FoxComedy

A Torino arriva la mostra d'arte LEGO di Nathan Sawaya

di -

Dopo Milano e Roma, arriva anche nel capoluogo piemontese la mostra LEGO dove vengono esposte le 80 opere di Nathan Sawaya, il primo artista ad aver utilizzato i celebri mattoncini colorati nel mondo dell'arte.

Locandina della mostra torinese LEGO The Art of the Brick

982 condivisioni 0 commenti

Condividi

Nuovo appuntamento imperdibile per tutti i costruttori e fan italiani dei celebri mattoncini colorati: è in arrivo a Torino, presso gli spazi della Promotrice delle Belle Arti, la mostra The Art of the Brick, dove saranno esposte 80 opere in LEGO realizzate dall'artista statunitense Nathan Sawaya.

La mostra d'arte dedicata a bambini e adulti - che nel Bel Paese ha già toccato le città di Roma e Milano - si è rilevata un successo senza precedenti, visto che ha raggiunto il traguardo di oltre un milione e mezzo di visitatori tra Stati Uniti, Australia, Taiwan, Singapore, Cina e le principali città europee come Londra e Parigi.

The Art of the Brick è stata curata direttamente da Sawaya, primo artista al mondo ad aver utilizzato i mattoncini LEGO per la creazione di vere e proprie sculture, che colpiscono i visitatori non solo per la loro imponenza ma anche per i temi affrontati.

The Brick of the Art: date, orari e prezzi

Dopo uno slittamento dovuto ad alcuni problemi di dogana in Brasile per l'arrivo delle opere di Sawaya a Torino, la mostra The Brick of the Art debutterà ufficialmente 1° aprile 2018 presso gli ampi spazi della Promotrice delle Belle Arti (Viale Diego Balsamo Crivelli, 11) e durerà circa tre mesi, per l'esattezza fino al 24 giugno 2018.

La mostra, divisa in cinque sezioni, espone 80 opere di LEGO firmate da Nathan Sawaya che includono, oltre alla famosa Yellow, uno scheletro di un T-Rex alto quasi sei metri e Il pensatore di Rodin, per un totale di oltre un milioni di mattoncini.

L'imponente scultura Yellow di Nathan Sawaya costruita con i mattoncini LEGOHDThe Brick of the Art

A fine mostra, inoltre, è allestita un'area gioco dove i visitatori possono cimentarsi nella costruzione di set con i mattoncini LEGO e alcuni videogiochi della DM Comics messi a loro disposizione.

Orari della mostra

  • Dal lunedì al venerdì: dalle ore 10 alle ore 18
  • Sabato e domenica: dalle ore 10 alle ore 20
  • Giorni festivi: dalle ore 10 alle ore 20

Ultimo ingresso consentito in mostra è un’ora prima dell’orario di chiusura (ore 17 da lunedì a venerdì; ore 19 sabato, domenica e festivi)

Biglietti per accedere alla mostra

  • Biglietto intero: 15,50 euro 
  • Biglietto ridotto: 13,50 euro (over 65, under 12, cral convenzionati, media partners, disabili)
  • Biglietto per gruppi (minimo 25 persone): 11,50 euro
  • Biglietto per le scuole (minimo 15 alunni): 9,50 euro

I biglietti si possono acquistare sia presso il botteghino della Promotrice delle Belle Arti sia online, presso il circuito Ticket One.

Una scultura in LEGO di Nathan Sawaya che riproduce l'opera Il Bacio di KlimtThe Brick of the Art

Chi è Nathan Sawaya

Nato a Colville, nello Stato di Washington nel 1973 e cresciuto a Veneta, in Oregon, Nathan Sawaya già da piccolo era un bambino che possedeva una creatività fuori dal comune. A 5 anni ricevette in dono per Natale il suo primo set LEGO, episodio che l'artista racconta nella sua biografia come "un amore a prima vista che mi ha influenzato per tutta l'infanzia".

Infatti, Sawaya amava così tanto costruire con i mattoncini danesi, che sia i genitori che i nonni iniziarono a comprargli soltanto set LEGO, con i quali Nathan sprigionava tutta la sua creatività nel costruire edifici, treni, fattorie, fino all'età di 10 anni dove completò la costruzione più imponente mai fatta prima: una vera e propria città LEGO di 10 metri quadri.

Abbandonato gli studi di Giurisprudenza dopo neanche un anno di corsi Nathan si trasferì a New York con le idee ben chiare: non voleva essere un avvocato (come desideravano i genitori) ma un creativo a tutti gli effetti. Affittò uno spazio dove poter cimentarsi nella costruzione di sculture imponenti utilizzando soltanto i mattoncini LEGO.  

L'artista Nathan Sawaya di fronte al suo omonimo in versione LEGO a grandezza naturale HDArt and Culture Center/Hollywoodf

Nel corso degli anni le sue sculture sono diventate sempre più celebri, spingendo l'artista ad organizzare una mostra itinerante per mostrare le sue opere nelle principali città del mondo. Tra le sue sculture più famose c'è Yellow, che spesso viene utilizzata come locandina per le sue mostre: una scultura a grandezza naturale di un uomo che si apre il petto da cui fuoriescono migliaia di mattoncini LEGO di colore giallo.

Sawaya è considerato il primo artista di fama mondiale ad aver introdotto i celebri mattoncini danesi nel mondo dell'arte. Attualmente lo "scultore LEGO" possiede più di 4 milioni di mattoncini tra i suoi atelier di New York e Los Angeles.

The Art of the Brick è stata dichiarata da CNN News una tra le 10 mostre da non perdere al mondo.

Pronti a partire per il capoluogo piemontese?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.