FOX

Metal Gear Survive: guida single player, trucchi e consigli

di -

Seppur molto diverso dai classici capitoli della serie, Metal Gear Survive mette sul piatto un'interessante sfida da survival game. Su MondoFox vi sveliamo come sopravvivere agli zombie di Konami!

Combattimenti contro i non-morti in Metal Gear Survive

1 condivisione 0 commenti

Condividi

Il ''caso'' Metal Gear Survive è uno dei più peculiari mai visti nell'intero panorama videoludico.

Primo capitolo della saga nata dal genio di Hideo Kojima ad essere proposto sul mercato senza la supervisione del suo creatore - ora allontanato definitivamente da Konami -, questo spin-off in salsa zombesca delle avventure stealth di Solid Snake è stato fin da subito bollato come un oltraggio alla stessa tradizione del celebre franchise.

Mentre il buon Kojima è impegnato nella lavorazione del suo Death Stranding, pregiudizi e dissapori si sono allora affollati alle porte di Metal Gear Survive, colpevole solo di aver raggiunto gli scaffali in un periodo storico di certo non favorevole. 

Eppure il titolo i cui avvenimenti si posizionano in un universo parallelo a cavallo tra quelli di Metal Gear Solid V: Ground Zeroes e quelli di Metal Gear Solid V: The Phantom Pain riesce a divertire e a ritagliarsi una propria identità. Mettendo sul piatto anche un discreto livello di sfida, tanto in single player quanto nella modalità multigiocatore, vero fulcro dell'esperienza.

La redazione di MondoFox ha allora deciso di guidarvi in un viaggio in due parti alla scoperta del videogioco più controverso di Konami e dell'intero 2018, disponibile da pochissimo su PlayStation 4, Xbox One e PC

La prima parte sarà dedicata al gioco in singolo, con alcuni consigli utili e piccoli trucchi per sopravvivere e raggiungere indenni i titoli di coda.

Fate scorte di cibo

Come in ogni videogioco che fa della sopravvivenza il suo ''core gaming'', anche in Metal Gear Survive è fondamentale non rimanere mai a corto di cibo e acqua

Le riserve messe a disposizione dagli sviluppatori tendono a scarseggiare, ma un buon metodo per fare ''dispensa'' è quello di recarsi più volte nelle aree iniziali di riferimento delle missioni principali, soprattutto nella prima parte dell'avventura. In particolare, molto utile è la missione che va a sbloccarsi poco dopo aver raggiunto la base, in cui saremo chiamati ad uccidere alcuni animali in una determinata zona.

Quest'area mette sul piatto alcune pecore da cacciare, diverse bottiglie e acqua sporca, per altro assai vicine al quartier generale della nostra squadra. 

Non solo, il video poco più sopra va a rivelarvi le location più ''golose'' per quanti vorrebbero fare scorta di acqua e cibo.

Sfruttate le aree di teletrasporto

Per velocizzare i tempi morti, è fondamentale sfruttare i vari teletrasporti presenti in Metal Gear Survive, utili a recarvi alla base senza sprecare minuti preziosi.

Di conseguenza, ogni volta che vi imbatterete in un'area di teletrasporto, vi consigliamo di attivarla immediatamente e ad ogni costo. Sbloccarne il più possibile vi permetterà di risparmiare anche acqua, ossigeno e munizioni, così come di recarvi in un luogo sicuro per ripristinare le vostre energie o per craftare determinati materiali ed equipaggiamenti.

Siate campioni nell'arte della fuga

Per risparmiare tempo e risorse, è poi importante notare che i combattimenti non sono sempre fondamentali per il prosieguo dell'avventura. Quando possibile, vi consigliamo allora di aggirare i vostri nemici, sfruttando lo sprint e la scarsa intelligenza artificiale degli avversari.

In questo modo avrete da parte più ossigeno e preziose munizioni, da poter poi scaricare sul vostro obiettivo finale.

Sfruttate le recinzioni

Sempre in virtù di una IA non troppo brillante, in Metal Gear Survive è possibile sfruttare le recinzioni massimizzandone l'utilizzo.

Tendenzialmente i nemici andranno infatti ad ammassarsi verso un'unica recinzione senza aggirarla - sì, proprio come fanno i mangiacervelli di The Walking Dead! -, dunque potrete utilizzarne solo una e conservare le altre, bloccando un unico passaggio aperto. In generale, cercate di bloccare solo i percorsi segnalati quando state proteggendo un estrattore, lasciando da parte ogni strada non marcata da una linea luminosa. Solo successivamente i percorsi secondari saranno invasi dai nemici, permettendovi di occuparvene in un secondo momento.

Imparate ad orientarvi

Orientarsi nell'ultima produzione della casa di Castlevania e Pro Evolution Soccer non è sempre facilissimo.

Esistono infatti alcune aree in cui la mappa non è disponibile, con polvere e sabbia a prendere il sopravvento e a limitare la visibilità. Il consiglio in questi casi affonda nelle tecniche reali di orienteering: è importante individuare diversi riferimenti naturali nello scenario di gioco, come alberi, colline e rocce. Dovrete allora memorizzare la loro posizione rispetto al vostro personaggio e alla direzione che dovete seguire.

Concentratevi su un solo obiettivo

Se è vero che le missioni di Metal Gear Survive si svolgono in una mappa a mondo aperto interamente esplorabile, è altrettanto vero che è criticamente semplice lasciarsi distrarre, perdendo di vista il proprio obiettivo principale.

Trattandosi di un survival game, le risorse - come già dicevamo - scarseggiano, ed è dunque fondamentale centellinarle in virtù del vostro target primario, senza perderne di preziosissime in deviazioni e piccole quest secondarie.  Il consiglio è quello di concentrarvi su un solo obiettivo alla volta: quando uscite dalla base, tenete sempre a mente il compito che vi siete precedentemente imposto.

Metal Gear Survive è disponibile su PS4, Xbox One e PC

Insomma, Survive non è di certo il classico Metal Gear, ma potrebbe riservare qualche sorpresa anche ai fan più accaniti del ''figlio prediletto'' di Hideo Kojima. Voi vi siete già lanciati nelle sue trame assassine? Se la riposta è affermativa, stay tuned sulle pagine di MondoFox per la seconda parte della guida, dedicata all'affascinante comparto multiplayer.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.