FOX

SpaceX, il lancio di Falcon Heavy e il livestream di Tesla nello spazio

di -

È stato un successo il primo lancio di Falcon Heavy, il super razzo con un'auto Tesla a bordo lanciato nell'orbita di Marte sulle note di Life on Mars di David Bowie.

 L'auto Tesla a bordo del Falcon Heavy nelle immagini di SpaceX trasmesse suYouTube

352 condivisioni 0 commenti

Condividi

Il 6 febbraio 2018 è una data che passerà alla storia: a Cape Canaveral, in Florida, c'è stato il volo inaugurale di Falcon Heavy, un potente e gigantesco razzo della compagnia spaziale SpaceX di Elon Musk, già CEO di Tesla, diretto verso l'orbita di Marte.

Non sono mancate le difficoltà per per il lancio del razzo, programmato sulla storica rampa LC-39A del Kennedy Space Center della NASA. La partenza, infatti, è stata rimandata per ben due volte a causa dei forti venti, prima del lancio ufficiale avvenuto alle ore 21:45 (le 15:45 locali) sulle note di Life on Mars di David Bowie.

Composto da tre razzi Falcon 9 legati insieme, il Falcon Heavy è costato 3 milioni di sterline, è alto 70 metri e può trasportare un carico fino a 54 tonnellate in orbita bassa (tra i 160 e i 2mila chilometri dalla Terra) e oltre 22mila chili nell'orbita geostanziata (circa 36mila chilometri di quota).

Fermo immagine del lancio di Falcon Heavy nello SpazioHDSpaceX/YouTube
Il lancio di Falcon Heavy nello Spazio trasmesso dal canale SpaceX di YouTube

A bordo del Falcon Heavy c'è un modello di auto elettrica prodotta da Musk, la Tesla Roadster color ciliegia, il primo veicolo ad essere lanciato nello Spazio e "guidato" da Starman, un manichino vestito da astronauta. La radio a bordo dell'auto trasmetterà ininterrottamente durante i primi giorni della missione il brano Space Oddity di Bowie.

La Tesla Roadster, che viaggia alla velocità di 11 chilometri al secondo, non toccherà la superficie di Marte, ma rimarrà nell'orbita del pianeta rosso.

Diagramma che indica il percorso della Tesla RoadsterHDSpaceX
La linea verde indica il percorso che compierà la Tesla Roadster

La missione

Il CEO di Tesla e di Space X, azienda produttrice di servizi aerospaziali e di servizi di trasporto spaziale con sede a Hawthorne in California, aveva annunciato la missione di Falcon Heavy già nel 2011, dichiarando che il razzo sarebbe stato pronto nel 2013. Ma soltanto dopo sette anni Musk è riuscito nella sua impresa, che segna un nuovo traguardo per l'industria spaziale.  

Il test serve a dimostrare le capacità del nuovo razzo, che potrà essere usato per trasportare in orbita satelliti più pesanti, raggiungere pianeti più lontani e organizzare missioni con equipaggi umani su Marte e sulla Luna.

L'esito della missione

La missione ha centrato due obiettivi su tre: due razzi Falcon 9 dopo il lancio nell'orbita terrestre sono atterrati sulle due piattaforme del Kennedy Space Center; il terzo razzo, che ha lanciato la Tesla Roadster nello Spazio, ha mancato la piattaforma prevista per l'atterraggio, precipitando nell'Oceano Atlantico.

L'auto Tesla, che ora sta seguendo una traiettoria che la porterà a raggiungere un area densa di asteroidi che si trova tra le orbite di Marte e Giove, rimarrà in orbita nello Spazio per circa 6 mesi prima del rientro alla base.

GIF che mostra l'atterraggio dei due razzi Falcon 9SpaceX
L'atterraggio di due Falcon 9 al Kennedy Space Center

Il livestream di Tesla

Il lancio di Falcon Heavy è stato trasmesso in diretta streaming sul canale SpaceX di YouTube. Qualora vi fosse persi l'evento, potete rivivere le emozioni del lancio guardando il video postato qui in basso, a partire dal minuto 29:50:

Inoltre, sempre sul canale YouTube di SpaceX è possibile tuttora seguire minuto per minuto il live streaming della missione Falcon Heavy, grazie alle videocamere posizionate a bordo della Tesla Roadster.

La missione spaziale di Elon Musk apre concrete possibilità anche alla nascita e allo sviluppo del turismo spaziale. Pronti a viaggiare sulla Luna o su Marte?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.