FoxCrime

La leggerezza e il ricordo di Charlie Hebdo

di -

La vignettista francese Catherine Meurisse, sopravvissuta all'attentato alla redazione di Charlie Hebdo, racconta l'incubo e la rinascita.

La cover de La leggerezza di Catherina Meurisse

0 condivisioni 0 commenti

Condividi

Il ricordo dell’attentato del 7 gennaio 2015 alla redazione del settimanale satirico francese Charlie Hebdo riaffiora nel fumetto La leggerezza (Edizioni Clichy) di Catherine Meurisse, una delle firme della storica rivista.

La vignettista Meurisse è sopravvissuta alla strage (insieme al collega Luz) per puro caso, quella mattina infatti era rimasta a letto a rimuginare sulla sua storia d’amore fallita.

Arrivata in ritardo a rue Nicolas-Appert, sente gli spari, scappa via e si salva. Da quel momento però non riesce più a disegnare, la sua arte e la sua leggerezza la stavano abbandonando.

Un altro doloroso distacco dopo quello dagli amici e colleghi Charb, Cabu, Tignous, Wolinski e Honoré (insieme a Ourrad, Cayat, Maris, Renaud, Boisseau, Merabet e Brinsolaro).

Meurisse è travolta dal terrore, per svagarsi e riprendersi va al mare con un’amica, sulla spiaggia di Cabourg, la stessa in cui trascorreva le vacanze Proust, il suo autore preferito. Il suo immaginario però non si sblocca.

Tornata in città vive sotto scorta per ragioni di sicurezza, ma si sente soffocare, imprigionata galleggia nel niente. La giornalista è in piena crisi, vittima di uno shock traumatico che le ha provocato un’anestesia emozionale, sensoriale e della memoria.

Dopo l’ondata di solidarietà nazionale, le manifestazioni, il Je suis Charlie, Meurisse cerca il silenzio e la solitudine. Mentre la Francia viveva il folle affronto di Al-Qaida sul piano politico e nazionale, lei sopravviveva a una tragedia intima e personale.

Fragilissima decide di partire per Roma, alla ricerca di quella incontenibile bellezza che potrebbe calmarla e salvarla. Il potere dell’arte riesce ad allontanare il caos dalla sua vita e l’avvicina all’equilibrio, alla ragione e alla preziosa leggerezza.

La leggerezza è il racconto della paura e delle ansie di una sopravvissuta all'orrore, della difficile accettazione ed elaborazione del dolore, quello vero, quello che logora.

Realizzare il fumetto è stato per l’autrice una vera e propria catarsi, raggiunta grazie all’arte e alla bellezza, unici strumenti per salvarsi dalla barbarie. I quadri, i libri, le sculture, la cultura tutta diventa infatti l’arma per combattere il terrore.

Per tentare di sopraffare questa impotenza, devo tornare all’inizio. Cos’è lo spirito Charlie per me? È ridere dell’assurdità della vita, divertirsi insieme per non aver paura di niente, e soprattutto non della morte.

I disegni hanno uno stile asciutto con alcuni tocchi di colori pastello, note vive che accompagnano il racconto tra sorrisi e morte.

Ogni pagina del libro ha il potere di allontanare poco a poco dall’incubo la sua protagonista e riavvicinarla alla vita e alla libertà (di espressione e satira).

Catherine Meurisse firma il fumetto La leggerezza

La leggerezza (136 pagine, brossura) è disponibile sullo shop online di Edizioni Clichy e in libreria al prezzo di 19,00 euro.

Voto7/10

La vignettista Catherine Meurisse, sopravvissuta alla strage della redazione di Charlie Hebdo, si mette a nudo e racconta tutte le ansie e le paure prima del ritorno alla leggerezza e alla vita.

Tanina Cordaro

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.