Morto David Ogden Stiers, noto per M.A.S.H.

di -

Era stato il maggiore Charles Emerson Winchester III in M*A*S*H, ma anche la voce di Tockins ne La bella e la bestia: addio all'attore David Ogden Stiers.

David Ogden Stiers in primo piano THR

95 condivisioni 0 commenti

Condividi

È morto in Oregon l'attore americano David Odgen Stiers. La notizia è stata riportata da Deadline proprio nella giornata degli Oscar.

L'interprete, che era noto soprattutto per la partecipazione alla serie TV M*A*S*H, è deceduto all'età di 75 anni dopo una lunga malattia. 

Nato in Illinois, si era trasferito in Oregon per studiare e poi a San Francisco, dove aveva cominciato la sua carriera teatrale. Infine, negli anni '70, era passato definitivamente al mondo del cinema e della TV, spostandosi in California.

David Odgen Stiers è morto a 75 anni

Stiers era apparso anche ne Il tenente Kojak, Star Trek e in Charlie's Angels, ma era stato il ruolo del maggiore Charles Emerson Winchester III in M*A*S*H a consacrare definitivamente il suo astro. Inizialmente Stiers era entrato nella serie TV per sostituire Larry Linville, ma la sua interpretazione gli avrebbe poi fruttato due nomination agli Emmy.

Ha recitato anche in diversi film di Woody Allen come La dea dell'amore, Tutti dicono I love you, La maledizione dello scorpione di giada.

Oltre che attore, David Odgen Stiers era anche un doppiatore: ha prestato la voce a numerosi personaggi, di cui 8 appartenenti alle schiere disneyane come Tockins de La bella e la bestia, il governatore Ratcliffe e Wiggins in Pocahontas e Pocahontas II, il signor Harcourt ne L'impero perduto e Jumba Jookiba in Lilo & Stitch.

Tockins in primo pianoHDDisney
Stiers ha doppiato anche il mitico Tockins

Inoltre Stiers ha doppiato diversi videogiochi, come Icewind Dale, Kingdom Hearts II o Uru: Ages Beyond Myst.

David Odgen Stiers era anche direttore d'orchestra: in particolare è stato direttore ospite di circa 70 orchestre americane e direttore associato dell'Orchestra Sinfonica e del Newport Ernest Bloch Music Festival.

RIP.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.