FOX

Michelangelo, scoperto un suo autoritratto nascosto in un disegno

di -

Spunta la sagoma di un uomo intento a dipingere nell'autoritratto della poetessa Vittoria Colonna eseguito da Michelangelo nel 1525 e oggi conservato al British Museum di Londra.

Primo piano dell'autoritratto di Vittoria Colonna a opera di Michelangelo

199 condivisioni 1 commento

Condividi

Michelangelo Buonarroti ha nascosto una sua caricatura nel ritratto della poetessa nonché amica Vittoria Colonna, che lui stesso eseguì nel 1525. Si tratta di una scoperta nel mondo dell’arte sicuramente eccezionale, confermata da uno studio pubblicato sulla rivista Clinical Anatomy da Deivis de Campos dell’Università federale di Scienze della salute di Porto Alegre, in Brasile.

Secondo l'esperto d'arte, l'autocaricatura appena scoperta nel ritratto, attualmente conservato al British Museum di Londra, è da intendere come una sorta di firma nascosta dell’artista, visto che all'epoca c'era il divieto per gli artisti di firmare le loro opere.

Come spiega de Campos, osservando attentamente le pieghe dell’abito della donna all’altezza dell’addome, si scorge una piccola sagoma di un uomo ricurvo e intento a dipingere (foto in basso).

Dettagli sul ritratto di Vittoria Colonna eseguito da Michelangelo Il Fatto Quotidiano

L'esperto d'arte è convinto che si tratta di Michelangelo perché questa autocaricatura è simile a un'altra che l'artista aveva tratteggiato sedici anni prima a lato di un sonetto dedicato all’amico Giovanni da Pistoia.

In questo schizzo del 1509, infatti, la sagoma di Michelangelo appare in posizione eretta, nell’atto di dipingere la Cappella Sistina (foto in basso).

Dettagli sull'autoritratto di Michelangelo in un sonetto del 1509 dedicato a Giovanni da PistoiaHDGetty Images

"L'autoritratto di Vittoria Colonna potrebbe svelare informazioni preziose circa lo stato di salute del pittore" - dichiara de Campos al Daily Mail:

Questo studio che ho eseguito assieme al mio team fornisce la prova che abbiamo ancora tanto da scoprire sulle opere di questo grande artista.

Il team di de Campos, infatti, non è nuovo a questo tipo di scoperte sensazionali che vanno ad arricchire maggiormente il mondo dell’arte: un anno fa i ricercatori - impegnati ad analizzare tutte le opere di Michelangelo per scovare disegni o simboli nascosti - avevano trovato alcuni simboli pagani che alludono all'anatomia dell'apparato riproduttivo femminile nei dipinti delle Cappelle Medicee a Firenze.

Quindi non ci resta che attendere la prossima scoperta del team di de Campos per conoscere altri importanti dettagli sulla vita di uno degli artisti più rivoluzionari della storia.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.