certo senso, ogni spettacolo e ogni film lo sono. Streghe è stata una meravigliosa serie dedicata alle donne che parlava di emancipazione. Sono orgogliosa di avere dato vita a un spettacolo che ha resistito alla prova del tempo con dei fan così fedeli. [Il reboot, n.d.r.] è un testamento dell'originale e allo stesso tempo va considerato come un nuovo inizio. Sono davvero curiosa di vedere come sarà sviluppato. E no, non sarà la stessa cosa. Ma niente lo è.

I "cinguettii" dell'alter ego di Prue hanno immediatamente generato una reazione da parte degli appassionati della serie e Shannen ha risposto a tutti con grande disponibilità.

L'attrice ha detto di capire il malumore dei fan per la decisione di The CW di realizzare un reboot della storia delle sorelle Halliwell, ma ha spiegato che anche Streghe era un concept non del tutto originale. Shannen ha sottolineato le analogie con il film del 1996 Giovani Streghe e soprattutto con il libro Amori & Incantesimi, portato sul grande schermo nel 1998 da Nicole Kidman e Sandra Bullock:

Prendo atto [del vostro disappunto, n.d.r.], ma posso dirvi che noi ci siamo ispirati ad Amori & Incantesimi. Per questa ragione, forse dovrebbero semplicemente fare una serie ispirata a Streghe.

D'altra parte, l'interprete di Prue ha ammesso che il pensiero che il progetto di The CW possa influenzare la cultura pop contemporanea non la lascia indifferente:

Sono affascinata dall'idea che una nuova generazione di spettatori trovi conforto e ispirazione [nel reboot, n.d.r.], come voi li avete trovati [nella serie originale, n.d.r.]. In qualche modo, Streghe è stata d'aiuto per tutti noi.

Ma anche Shannen ha trovato del tutto fuori luogo la descrizione del remake condivisa dal network USA, che insinua che la serie nata negli anni '90 non avesse una connotazione femminista.

L'attrice ha affrontato la questione in due diversi post. In entrambi ha criticato duramente le parole usate da The CW, ma in definitiva si è mostrata più conciliante rispetto alla collega Holly Marie Combs, alleggerendo i toni con un paio di battute:

È una frase davvero stupida e ignorante. Forse è stata scritta da un millennial, che non ha mai visto Streghe e ha solo letto la sinossi.

E poi, in risposta a un'altra utente che sottolineava l'approccio sbagliato dell'emittente, ha detto:

Esatto. Hai centrato il punto. Hanno fatto una scelta di parole pessima e un po' offensiva. Ma tutti fanno degli errori. Con la reazione negativa che c'è stata, può essere che in futuro facciano maggiore attenzione.

La posizione sfumata di Shannen non è piaciuta a tutti, ma l'attrice ha sgombrato il campo da ogni dubbio circa il suo attaccamento alla serie:

Io amo Streghe. E anch'io voglio che sia trattata con rispetto. Ho semplicemente scelto di affrontare la questione in maniera costruttiva, perché nella mia vita non c'è spazio per la negatività.

Nel corso della conversazione con i fan, l'alter ego di Prue ha anche risposto ad alcune domande in merito a una sua eventuale partecipazione al reboot:

Vivo la mia vita aperta a ogni possibilità. Il cancro ti insegna a essere così. A dare una nuova possibilità alle persone e alle cose.

D'altra parte, Shannen ha fatto notare ai fan che al momento The CW non ha idea di come andranno le cose e che parlare di un probabile cameo di uno o più protagonisti della serie originale è impossibile. Tuttavia, l'impressione è che se il network le proponesse di prendere parte in qualche modo al riavvio, l'attrice non direbbe di no.

Del resto, Shannen ha recitato in alcuni episodi di 90210, spin-off del cult degli anni '90 Beverly Hills 90210, ed è nel cast del remake del film Schegge di Follia, di cui è stata protagonista nel 1989.

Per sapere se parteciperà anche al reboot di Streghe, non resta che aspettare. Intanto, rimanete sintonizzati per conoscere tutti i nuovi sviluppi del progetto di The CW.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.