FoxComedy

Harry Potter e il Calice di Fuoco, le differenze fra libro e film

di -

Il Torneo Tremaghi e il ritorno di Voldemort: Harry Potter e il Calice di Fuoco è il quarto film della celebre saga scritta da J.K. Rowling. Ma quali sono le sue differenze con il libro?

Robert Pattinson, Miranda Richardson e Daniel Radcliffe in Harry Potter e il Calice di Fuoco Copyright Warner Bros.

633 condivisioni 2 commenti

Condividi

Harry Potter e il Calice di Fuoco è uno dei libri della saga di Harry Potter più amati dai fan.
Per motivi diversi, anche il suo adattamento cinematografico, uscito nelle sale nel 2005, è considerato uno dei migliori.

Diretto dal regista di Quattro matrimoni e un funerale, Mike Newell, il film è tra i più iconici della saga per diversi motivi: fa finalmente il suo debutto Ralph Fiennes nei panni dell’indimenticabile Voldemort, e troviamo piccole grandi star come Robert Pattinson nei panni del Tassorosso Cedric Diggory e David Tennant, volto del mago purosangue Barty Crouch Jr.

In questo quarto capitolo tutto ruota intorno al Torneo Tremaghi e la rinascita del più grande nemico di Harry Potter. Il torneo è una celebre competizione tra studenti di diverse scuole di Magia in cui i partecipanti – scelti dal Calice di Fuoco – devono affrontare sfide di coraggio e capacità. In Harry Potter e il calice di fuoco la competizione si tiene proprio ad Hogwarts. 

Ma come per ogni adattamento di un romanzo, le differenze tra libro e film sono sempre dietro l’angolo. E quali saranno quelle più importanti in Harry Potter e il Calice di Fuoco? Ve le elenchiamo di seguito.

  • Nel libro, quando Silente scopre che il nome di Harry è stato estratto dal Calice di Fuoco la sua domanda “Hai messo il tuo nome nel Calice di Fuoco?” è pronunciata con la calma con cui siamo soliti riconoscerlo. Nel film, invece, Michael Gambon recita la battuta nel modo opposto, con un’aggressività inaspettata.

  • La calma di Silente nel libro rispecchiava anche quella della prima sfida lanciata ai partecipanti dal Calice: la sfida con il Drago è decisamente meno epica e dinamica rispetto alla versione del film. Nelle pagine scritte da J.K Rowling Harry è abbastanza cauto da tenersi nei confini dell’arena senza volare in lungo e in largo attraverso tutta Hogwarts.

  • Nel film Harry riesce a sopravvivere alla sfida subacquea grazie all’Algabranchia che gli consegna Neville. Ma i fan del libro ricorderanno che è Dobby, in realtà, a salvare il nostro eroe pochi minuti prima che la sfida cominci. Ma del simpatico elfo nel film non c’è nessuna traccia.

Harry Potter e il Calice di Fuoco, immagine ufficialeHDCopyright Warner Bros.
Ron, Hermione e Harry in Harry Potter e il Calice di Fuoco
  • Il personaggio di Rita Skeeter (interpretata da Miranda Richardson) ha una sola grande scena nel film, durante l’intervista prima del Torneo Tremaghi, e di lei non ci viene rivelato molto. Nel romanzo, invece, scopriamo che tutte le numerose informazioni che ottiene per le sue storie sono dovute al fatto che la giornalista è un’Animagus, ovvero capace di trasformarsi in un animale - e oltretutto illegalmente, visto che la donna non è registrata come Animagus.

  • Il personaggio del padre di Cedric Diggory, Amos, è caratterizzato diversamente nel film rispetto al libro: se nel primo è un uomo gentile e affabile, nel secondo è ricordato come una persona arrogante che amava sottolineare la bravura del figlio rispetto a quella di Harry Potter. 
  • Tra le interviste di Rita Skeeter, nel romanzo è impossibile dimenticare quella con Hagrid, i cui effetti portano alla rivelazione che l'uomo è in parte gigante. E parlando sempre del simpatico Hagrid, nel film non viene approfondito il rapporto con Madame Maxime, preside Mezzogigante dell'Accademia di Beauxbatons.

Harry Potter e il Calice di Fuoco, altre piccole variazioni.

Dobby non è l’unico personaggio che manca da Harry Potter e il Calice di Fuoco.

Anche se non del tutto essenziali, tanti altri piccoli cambiamenti tra romanzo e film sono stati realizzati, piccoli dettagli che forse non ricorderemo sempre. Come la mancanza totale dei Dursley – con cui Harry è costretto a passare ogni estate - dell’ex giocatore di Quidditch Ludo Bagman e della professoressa Trelawney (Cooman, nella versione italiana). Nessuna traccia anche dei riferimenti a Bertha Jorkins, l'impiegata del Ministero che subisce torture da parte Voldemort e Codaliscia con lo scopo di ottenere informazioni.

Avevate notato tutte queste differenze? Siete grandi fan dell'adattamento di Harry Potter e il Calice di Fuoco?

Condividi

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.