Predator: 20 curiosità sul film e sul personaggio di Schwarzenegger

di -

Girato nel 1987 nella giungla messicana, Predator è divenuto nel tempo un vero e proprio cult action. Ecco le curiosità sul film e sul Magg. Dutch Schaefer.

Arnold Schwarzenegger in una scena del film

857 condivisioni 0 commenti

Condividi

E se fosse l'uomo, una volta tanto, ad essere cacciato? Se agli occhi di una razza aliena programmata per uccidere apparissimo solo come bersagli da abbattere o avversari da sfidare? È il 1987 quando esordisce nelle sale di tutto il mondo una pellicola che, al di là della vocazione all'intrattenimento tout court, risponde a tali interrogativi propinando allo spettatore un killer venuto da una galassia lontana lontana che semina morte e distruzione nella giungla messicana.

Il film, come saprete già, è Predator, action sci-fi muscolare diretto da John McTiernan con protagoniste alcune stelle del cinema d'azione anni '80: dal protagonista Arnold Schwarzenegger al baffuto Carl Weathers (l'Apollo Creed della saga di Rocky), passando per il roccioso Sonny Landham, scomparso recentemente.

"Laggiù c'è qualcosa in agguato... e non è un uomo"

Il machismo tanto in voga negli anni '80 è il vero leitmotiv del film: duri a morire, berretti verdi, cloni "rambeschi" e uomini che non devono chiedere mai (se non qualche munizione) catapultati nell'impervia giungla dell'America centrale per conto della CIA. Gli ordini impartiti dalle alte sfere dell'intelligence riguardano il recupero di un ministro, tenuto prigioniero dai guerriglieri di zona.

In seguito ad un raid, il commando agli ordini del Magg. Dutch Schaefer (lo interpreta Arnold Schwarzenegger) scopre ben presto la verità: tutta la missione ha per scopo il recupero e/o l'occultamento di documenti top secret. Intenzionati a fuggire dopo aver eliminato i ribelli, i risoluti militari dovranno presto vedersela con una creatura aliena che li insegue e che è in grado sia di mimetizzarsi nel fitto della giungla che di sferrare micidiali attacchi, mutilando e uccidendo barbaramente il manipolo di soldati.

Predator: 20 curiosità sul film e sul personaggio di Schwarzenegger

Divenuto nel tempo un vero e proprio cult, Predator figura tra i migliori action di sempre. La pellicola è tornata d'attualità nel momento in cui 20th Century Fox ha dato il via libera a The Predator, sorta di riavvio del franchise che, a detta del regista Shane Black (figurava nel cast dell'originale, era Hawkins), non rappresenterà un vero e proprio reboot, ma rimanderà senza dubbio ai primi due capitoli datati '87 e '90 (il sequel con Danny Glover).

Negli anni diverse leggende metropolitane a tema Predator hanno contribuito a rendere il film di McTiernan una pellicola "mitica", venerata da una grossa fetta di pubblico. Nei mesi scorsi vi abbiamo già parlato della movimentata vicenda riguardante l'attore Jean-Claude Van Damme, chiamato in un primo tempo ad impersonare il cacciatore alieno appartenente alla razza degli Yautja. Come risaputo, dopo alcuni contrasti col produttore Joel Silver, il belga lasciò per sempre il set di Puerto Vallarta, sostituito dal colosso Kevin Peter Hall (anche la fisionomia del Predator muterà, con Stan Winston chiamato in corsa per un nuovo design della creatura).

Noi di MondoFox vi proponiamo 20 curiosità sul personaggio di Arnold Schwarzenegger e sul film in generale, vero e proprio capolavoro del genere:

  1. Lo script originale del film - intitolato provvisoriamente Alien nella giungla - prevedeva come unico personaggio Dutch Schaefer (Arnold Schwarzenegger), ingaggiato in una lotta senza esclusione di colpi con il Predator. All'ex Mr. Olympia la sceneggiatura non piacque, così fu riscritta includendo il commando di macho men.
  2. Anche se non vengono mai esplicitati nel film, i nomi completi dei protagonisti dello script originale sono Magg. Alan "Dutch" Schaefer, Sgt. Magg. George Dillon, Sgt. Mac Eliot, Sgt. Blain Cooper, Sgt. Billy Sole, Poncho Ramirez e Rick Hawkins.
  3. La trasmissione TV MythBusters nel 2003 ha dimostrato che l'espediente utilizzato dal personaggio di Schwarzy - consistente nel coprirsi interamente di fango per eludere il rilevatore termico del Predator - è in realtà inutile, dal momento che il fango nasconde solo per pochi attimi il calore corporeo.

  4. Nel gioco arcade del 1994 Alien vs. Predator figura un personaggio chiamato Dutch Schaefer, vero e proprio omaggio al protagonista di Predator. Inoltre, Dutch Schafer nel gioco ha un braccio meccanico e viene presentato come un cyborg, chiaro riferimento questo al ruolo da protagonista di Schwarzenegger nella serie Terminator.

  5. Arnold Schwarzenegger e Bill Duke hanno recitato assieme in un altro film d'azione prodotto da 20th Century Fox: Commando. In quel film John Matrix (Schwarzy) è un colonnello dei Marines in pensione e Cook (Duke) un ex berretto verde corrotto.
  6. Il personaggio del Maggiore Schaefer indossa un orologio subacqueo Seiko modello H558-5009. È il terzo film in cui Schwarzenegger lo porta al polso, tant'è che negli anni è divenuto un vero e proprio oggetto da collezione (denominato "The Arnold").
  7. Carl Weathers si è divertito a rivelare in un'intervista che Arnold Schwarzenegger lo ha fatto diventare un estimatore del sigaro durante le riprese. L'ex Governatore della California, famoso per fumare sigari, ne offrì uno a Weathers, che inizialmente rifiutò perché era all'epoca un non fumatore. Alla fine, però, accettò di fumarlo, ricevendo in seguito da Schwarzy un'intera scatola di sigari. Weathers, al termine dell'intervista, guardando nella macchina da presa, ha dichiarato scherzosamente: "Vergognati Arnold! Vergognati!"
  8. La compagnia di assicurazioni dello studio accettò di assicurare la produzione a patto che venisse assunta una guardia del corpo per Sonny Landham (Billy), affinché fosse garantita la sicurezza sul set (essendo Landham noto per essere violento e irascibile).
  9. Conteggio delle uccisioni: 69 umani (la maggior parte di loro per mano di Dutch Schaefer), uno scorpione, un cinghiale e un Predator. 
  10. Richard Chaves (Poncho) ha combattuto nella guerra del Vietnam prima di diventare un attore.

  11. Kevin Peter Hall, l'attore incaricato di impersonare il Predator, è visibile senza il suo costume alieno verso la fine del film: è il pilota dell'elicottero della squadra di soccorso che recupera il Magg. Schaefer.

  12. Il film è dedicato alla memoria degli attori Agustin Ytuarte e Federico Ysunza, entrambi rimasti uccisi il 31 marzo 1986 nello schianto del volo Mexicana 940.

  13. Tra i motivi sonori che caratterizzano la soggettiva del Predator vi è quello che riproduce una "frustata". La vista a infrarossi del cacciatore alieno è invece simile a quella dei serpenti.
  14. La maggior parte del film fu girata con il titolo originale Hunter. Solo in seguito, quando il design della creatura cambiò radicalmente, al film venne dato il titolo Predator.
  15. È il primo film in cui sono presenti due futuri Governatori: Swarzenegger (California) e Jesse Ventura (Minnesota). Quest'ultimo era stato un vero e proprio Navy SEAL prima di intraprendere la carriera di attore.
  16. Shane Black è noto soprattutto per essere uno sceneggiatore e un regista. Tra i suoi script più famosi figurano Arma Letale e L'ultimo boy scout. Ha invece diretto il cinecomic Iron Man 3 e i noir Kiss Kiss Bang Bang e The Nice Guys.
  17. L'originale cacciatore soprannominato "Hunter" era stato inizialmente concepito come un'enorme creatura dal collo lungo, una testa a forma di cane e un grande occhio al centro del volto. Il design fu completamente rivisitato in seguito dal mago degli effetti speciali Stan Winston.
  18. Il set del "campo ribelle" è diventata un'attrazione turistica in Messico.

  19. Gli sceneggiatori si sono ispirati a diverse figure mitologiche per il Predator, dal Ciclope al Minotauro. Ad influenzare il film hanno contribuito inoltre pellicole del calibro di Rambo 2 - La vendetta (1985) e Aliens - Scontro finale (1986).

  20. Il sangue del villain era stato inizialmente caratterizzato da una colorazione arancione. L'aspetto fu modificato durante la fase di post-produzione.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.